Mercato autoNotizie auto

Incentivi auto termiche esauriti, Ecobonus 2024 aggiornato

Non ci sono più incentivi per le auto termiche e ibride: il fondo destinato alla fascia 61-135 g/km di CO2 è completamente esaurito. C'è ancora ampia disponibilità per l'acquisto di auto elettriche e ibride plug-in. I contributi torneranno con la riforma dell'Ecobonus.

Come ampiamente previsto, gli incentivi per l’acquisto di auto termiche fino a 135 g/km di CO2 si sono esauriti in meno di due settimane. Il fondo di 120 milioni, infatti, è stato sufficiente per 60 mila persone fisiche, mentre non decollano gli acquisti delle auto elettriche e ibride plug-in, con i rispettivi fondi ancora pieni di disponibilità. Ora chi vorrà acquistare un’auto a benzina, diesel, ma anche ibrida (mild e full) o a GPL/metano, dovrà aspettare l’entrata in vigore dei nuovi incentivi, annunciati il 1° febbraio 2024.

Incentivi auto esauriti

I 120 milioni di euro stanziati dallo Stato nel 2024 per gli incentivi all’acquisto di auto con emissioni di CO2 fino a 135 g/km si sono esauriti in meno di due settimane, con circa 60.000 automobilisti che hanno approfittato dell’opportunità per acquistare auto ibride (mild e full), benzina, diesel e GPL/metano. Il contributo, pari a 2.000 euro, è stato concesso a chi ha firmato i contratti a partire dal 2 gennaio 2024, anche se le prenotazioni sono iniziate ufficialmente il 23 gennaio.

Fondi Ecobonus” sito del Mise dove vengono gestiti gli incentivi per auto, scooter e bici
Ecobonus” sito del Mise dove vengono gestiti gli incentivi per auto, scooter e bici (Fondi residui aggiornati al giorno 05/02/2024)

Il Ministero delle Imprese ha registrato una notevole affluenza il primo giorno di apertura della piattaforma informatica, dimostrando un forte interesse da parte dei consumatori per l’acquisto dei veicoli tradizionali.

Incentivi auto elettriche e ibride plug-in

Non tutti gli incentivi si sono esauriti. Infatti, in cassa c’è ancora ampia disponibilità per l’acquisto di auto elettriche e ibride plug-in, delle fasce 0-20 e 21-60 g/km di CO2, segno di una minore propensione all’acquisto degli italiani per questo genere di motorizzazione. Per le auto elettriche, rimangono disponibili 197 milioni dei 205 stanziati, mentre per le ibride plug-in restano 242 milioni su 245.

I potenziali acquirenti di vetture elettriche e plug-in hanno preferito attendere l’annunciata riforma degli incentivi 2024, la quale prevede un significativo aumento dei singoli bonus.

Incentivi auto elettriche 0-20 g/km
I potenziali acquirenti di auto elettriche aspettano i nuovi incentivi, che prevedono contributi maggiori

La proposta prevede contributi crescenti in base alla riduzione della classe Euro della macchina da rottamare, con un extra bonus del 25% per chi ha un ISEE inferiore a 30.000 euro. Ad esempio, senza rottamazione, il bonus passerà da 3.000 a 6.000 euro per un’auto elettrica e da 2.000 a 4.000 euro per una ibrida plug-in.

Quando arrivano i nuovi incentivi?

Il Ministro Urso ha annunciato nuovi incentivi nell’ambito della riforma dell’Ecobonus, probabilmente operativi da marzo 2024. Dopo la pubblicazione del DCPM che li regola, saranno di nuovo disponibili i fondi anche per l’acquisto di auto termiche, ora esauriti. La nuova dotazione passa da 120 a 283 milioni per le auto termiche, ibride e a gas della fascia 61-135 g/km di CO2. Tuttavia, l’unico caso in cui il futuro bonus sarà vantaggioso rispetto a quello di 2.000 euro appena terminato sarà con la rottamazione di un’auto fino a Euro 2, che prevede un contributo dello Stato fino a 3.000 euro.

Leggi anche:

→ Incentivi auto 2024 come funziona il nuovo Ecobonus
→ Rottamazione auto come funziona
→ Incentivi colonnine di ricarica
→ Leggi altri argomenti correlati

→ Cosa ne pensi? Fai un salto sulla discussioni sul FORUM!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

Marco Savo

Marco Savo, classe 1983. La mia carriera è iniziata nel mondo del calcio per poi approdare a quello dell’auto. Cerco di aggiornare gli appassionati e gli utenti dell'auto con gli argomenti più interessanti legati alle automobili.
Pulsante per tornare all'inizio

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto