Auto Classiche & StoricheNotizie auto

Città dei Motori, quali sono

Le Città dei Motori sono quelle con una vocazione motoristica, a livello di produzione, sportiva e culturale. L’Associazione che le raggruppa è nata nel 2008 ed ora è entrata a far parte degli Stati Generali del Patrimonio Italiano.

Città dei Motori, raggruppamento costituito nel 2008 con l’egida di Anci Associazione Nazionale Comuni d’Italia, che unisce 35 comuni che hanno nei loro territori una vocazione motoristica, ora ha una rappresentanza negli Stati Generali del Patrimonio Italiano, dove è presente anche ASI Automotoclub Storico Italiano.

Associazione Città dei Motori, che cosa fa

L’Associazione Città dei Motori, istituita nel 2008, riunisce sotto l’egida dell’Anci 35 Comuni italiani, appartenenti a 14 Regioni diverse, che rappresentano una popolazione di circa 2 milioni di abitanti e vantano nei loro territori una vocazione motoristica, a livello di produzione (automotive, moto e scooter, aerospazio, cantieristica navale), sportiva (circuiti e rievocazioni storiche) o culturale (musei, collezioni, archivi).

Logo Associazione "Citta dei Motori"
Logo Associazione “Citta dei Motori”

Città dei Motori, all’interno degli Stati Generali del Patrimonio Italiano, è presieduta da Luigi Zironi, sindaco del Comune di Maranello, mentre Giovanni Gargano, sindaco del Comune di Castelfranco Emilia, è stato delegato ai rapporti e alle relazioni con la Consulta.

Città dei Motori, quali sono

Le Città dei Motori sono Arese, Ascoli Piceno, Atessa, Castel d’Ario, Castelfranco Emilia, Cento, Fiorano Modenese, Mandello del Lario, Maranello, Melfi, Modena, Monza, Nardò, Nicolosi, Noale, Ospedaletti, Paglieta, Piedimonte San Germano, Pontedera, Pratola Serra, Samarate, San Martino in Rio, Sant’Agata Bolognese, Scarperia, Termoli, Torino, Varano de’ Melegari, Varese, Verrone, Volandia.

Arese Alfa Romeo Città dei Motori
Arese è una delle Città dei Motori italiane

Auto storiche negli Stati Generali del Patrimonio Italiano

Gli Stati Generali del Patrimonio Italiano rappresentano una consulta permanente e plenaria costituita dai rappresentanti (150 seggi già attribuiti) delle più autorevoli e importanti organizzazioni, private e pubbliche, che operano nel settore del patrimonio.

Auto storiche negli Stati Generali del Patrimonio Italiano
Le auto ed il motorismo storico sono rappresentati negli Stati Generali del Patrimonio Italiano

Gli Stati Generali del Patrimonio Italiano considerano il motorismo storico un asset identitario del patrimonio italiano e hanno istituito al proprio interno la Commissione Motorismo Storico della quale è presidente Alberto Scuro, presidente di Asi Automotoclub Storico Italiano, e vice presidente l’On. Giovanni Battista Tombolato presidente dell’Intergruppo Parlamentare Veicoli Storici.

Potrebbero interessarti (anzi te li consiglio)

👉 Gare auto storiche
👉 Auto storiche modelli storici
👉 Eventi auto, fiere, manifestazioni, expo
👉 Raduni tra appassionati d’auto
👉 Magazine auto storiche classiche sportive ELABORARE Classic

💥 Avviso: per restare aggiornato e ricevere le ultime news sulla tua mail iscriviti alla newsletter automatica di Newsauto QUI.

👉 Cosa ne pensi? Fai un salto sul FORUM!


COMMENTA CON FACEBOOK

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Back to top button

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto