EV DrivingNotizie autoRenault

Carburanti sintetici, si allarga lo sviluppo

Il Gruppo Renault ha sottoscritto un accordo con Geely e Aramco per lo sviluppo di trasmissioni e motori termici, ibridi e soprattutto carburanti sintetici e-fuel.

Il futuro dell’auto è ancora pieno di incognite. L’obiettivo dell’UE è quello di vietare la vendita dei veicoli a motore termico all’interno dell’Unione. Oltre i confini europei i brand possono continuare a vendere auto tradizionali benzina e diesel e per questo motivo recentemente il Gruppo Renault ha sottoscritto un accordo con i cinesi della Geely, che detengono anche le quote della Lotus, per offrire motori termici fuori dai confini dell’Europa, soprattutto in America Latina, India, Corea del Sud e Nord Africa. L’accordo è stato esteso anche ai sauditi dell’Aramco per sviluppare gli e-fuel, ossia i carburanti sintetici.

Carburanti sintetici sviluppo anche con Renault, Geely e Aramco

Renault con i cinesi di Geely recentemente ha lanciato il progetto Horse che si dedica ai motori termici e ibridi. La nuova società, al 50% fra le parti, si dedica alla progettazione, allo sviluppo, alla produzione e vendita di sistemi di motorizzazioni elettriche e ibride con tecnologie all’avanguardia. Il progetto punta anche a sviluppare un’offerta di motori alimentati con carburanti alternativi, che potrebbero essere usati in Europa anche oltre il 2035.

Renault con Geely e Aramco per lo sviluppo di carburanti sintetici
Renault con Geely e Aramco per lo sviluppo di carburanti sintetici

Il progetto ora include anche il colosso petrolifero dell’Arabia Saudita Aramco, per sviluppare carburanti sintetici e soluzioni di idrogeno di nuova generazione. Aramco ha siglato una lettera di intenti per diventare un potenziale azionista di minoranza della nuova azienda di gruppi motopropulsori (PWT), che sarà creata da Geely e dal Gruppo Renault.

Carburanti sintetici Aramco, anche in F1

L’investimento di Aramco sarà utilizzato per sostenere la crescita dell’azienda e contribuire alle attività di ricerca e sviluppo, con particolare riferimento alle soluzioni a base di carburanti sintetici e alle motorizzazioni a idrogeno di futura generazione.

Carburanti sintetici in F1 dal 2026
Carburanti sintetici in F1 dal 2026

Con una rete mondiale di 17 stabilimenti di gruppi motopropulsori e 5 centri di R&S con sede in 3 continenti, la futura azienda sarà un fornitore mondiale a tutti gli effetti e avrà una capacità totale di oltre 5 milioni di trasmissioni e motori termici, ibridi e ibridi plug-in all’anno per approvvigionare oltre 130 Paesi e regioni.

Aramco è un attore molto importante nello sviluppo di e-fuel dato che sta lavorando anche allo sviluppo dei carburanti sintetici che dal 2026 i team di Formula 1 dovranno utilizzare sulla nuova generazione di Power Unit. Anche Porsche sta sviluppando i carburanti sintetici nelle stabilimento di Punta Arenas, in Cile.

Carburanti sintetici dopo il 2035

I carburanti sintetici potrebbero salvare i motori termici anche in Europa oltre la data del 2035. Infatti sembrerebbe imminente l’accordo tra la Germania e la Commissione Europea per le immatricolazioni anche post-2035 delle auto con motori endotermici che utilizzano esclusivamente gli e-fuel.

L’iter dell’approvazione del divieto si è bloccato per la contrarietà di Italia, Polonia, Bulgaria e Germania. L’impasse dei giorni scorsi potrebbe essere superato proprio dall’inserimento dei carburanti sintetici sulla strada della neutralità climatica.

Leggi anche:

Carburanti sintetici, che cosa sono gli e-fuel

Benzina sintetica Porsche e-fuel

Nuovi motori F1 dal 2026 con carburanti sintetici

Stop auto diesel e benzina dalla UE 2035

Italia contraria allo stop 2035

→ Cosa ne pensi? Fai un salto sulla discussioni sul FORUM!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

Redazione NEWSAUTO

La squadra di NewsAuto.it si compone di un gruppo di appassionati collaboratori, esperti conoscitori del mondo delle automobili, della tecnica motoristica e del mercato italiano. Le prove delle vetture vengono eseguite da tester collaudatori esperti e piloti. Il nostro team include giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi e operatori video, tutti uniti dalla passione per l'automobilismo e impegnati ad offrire informazioni dettagliate e approfondite sulla vasta gamma di veicoli presenti sul mercato.
Pulsante per tornare all'inizio

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto