BMWEV DrivingFotogalleryNotizie autoX5

BMW iX5 Hydrogen, motore elettrico più idrogeno

La BMW iX5 Hydrogen è la versione ad idrogeno fuel cell del SUV X5, che percorre oltre 500 km con un pieno. Il rifornimento avviene in pochi minuti.

BMW, oltre che sull’elettrico, scommette anche sui motori ad idrogeno fuel cell. Infatti dopo quattro anni di lavoro, il veicolo BMW iX5 Hydrogen e il progetto di sviluppo stanno entrando nella fase critica successiva. L’auto con sistema di celle a combustibile a idrogeno, sviluppa una potenza continua di 125 kW/170 CV ed è stata sviluppata sulla base dell’attuale BMW X5. Il BMW Group acquista le singole celle a combustibile dalla Toyota Motor Corporation.

BMW iX5 Hydrogen SUV ad idrogeno

I sistemi di celle a combustibile ad idrogeno della BMW iX5 Hydrogen generano un’elevata potenza continua di 125 kW/170 CV. Nella cella a combustibile avviene una reazione chimica tra l’idrogeno gassoso dei serbatoi e l’ossigeno dell’aria.

BMW iX5 Hydrogen distributore di idrogeno
BMW iX5 Hydrogen ad idrogeno fuel cell

Mantenere una fornitura costante di entrambi gli elementi alla membrana della cella a combustibile è di fondamentale importanza per l’efficienza del sistema di azionamento.

Oltre agli equivalenti tecnologici delle caratteristiche dei motori a combustione, come gli intercooler, i filtri dell’aria, le centraline ei sensori, il BMW Group ha anche sviluppato speciali componenti a idrogeno per il suo nuovo sistema di celle a combustibile.

BMW iX5 Hydrogen laterale su strada
BMW iX5 Hydrogen su strada

Questi includono, ad esempio, il compressore ad alta velocità con turbina e pompa del liquido di raffreddamento ad alta tensione.

BMW iX5 Hydrogen caratteristiche

Il gruppo propulsore della BMW iX5 Hydrogen sull’asse posteriore si compone di un’unità motrice altamente integrata che utilizza la tecnologia BMW eDrive di quinta generazione elettrica e una batteria di alimentazione con tecnologia agli ioni di litio, sviluppata appositamente per questo veicolo.

BMW iX5 Hydrogen vano motore ad idrogeno fuel cell
Vano motore BMW ad idrogeno fuel cell

Il motore elettrico, la trasmissione e l’elettronica di potenza sono raggruppati insieme in un alloggiamento compatto. La potenza massima è di 295 kW / 401 CV. La potenza elettrica continua del sistema a celle a combustibile invece è di 125 kW/170 CV. Nelle fasi di decelerazione e frenata, il motore funge anche da generatore, restituendo energia a una batteria di potenza.

BMW iX5 Hydrogen autonomia

L’idrogeno necessario per alimentare la cella a combustibile è immagazzinato in due serbatoi da 700 bar realizzati in plastica rinforzata con fibra di carbonio (CFRP) da 6 kg. Insieme, questi contengono quasi sei chilogrammi di idrogeno, sufficienti per dare alla BMW iX5 Hydrogen un’autonomia di 504 km (313 miglia) nel ciclo WLTP.

BMW iX5 Hydrogen rifornimento di idrogeno
Il rifornimento di idrogeno avviene in pochi minuti

Il riempimento dei serbatoi di idrogeno richiede solo dai tre ai quattro minuti, quindi la BMW iX5 Hydrogen può fornire il piacere di guida per il quale BMW è rinomata anche su lunghe distanze, con poche e brevi soste lungo il percorso.

Foto BMW iX5 Hydrogen

Leggi anche,

→  Auto a idrogeno quali sono

Auto a idrogeno a che punto siamo?

Auto ad idrogeno tra evoluzione e perplessità

Mobilità del futuro auto idrogeno

Record autonomia Toyota Mirai 1.000 km

→  Auto a idrogeno Bosch lavora alle celle a combustibile

Notizie ed aggiornamenti su auto ad idrogeno

Visita EV Driving

→ Cosa ne pensi? Fai un salto sulla discussioni sul FORUM!






ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

Pulsante per tornare all'inizio
error: © Contenuti coperti da Copyright

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto