Notizie auto

Autovelox, regolamentazione installazione ed utilizzo per i Comuni

Tarda ad arrivare (da 12 anni) l'attesa regolamentazione sull'uso ed installazione degli autovelox per i comuni. Ennesimo rinvio a fine agosto nonostante il Parlamento abbia chiamato più volte il Ministero dei trasporti a rispondere del ritardo. Il decreto potrebbe mettere fine alle multe selvagge e agli autovelox installati per fare cassa

Sarà la volta buona? O fumata bianca per la tanto attesa regolamentazione sull’uso e installazione degli autovelox sulle strade comunali o provinciali? Bisogna assolutamente dare uno stop agli autovelox selvaggi e un freno alle multe per fare cassa.

In Italia vengono elevate ogni anno circa 2,5 milioni di multe da 8.000 autovelox installati dai Comuni.
Tra l’altro i Comuni italiani avevano già l’obbligo di pubblicare gli incassi delle multe. Nonostante questo obbligo però non li hanno quasi mai pubblicati e il decreto Infrastrutture, a novembre 2021, ha nuovamente rimarcato questo obbligo: multe e obbligo di trasparenzagli enti locali e il Ministero dell’Interno saranno tenuti a rendere pubblici i dati sulle entrate derivante dalle multe, comprese quelle emesse tramite autovelox“.

Quanto incassano i comuni con gli autovelox?

Pochi comuni hanno comunicato i dati delle multe elevate con gli autovelox. Tra questi Roseto Capo Spulico (Cosenza) e Melpignano (Lecce) attraversati dalle statali 106 Jonica e 16 Adriatica, con tratti a doppia carreggiata, quasi autostradali, con poco traffico e limite a 90 km/h difficile da rispettare.
Il Comune di Melpignano ha incassato 4,98 milioni di euro e Roseto 728.000 euro.

Tra l’altro nell’articolo 25 della legge n. 120 2010 inserito nella riforma del Codice della Strada si prescrive che “con decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il Ministro dell’interno, sono definite le modalità di collocazione e uso dei dispositivi o mezzi tecnici di controllo, finalizzati al rilevamento a distanza delle violazioni”.

L’atteso Decreto sugli autovelox da 12 anni

Un provvedimento che, a distanza di 12 anni, ancora non vede la luce, nonostante a partire dal 2016 il Parlamento abbia chiamato più volte il Ministero dei trasporti a rispondere del ritardo.

Il decreto è atteso da ben 12 anni, come evidenziato dal presidente della commissione parlamentare d’inchiesta sulla Tutela dei consumatori, Simone Baldelli, vicepresidente dei deputati azzurri e presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sulla tutela dei consumatori.

Autovelox e multe, penalità se si vuole fare cassa

Proprio lo stesso Baldelli ha affermato che il governo “ci sta lavorando da mesi, anche per mettere fine alla brutta abitudine di molti comuni di usare queste apparecchiature in modo selvaggio, più a scopo di cassa che di sicurezza stradale, ad esempio nascondendole ai lati delle carreggiate”.

Sarà perciò l’approvazione della Conferenza Stato-città-autonomie locali a far sì che i comuni non antepongano il lucro alla sicurezza stradale. Le sanzioni varranno anche per i cosiddetti autovelox selvaggi, dispositivi posti in punti non segnalati.

Autovelox sulle strade comunali utilizzati per fare cassa
L’atteso provvedimento sull’uso ed installazione degli autovelox potrebbe mettere fine alle multe selvagge e agli autovelox installati per fare cassa

Autovelox e multe, tutte le fasi del regolamento atteso

Si discute di questo regolamento dal 2010, anno in cui si è deciso di stilare un provvedimento per impedire di fare cassa attraverso gli autovelox, sacrificando lo scopo primario di questi apparecchi di rilevazione della velocità, ovvero la sicurezza stradale.

Soltanto a dicembre 2021 il viceministro delle Infrastrutture Alessandro Morelli si è pronunciato in merito alla questione, affermando che il decreto sarebbe entrato in vigore a inizio 2022. Da qui sono iniziati vari slittamenti, prima ad aprile, poi a giugno e infine ad agosto, dove del testo ancora non si sa nulla.

Autovelox e multe, cosa prevede il nuovo decreto

Il nuovo decreto eviterà che i comuni utilizzino gli autovelox per fare cassa e cerca di spostare il focus sulla sicurezza stradale.

Le tempistiche sono, ad oggi, fonte di discussioni, dal momento che per realizzare questo piano servirebbe il parere positivo della Conferenza Stato-città-autonomie locali, lento ad arrivare chissà per quali motivi. Sarà il caso di bypassarla?

Potrebbero interessarti anche questi contenuti

👉 Notizie di cronaca

👉 Notizie di incidenti

👉 Incidenti auto elettriche

👉 Notizie di incendi auto

👉 Cosa ne pensi? Fai un salto sul FORUM e Google News tutte le notizie dell’auto

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

COMMENTA CON FACEBOOK

Jacopo Romanelli

Sono Jacopo e da quando sono nato ho un cervello con quattro ruote. Spero di potervi intrattenere tramite la lettura dei miei articoli e cercare di rendervi partecipi di tutto quello che succede nel mondo dei motori

Leggi anche

Back to top button

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto