BMWNotizie auto

Alex Zanardi, come sta oggi?

Migliorano le condizioni di salute di Alex Zanardi. L'atleta ora è in grado di seguire allenamenti fisici e psichici. Sulle condizioni di salute e sul percorso riabilitativo riferisce sua moglie Daniela.

Un anno fa il campione automobilistico e brand ambassador BMW Alessandro Zanardi, Alex per tutti, è rimasto coinvolto in un grave incidente in handbike. Dopo un periodo di ricovero presso il Policlinco Le Scotte di Siena, l’atleta era stato trasferito presso un centro specialistico di neuro-riabilitazione di Villa Beretta a Costa Masnaga, dove sta tuttora affrontando il processo di recupero.

Come sta Zanardi?

In molti si chiedono “come sta Alex Zanardi“? Quando torna a casa? Quando lo rivedremo? La moglie di Alex Zanardi, Daniela, ha rilasciato un’intervista al magazine ufficiale BMW, nella quale riferisce le condizioni di salute di Alex che permettono così di capire le condizioni di salute del grande pilota.

Alex Zanardi, come sta il pilota bolognese
Il pilota e ambassador BMW Alex Zanardi

Daniela Zanardi, sua moglie, riferisce sulle condizioni di salute e sulla riabilitazione

In una intervista la moglie di Alex Zanardi, Daniela Manni, riferisce sulla sua condizione di salute, i progressi nel percorso riabilitativo.

Daniela, come sta Alex oggi?

Daniela Zanardi: “A un anno dall’incidente le condizioni di Alex sono essenzialmente stabili. Al momento è ricoverato in una clinica specializzata, Villa Beretta a Costa Masnaga, dove sta seguendo un programma di riabilitazione. Questo include stimoli multimodali e farmacologici sotto il controllo di medici, fisioterapisti, neuropsicologi e logopedisti per cercare di facilitare il suo recupero.”

È passato diverso tempo dallo scorso aggiornamento sulle condizioni di salute di Alex.

Zanardi: “Abbiamo ricevuto così tanti messaggi di auguri per la sua guarigione, e vorrei cogliere l’occasione per fare un grande ringraziamento, da parte di Alex, per ogni singolo messaggio. Seguendo il consiglio dei medici, questo ci sembrava il momento giusto per dare qualche informazione sul processo di recupero di Alex con questa intervista. Vorrei dire a tutte le persone che pensano e pregano per Alex che lui sta combattendo – come ha sempre fatto. L’affetto che abbiamo ricevuto da amici, fan, conoscenti, atleti e tutte le persone del motorsport nello scorso anno è stato a dir poco commovente e travolgente ed è stato di enorme supporto per noi nell’affrontare tutto questo. In particolare, un ringraziamento speciale va al personale medico.” 

Alex ha fatto progressi dopo l’incidente? Sta migliorando?

Zanardi: “è stato un processo molto complesso che ha richiesto diversi interventi neurochirurgici ed è stato caratterizzato da alcune battute d’arresto. Alex è in una condizione stabile, che significa che è in grado di affrontare un programma di terapia sia neurologico che fisico. Riesce a comunicare con noi, ma non è ancora in grado di parlare. Dopo molto tempo in coma, le corde vocali hanno bisogno di recuperare la loro elasticità. Questo è possibile solo con esercizio e terapia. Ha ancora molta forza nelle braccia e nelle mani e si allena duramente con le attrezzature.” 

Che tempistiche si prevedono per il ritorno a casa?

Zanardi: “Certamente si tratta di una nuova grande sfida. È un percorso molto lungo e al momento non facciamo previsioni su quando potrà tornare a casa. Stiamo mettendo tutte le nostre energie nel recupero di Alex. Per questo motivo abbiamo deciso di utilizzare questa intervista come occasione esclusiva per informare il pubblico sul suo stato di salute. Confidiamo che tutti possano comprendere il dolore di tutti e per il momento ci limiteremo a solo a queste informazioni.

Alex Zanardi, la dinamica dell’incidente cosa è successo

Il 19 giugno 2020, mentre stava disputando una tappa della gara Obiettivo 3, in Toscana, Alex Zanardi ha perso il controllo della propria handbike, andando a impattare contro un camion proveniente dalla direzione opposta. Il pilota è stato subito trasportato d’urgenza in ospedale, dove è stato sottoposto ad un intervento neuro-chirurgico durato tre ore. Le condizioni, apparse subito gravissime, si sono fortunatamente stabilizzate.

Alex Zanardi, chi è?

Alex Zanardi, classe 1966, nasce a Bologna. A quattordici anni riceve il suo primo kart e da lì si appassiona da subito ai motori, fino ad arrivare a correre in Formula 1. Il 15 settembre 2001, la vita gli pone davanti la sua prima grande e tragica sfida; durante una corsa in Germania, Zanardi perse improvvisamente il controllo della vettura, che si posizionò di traverso in mezzo alla pista. Alex Tagliani, che in quel momento stava sopraggiungendo, non riuscì ad evitare la vettura di Zanardi e l’impatto fu violentissimo, tanto da spezzare il due la vettura del bolognese. Alex perse entrambe le gambe nell’incidente e dopo sedici operazioni, miracolosamente, riesce a salvarsi.

Da quel giorno diventa un simbolo internazionale di forza e grinta nel mondo dello sport. Con la sua determinazione diventa un pilota di handbike, disciplina nella quale vince sedici ori, sette argenti e un bronzo, di cui sei di queste medaglie alle Paralimpiadi.

👉 Incidente Alex Zanardi cosa è successo in quella curva
👉 Le cause dell’incidente di Alex Zanardi
👉 Tutte le notizie che parlano di Alex Zanardi

💥 Avviso: per restare aggiornato e ricevere le ultime news sulla tua mail iscriviti alla newsletter automatica di Newsauto QUI.
👉 Cosa ne pensi? Fai un salto sul FORUM!


COMMENTA CON FACEBOOK

Jacopo Romanelli

Sono Jacopo e da quando sono nato in testa ho solo automobili, cinema e videogiochi. Spero nel mio piccolo di potervi intrattenere tramite la lettura dei miei articoli e cercare di rendervi partecipi di tutto quello che mi capita!
Back to top button

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto