GUIDE CONSIGLINotizie auto

Nessuna multa al conducente che mostra la polizza digitale sullo smartphone

In caso di controllo delle Forze dell'Ordine il conducente deve esibire copia del certificato assicurativo ma può farlo in diversi modi sia in versione cartacea sia in forma digitale. In caso di mancata esibizione la multa supera le 800 euro.

Tutti sanno che per circolare sulle strade pubbliche in regola con l’auto è necessario sottoscrivere la polizza Rc, attivando la copertura assicurativa e non avere sorprese in un normale controllo di routine delle Forze dell’Ordine. La legge è chiara e impone, a chi circola con veicoli a motore sulle strade pubbliche, di sottoscrivere una polizza auto, un contratto in grado di offrire un’adeguata copertura al proprietario e al conducente laddove si parla di responsabilità per eventuali danni causati a terzi.

COSA E’ OBBLIGATORIO ESIBIRE Visto che tempo le assicurazioni non forniscono neanche più il tagliando cartaceo assicurativo (è stato abolito nel 2015) cosa è obbligatorio esibire ad un controllo su strada nel caso in cui si è fermati? Solitamente le Forze dell’Ordine sono in grado di collegarsi telematicamente alla banca dati del Ministero dal quale controllare l’effettiva copertura della polizza assicurativa. Quando questo non è possibile le F.d.O. possono richiedere copia del certificato assicurativo: in caso di richiesta di esibire il certificato di assicurazione Rc auto, è possibile rispondere mostrando sia il documento in formato cartaceo o anche quello in formato digitale.

Il certificato di assicurazione può essere esibito anche in versione digitale dallo smartphone
Il certificato di assicurazione può essere esibito anche in versione digitale dallo smartphone

Attenzione, non è solo importante che la posizione assicurativa sia attiva sull’auto ma al conducente della vettura, in alcuni casi, può essere richiesto di esibire il certificato assicurativo valido e può farlo anche con un cellulare mostrando la versione digitale del PDF che l’assicurazione invia all’intestatario della polizza.

Multa fino a 867€ per mancata esibizione certificato assicurativo

MULTA Se a bordo dell’auto non abbiamo questo certificato assicurativo può scattare la sanzione, con la contestazione per violazione dell’articolo 180 CDS c.1 e c.7, ovverto per non aver esibito copia del contratto assicurativo valido (mancanza momentanea di documenti): si è passibili di una multa di 85,50€, sanzione che diventa 42€ in misura ridotta se pagata entro i 60 gg ed ulteriore riduzione del 30% se pagata entro i 5 gg a 29,40.
Il documento va comunque esibito successivamente entro max 30 giorni altrimenti scatta una seconda sanzione ben più pesante per violazione CDS art. 180 c8: 867,00€ per inottemperanza all’invito di presentare documenti o fornire informazioni (diventano 301,70 se pagata entro 5 gg e 431€ entro i 60 gg).

In tema di copertura assicurativa per saperne di più puoi vedere cosa copre un’assicurazione auto e quanto costa l’assicurazione per la tua auto.

CONSIGLIO Se sei arrivato qui in fondo avrai capito che puoi mostrare la validità della polizza auto anche dal tuo cellulare per non essere multato. Ricorda anche che potresti trovarti in una situazione di cellulare scarico o rete dati non disponibile nella zona del controllo per cui una bella stampata della ricevuta del pagamento e contratto dell’assicurazione che attesta la validità è sempre consigliato: carta canta!
Puoi controllare la validità dell’assicurazione sia on line o verificarne la scadenza anche tramite APP.

Nessuna multa anche per chi esibisce una stampa non originale del certificato, lo conferma la sentenza del Giudice di Pace

In caso di controlli da parte delle forze dell’ordine chi mostra la polizza Rc auto direttamente dal cellulare, grazie al certificato digitalizzato, non è passibile di alcuna multa.

A stabilirlo sono i dettagli contenuti nella sentenza n. 168/2018, emessa dal Giudice di Pace di Pontremoli, che per primo si è pronunciato considerando un tema così specifico a fronte di un ricorso. Galeotta fu una sanzione comminata dai Carabinieri, che imputarono ad un conducente la violazione dell’art. 180, commi 1 lettera D e 7 lettera 10, del Codice della Strada, in quanto lo stesso fu fermato a bordo della sua auto “sprovvisto del prescritto certificato di assicurazione obbligatoria RCA”.

Per dimostrare d’essere in regola con la sottoscrizione della polizza auto, il conducente si offrì di mostrare la copia digitale del certificato assicurativo direttamente dal proprio smartphone. A nulla valse la proposta, che le forze dell’ordine non considerarono scegliendo di redigere il verbale e sanzionare il malcapitato.

Decidendo di contestare l’ordinanza d’ingiunzione della Prefettura il conducente passo alle vie di fatto appellandosi al Giudice di Pace. Giudice che accolse l’istanza del conducente a fronte della circolare del Ministero dell’Interno – Direzione Centrale per la Polizia Stradale (Prot. n. 300/A/5931/16/106/15) del 1 settembre 2016, che ritiene lecito esibire in caso di controllo da parte delle autorità anche un certificato in formato digitale, oppure una stampa non originale del formato digitale.

Commenta

Tags

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Back to top button
Close