EV DrivingNotizie autoVideo

Ricarica rapida batteria auto elettrica con scambio by Nio

Ricaricare rapidamente un'auto elettrica a velocità fotonica è possibile! Con lo "scambio" della batteria fai il pieno di 70kWh in 3 minuti. In Cina è realtà presso le 130 stazioni della NIO dove si pratica lo "battery swap" con la rotazione delle batterie

Le batterie al litio delle auto elettriche per essere ricaricate richiedono comunque un certo tempo più o meno lungo a seconda della capacità della batteria o della infrastruttura di ricarica che abbiamo a disposizione, se carichiamo in AC o DC. Si parla comunque anche nelle stazioni veloci in DC di aspettare un’ora per rabboccare tra 30 e 80 kWh e fare il pieno alla batteria.

stazione battery swap nio power
Stazione NIO per lo scambio rapido della batteria di un’auto elettrica,
3 minuti per fare il pieno

Per un rifornimento più rapido c’è la possibilità di sostituire al volo la batteria, una operazione che richiede molto meno tempo ma per fare questa operazione di “Battery Swap“, l’alloggiamento della batteria sull’auto deve essere progettato ad hoc, con un sistema simile a quello che Fiat aveva fatto vedere per l’elettrica 120.

Battery Swap, cos’è?

Il battery swap è una tecnica di scambio rapido della batteria di un’auto elettrica, che deve essere eseguita in una stazione specifica e con la tecnologia adatta.

Nio (蔚来S, WèiláiP) è una casa automobilistica cinese dal 2014 con sede a Shanghai, specializzata nella progettazione e sviluppo di veicoli elettrici. Aveva presentato il suo sistema di sostituzione della batteria nel 2017 ed aperto la prima stazione pubblica a Shenzen a maggio 2018.

batteria auto elettrica nio suv es8
Sono necessari 3 minuti per fare il pieno all’auto elettrica NIO (70 kWh)

Oggi sono 131 le stazioni in funzione in 58 città cinesi che permettono lo scambio rapido delle batterie sulle auto elettriche NIO: sono stati effettuati 500 mila rotazioni di batteria.

Rotazione, scambio batterie auto sulle auto elettriche NIO in CINA (grafico)
Rotazione, scambio batterie auto sulle auto elettriche NIO in CINA (grafico)

Quanto tempo ci vuole per cambiare una batteria dell’auto elettrica?

Nio ha testato il cambio di batteria sul suo SUV elettrico ES8, impiegando tre minuti, fornendo ai clienti una batteria carica al 100% in tempi record, senza aspettare fin troppo tempo come succede alle classiche colonnine di ricarica.

Il pacco batterie da 70 kWh del SUV Nio ES8, può incamerare 62 miglia di autonomia in 10 minuti da una stazione di ricarica rapida CC (funzionante al suo picco di 90 kW). Nio sta sostituendo la batteria come parte dei servizi principali dell’azienda, tramite la sua unità Nio Power.

Video cambio rapido batteria auto elettrica Nio

Scambio rapido batteria auto elettrica

Lo scambio rapido della batteria con una carica al 100% è un servizio fornito ai soli possessori di un’auto elettrica Nio presso le 131 stazioni sparse per la Cina, ma il governo sta cercando di renderlo disponibile a tutti i modelli di auto elettriche di vari costruttori automobilistici.

Ricambio rapido batteria auto già utilizzato da Tesla e Better Place

Nel 2013 anche l’acclamata Tesla di Elon Musk abbracciò la tecnologia del battery swap. Testata durante il lancio della Model S, impiegò circa 90 secondi per effettuare il cambio della batteria ma la stazione dove effettuare i ricambi delle batterie non fu mai sviluppata a dovere e, tale tecnologia, fu accantonata.

Record al Nurburgring Tesla Model S
Tesla aveva un piano di battery swap anche per la Model S, ma fu subito accantonato

Anche Better Place sviluppò il battery swap, ma il mantenimento dei macchinari si rivelarono troppo costosi e ingombranti per essere installate nel numero di stazioni necessarie per vederlo funzionare su larga scala. Poco dopo è fallita, al contrario di Nio.

Ricarica rapida auto elettrica con scambio batteria, sarà la strada del futuro?

Considerati i rapidissimi tempi di sostituzione di una batteria d’auto elettrica, Nio potrebbe avanzare molto velocemente nel mondo degli EV (Electric Vehicle) dando filo da torcere anche a Tesla stessa che non è riuscita (o non ha voluto) sperimentare a dovere la tecnologia del battery swap.

Il problema principale sono le stazioni di battery swap dove scambiare le batterie. Queste – 131 in totale – sono dislocate lungo il territorio cinese ed operano esclusivamente su vetture Nio.

Per avviare tale tecnologia in tutto il mondo e su ogni auto elettrica, bisognerebbe standardizzare la batteria presente su tutti gli EV e l’occidente boccia questa proposta.

Standardizzare una batteria d’auto elettrica significherebbe rinunciare a qualsiasi possibilità di diversificare e caratterizzare i vari modelli, le prestazioni e il segmento di mercato.

In più l’industria mondiale delle batterie finirebbe per essere monopolizzata dai costruttori asiatici, già attrezzati per produrle su larghissima scala, asso nella manica vincente da parte di Nio, che ha costruito oltre 130 stazioni ed altre saranno presto installate – sempre in Cina – visto il successo del battery swap.

Questa soluzione per fare il pieno in un’auto elettrica molto rapidamente con lo scambio della batteria non è una cattiva idea visto le batterie potrebbero essere ricaricate da un impianto fotovoltaico installato nei pressi della stazione dove operare lo scambio delle batterie. In questo caso non si avrebbe mai il problema dell’invecchiamento della batteria al litio visto che sono di “rotazione”.

Come si ricarica un’auto elettrica con la corrente

👉 Come ricaricare l’auto elettrica nel condominio

👉 Consulta la sezione EV Driving di Newsauto.it

💥 Avviso: per restare aggiornato e ricevere le ultime news sulla tua mail iscriviti alla newsletter automatica di Newsauto QUI

👉 Lascia un commento sul nostro FORUM!

Commenta

Tags

Raffaello Caruso

Mi presento: sono Raffaello Caruso, classe '94 di Catanzaro studente presso l'Università degli Studi "L'Orientale" di Napoli, e da sempre sono un grande appassionato di motori. Coltivo questa grande passione dall'età di 3 anni grazie a mio padre che da sempre mi ha istruito nel "culto dei motori" e, sempre grazie a lui, all'età di 8 anni ho partecipato in maniera agonistica a diverse competizioni di GoKart. Seguo assiduamente ogni competizione motoristica a quattro ruote, soprattutto la F1 di cui sono grande appassionato.
Back to top button
Close