BugattiFotogalleryVideo

Bugatti 110 anni, oltre 30.000 CV nel tour celebrativo [foto e video]

In occasione dei 110 anni di Bugatti da Milano è partito il Grand Tour a cui hanno partecipato 23 hypercar tra Veyron e Chiron e che è terminato davanti alla fabbrica Bugatti di Molsheim in Francia

La Bugatti quest’anno festeggia 110 anni, un traguardo prestigioso celebrato attraverso un Grand Tour di 6 giorni partito da Milano il 2 settembre e conclusosi domenica 8 presso la fabbrica Bugatti di Molsheim in Francia.

Al tour hanno partecipato 23 supercar, tra Veyron e Chiron, provenienti da tutto il mondo, dalla Russia al Middle East, dalla Corea alla Svizzera. Tra queste c’erano la versione celebrativa del compleanno Bugatti ovvero la Centodieci (prodotta in soli 20 esemplari) e la prima Chiron importata negli States con un abbinamento di colori Giallo oro/Nero davvero unico.

Bugatti Chiron Giallo oro/Nero arrivo del Gran Tour a Montecarlo
Prima Bugatti Chiron importa negli USA nei colori Giallo oro/Nero

Grand Tour Bugatti 100 anni, percorso

Il tour ha seguito un percorso simbolico perché è partito dal capoluogo lombardo, ovvero nella città natale del fondatore Ettore Bugatti che nel 1909 fondò la Casa che porta il suo nome. Poi è proseguito per il Principato di Monaco dove il pilota Louis Chiron (dal quale riprende il nome la hypercar Chiron) vinse il GP nel 1929 a bordo di una Bugatti Type 35 ed è terminato dinanzi alla fabbrica francese di Molsheim, dove ha sede la casa automobilistica.

Le hypercar Bugatti il 2 settembre si sono ritrovate davanti al Palazzo del Senato di Milano. Al via c’era una quantità di cavalli mostruosa, ovvero quasi 30.000.

Da Milano il convoglio si è diretto in direzione del Principato, passando per i territori del Monferrato e delle Langhe. Dal Principato le hypercar Bugatti si sono dirette verso Aix-en-Provence attraverso il massiccio del Luberon.

Carovana Bugatti partecipanti al Gran Tour per i 110 anni
La carovana della Bugatti nei territori delle Langhe piemontesi

Bugatti e l’aviazione

Nel terzo giorno di tour i protagonisti hanno fatto visita agli hangar Patrouille de France, dove c’è la pattuglia acrobatica francese, l’equivalente delle frecce tricolori italiane.

Anche questa tappa non è stata casuale perché Ettore Bugatti amava il volo e nel 1938 costruì il mono motore a 4 eliche 100P, che partecipò a diverse gare guadagnandosi l’appellativo di aereo più veloce del mondo, grazie agli oltre 800 CV del suo motore. Questo progetto però fu abbandonato nel 1940 per il timore che venisse scoperto e realizzato dai militari tedeschi.

Pattuglia acrobatica francese nell'hangar Patrouille de France
Pattuglia acrobatica francese nell’hangar Patrouille de France

Dall’hangar Patrouille de France il Grand Tour Bugatti è ripartito verso Beaune, da dove è partita l’ultima tappa in direzione di Parigi e della fabbrica di Molsheim.

FOTO Bugatti Grand Tour 110 anni

VIDEO Bugatti Grand Tour 110 anni

Over 2000km and many hours on the road later, our Grand Tour convoy of Chirons and Veyrons have arrived home in Molsheim, France. Just in time for our 110 ans celebration, La Grand Fête. Vive la marque!

Pubblicato da Bugatti su Sabato 7 settembre 2019

Annunci auto usate BUGATTI

Avviso: per restare aggiornato e ricevere le ultime news sulla tua mail iscriviti alla newsletter automatica di Newsauto QUI

Gruppo Telegram di newsauto.it

Commenta

Tags

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Close
Close