PistaVideoVolkswagen

Record Volkswagen ID.R Nurburgring, simulazione al computer per vincere

La Volkswagen per battere il record al Nurburgring ha fatto prima delle simulazioni di funzionamento al computer, creando un gemello virtuale dell’ID.R utilizzando la tecnologia Ansys

Che cosa c’è dietro al record del Nurburgring della Volkswagen? La ID. R ha appena conquistato il record per auto elettriche, con il tempo di 6’05″336. Si tratta di un risultato straordinario per un modello che rappresenta la transizione tecnologia in atto nel Gruppo Volkswagen e che l’anno scorso ha stabilito il record sulla salita della Pikes Peak.

Per prepararsi a centrare l’obiettivo la Volkswagen ha lavorato sull’aerodinamica della ID. R ed ha svolto anche parecchi test in pista ed al simulatore.

Simulazione al computer per conquistare il record del Nurburgring

SFIDA IMPEGANTIVA In particolare la casa tedesca ha effettuato una simulazione di funzionamento, utilizzando la tecnologia ANSYS. Per battere il record Volkswagen Motorsports ha dovuto affrontare una grande sfida tecnologica. Il Nurburgring è uno fra i circuiti più impegnativi del mondo.

Record Volkswagen ID.R Nurburgring
Volkswagen ID.R ha fatto segnare il record del Nurburgring per auto elettriche in 6:05.336 min

Le strette curve e i saliscendi che presenti sui 20.832 metri del circuito impongono accelerazioni e frenate estreme, causa di fluttuazioni termiche che potevano mettere a dura prova le batterie dell’auto, creando differenze di temperatura che avrebbero potuto portare allo spegnimento. Altrettanto impegnativi i diversi tratti percorsi alla massima velocità, sia per le batterie sia per la gestione della temperatura.

Per superare questi ostacoli gli ingegneri di Volkswagen Motorsports hanno utilizzato ANSYS Fluids per valutare l’efficienza di diversi nuovi dispositivi di raffreddamento delle batterie che non compromettessero l’aerodinamica del veicolo.

Record Volkswagen ID.R Nurburgring
Volkswagen per ottenere il record del Nurburgring ha effettuato delle simulazioni di funzionamento

GEMELLO DIGITALE Gli ingegneri hanno inoltre utilizzato la tecnologia ANSYS per creare un gemello digitale in grado di replicare virtualmente le performance dell’auto in quel circuito, arrivando a dimostrare che le batterie avrebbero potuto svolgere il loro compito e muovere il mezzo per il tempo necessario.

Grazie alle soluzioni di simulazione ANSYS gli ingegneri hanno potuto eliminare il lungo e costoso processo di “trial and error” tipico di un prototipo fisico.

Record Volkswagen ID.R Nurburgring
Volkswagen ha creato un gemello virtuale della ID. R per testare la funzionalità delle batterie al Nurburgring

VIDEO on board Volkswagen ID. R record Nürburgring!

Classifica assoluta record AUTO DI SERIE al Nurburgring

Commenta

Tags

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Back to top button
Close