FotogalleryKiaPRIMO CONTATTOSportageVideo

Kia Sportage 2019, prova su strada nuovo modello

Nuova Kia Sportage 2019, il modello di maggior successo della gamma Kia. La prova su strada della versione benzina più potente da 177 CV e 265 Nm di coppia

MOTORE
1.6 T-gdi
CAVALLI
177
Velocità Max.
201 km/h
PESO / POTENZA
8,82 Kg/CV

KIA SPORTAGE 2019 – Abbiamo provato il nuovo Kia Sportage 2019, si tratta più precisamente del restyling della quarta generazione che arriva, come da tradizione Kia, a due anni dal lancio. Una bella rinfrescata che ha interessato il design esterno ed interno e le nuove dotazioni tecnologiche di infotainment e sicurezza.

Ma la novità più grande si trova sotto al cofano con l’introduzione di nuovo motore 2.0 diesel che porta al debutto la tecnologia Mild-Hybrid diesel 48 volt. Nuovi anche gli altri motori che sono stati aggiornati alle future e più ristrettive norme sulle emissioni Euro 6d-Temp.

Sportage è il modello di punta per Kia, un SUV molto apprezzato dagli automobilisti europei, considerando gli oltre 131.000 esemplari di Sportage venduti in Europa (dato che da solo rappresenta un quarto delle vendite totali europee del marchio). È significativo pensare che, a livello globale, nel corso del 2017 ogni 69 secondi è stato venduto un nuovo Sportage.Kia_Sportage 2019 GT Line, vista di profilo

Kia Sportage 2019 | COME VA

La nostra prova per capire come va la nuova Kia Sportage 2019 si è svolta nella “giungla urbana” di Milano attraverso la quale abbiamo appurato che questo SUV è a suo agio anche tra il traffico di una città caotica, a bordo della versione benzina equipaggiata con il 1.6 T-GDI (Turbo Gasoline Direct Injection) da 177 CV e 265 Nm di coppia, disponibile da 1,500 a 4,500 giri/min, associato al cambio automatico DCT a 7 marce ed alla trazione integrale AWD.

Una volta saliti a bordo colpisce maggiormente l’elevato grado di confort che si respira. Immediatamente ho cercato la mia posizione di guida ideale, aiutato dai comandi di regolazione elettronica (di serie sulla versione top di gamma GT Line). Regolare i sedili è possibile anche su quelli posteriori, dove si può modificare l’inclinazione dello schienale.
Dopo le operazioni preliminari ed aver familiarizzato con i sistemi di infotainment, con uno nuovo schermo da 8 pollici “frameless” (elegantemente senza cornice), iniziamo la prova uscendo da un parcheggio angusto dove è stata provvidenziale la telecamera posteriore con visione a 180°: oltre a visualizzare ciò che sta dietro il display fornisce un’immagine dell’auto vista dall’alto.

Il primo tratto di strada è stato quello affrontato nel traffico, caratterizzato da una serie infinita di semafori! Ottima situazione per apprezzare le doti del cambio automatico e del sistema ISG (Idle Stop&Go), che in questo frangente hanno mostrato tutta la loro utilità. Kia_Sportage 2019 GT Line, vista frontale

Appena usciti dal tratto urbano ecco un bel tratto di strada libera davanti ai miei occhi e dunque mi si è presentata su un piatto d’argento l’occasione migliore per provare l’allungo del 1.6 benzina turbo.
E devo dire che il motore ha risposto bene utilizzando il cambio nella modalità automatica sequenziale.

Lo scatto è stato abbastanza buono, considerando il fatto che parliamo di un SUV 4×4. Poi un bel tratto autostradale di circa 4 km per apprezzare ancora confort e motore che mi ha portato verso la conclusione della prova. In questo primo breve contatto ho avuto la netta sensazione di avere fra le mani un’auto dal potenziale enorme ed allo stesso tempo l’amaro in bocca per non averle saggiate fino in fondo.Kia_Sportage 2019 GT Line, vista laterale

Kia Sportage 2019 | COM’È

La Kia Sportage ha fatto la sua prima apparizione nel 1993 sotto forma di concept al Salone di Tokyo dello stesso anno. La prima serie fu presentata nel 1996 e nel 2005 fu sostituita dalla seconda. La sua storia fu caratterizzata da un’evoluzione stilistica continua, che l’ha portata a farsi largo nel segmento dei SUV soprattutto grazie alla terza generazione, arrivata sul mercato nel 2010. Questo modello il Italia dal 2001 al 2015 ha venduto 55.000 unità.

Kia con la quarta ha introdotto ancora una nuova identità stilistica che in questo restyling è stata nuovamente aggiornata. L’evoluzione estetica della quarta generazione di Sportage è infatti frutto del lavoro condotto dal Centro Stile europeo Kia di Francoforte, in collaborazione con gli altri centri Kia di Namyang in Corea e di Irvine in California. Il risultato è uno Sportage dall’accento ancora più sportivo e dinamico. Le modifiche introdotte si estendono anche ai modelli GT Line. Nel frontale il cambiamento più evidente, grazie a un paraurti anteriore ridisegnato, ai nuovi alloggiamenti per i fendinebbia e agli inserti nero lucido, o cromati, che raccordano la presa d’aria inferiore.

L’evoluzione stilistica non poteva non interessare anche la classica e inconfondibile griglia a naso di tigre, ora disponibile nella versione nera lucida o nera opaca. I nuovi gruppi ottici anteriori full-LED con luci a quattro punti, oltre ai fendinebbia ridisegnati, offrono la massima visibilità di marcia – incrementando la sicurezza – e migliorano la “firma luminosa” del SUV Kia, conferendogli un aspetto ancora più moderno.Kia_Sportage 2019 GT Line, frontale

Al posteriore nuovo Sportage presenta dalle sottili luci che pur mantenendo un andamento orizzontale adesso adottano un nuovo design dei LED a forma di C. Le luci di retromarcia sono integrate nel nuovo paraurti posteriore, rifinito alla base con nuovi dettagli cromati.

Nuovi anche i cerchi in lega da 17 e 19 pollici bicolor e dettagli cromati. Al debutto anche cinque tinte di vernice, comprese inedite tonalità di argento, grigio e blu metallizzato per un look ancora più ricercato e personalizzato.Kia_Sportage 2019 GT Line, vista posteriore

Nelle versioni GT Line, a sottolineare l’intonazione sportiva, una nuova griglia del radiatore con finitura nero lucido, le protezioni sottoscocca nero lucido e metallizzate e nuovi inserti cromati scuri sul paraurti anteriore, sulle fiancate e sul portellone. Rivisti nel design anche gli esclusivi cerchi in lega da 19 pollici (simili a quelli già visti sulla Stinger) che equipaggiano le versioni GT Line, mentre doppi scarichi e fendinebbia LED “ice-cubes” hanno un nuovo design che rafforza ulteriormente l’intonazione sportiva.

Con un coefficiente aerodinamico invariato (0,33), il rinnovato Sportage mantiene anche le sue dimensioni con un passo di 2.670 mm e la lunghezza di 4.485 mm. Invariate anche la larghezza (1.855 mm) e l’altezza (1.635 mm). Il modello GT Line deve la sua lunghezza maggiorata di 10 mm all’esclusivo design del paraurti.Kia_Sportage 2019 GT Line, nuovi cerchi da 19"

Kia Sportage 2019 | INTERNI

Il nuovo Sportage all’interno adotta un nuovo volante e un quadro strumenti aggiornato. Le versioni GT Line hanno in più i sedili in pelle con inediti accostamenti cromatici, tessuti bicolore nero e grigio di serie o pelle nera con cuciture in rosso in opzione.

Fra gli aggiornamenti, rivisto anche il design dei comandi della ventilazione e del climatizzatore con l’adozione di nuove cornici che conferiscono una maggior pulizia ed eleganza alla plancia.Kia_Sportage 2019 GT Line, plancia strumenti

Il passo di 2.670 mm offre un ottimale spazio per l’abitacolo. Lunghezza (4.480 mm), larghezza e altezza (rispettivamente 1.635 mm e 1.855 mm) sono rimaste invariate.
Lo spazio a disposizione va bene anche per una famiglia con l’altezza sopra la testa a 997 e 993 mm, rispettivamente davanti e dietro, mentre lo spazio per le gambe si conferma generoso per la categoria: 1.129 mm anteriormente e 970 mm posteriormente.

I sedili possono disporre di un sistema di riscaldamento a tre stadi e di 10 regolazioni per quello di guida e 8 regolazioni per quello del passeggero. Nella parte posteriore la seduta è rialzata di 30 mm e il pavimento abbassato di 40 mm, per assicurare una posizione confortevole e un ottimale sostegno della schiena. Gli schienali sono regolabili su 17 posizioni (con inclinazione variabile da 23 a 37 gradi).

Il baule di carico varia da 491 litri a 503 litri (a seconda che si scelga la ruota di scorta o il mobility kit), accanto alla praticità del doppio fondo e alla possibilità di ospitare il pannello di copertura nella parte inferiore del bagagliaio.
Sulla nuova versione 1.6 diesel il volume di carico varia da 467 a 480 litri, leggermente ridotto dalla presenza del serbatoio di urea del sistema SCR per la riduzione attiva delle emissioni. Infine, per le versioni 2.0 Ecodynamics+ dotate di sistema mild hybrid la capienza del vano bagagli è di 439 litri.Kia_Sportage 2019 GT Line, sedili anteriori

Kia Sportage 2019 | MILD-HYBRID 48 V

Ma la più grande novità del nuovo Sportage si trova sotto al cofano, dato che è il primo modello Kia ad offrire l’innovativo sistema EcoDynamics + diesel disponibile sulla motorizzazione “R” 2 litri “Eco”. Si tratta di un sistema composto da una batteria a 48 Volt, uno starter/generator e un convertitore DC/DC. Per l’accumulo di energia impiega una batteria compatta agli ioni di litio da 0,44 kWh a 48 Volt.

Lo speciale starter/generator Mild-Hybrid Starter-Generator (MHSG) in grado di fornire coppia in modalità motore, mentre trasforma l’energia cinetica in potenza elettrica quando lavora in modalità generatore. In accelerazione il sistema mild-hybrid fornisce fino a 12 kW di potenza elettrica, riducendo così il carico del motore diesel e le vibrazioni in partenza, oltre a consumi, le emissioni e le vibrazioni.Mild Hybrid KIA Sportage

Nella modalità ‘generatore’, il sistema MHSG recupera energia cinetica durante la decelerazione, la frenata e marcia a velocità costante, mentre nelle normali fasi di marcia fornisce potenza al motore termico, utilizzando l’energia accumulata precedentemente. Il sistema è controllato da una sofisticata centralina elettronica (ECU), che monitora costantemente gli stili di guida regolando i flussi di energia in funzione del livello di carica della batteria, con l’obiettivo di fornire sempre il massimo livello di efficienza possibile.

Grazie alla nuova funzione “Moving Stop & Start”, se la batteria del sistema Mild-Hybrid ha un livello di carica sufficiente, il motore diesel si spegne automaticamente durante le decelerazioni, o in fase di frenata; in questi casi il sistema MHSG provvede a riavviare il motore appena il guidatore preme di nuovo il pedale dell’acceleratore, contribuendo così a efficientare ulteriormente la guida in tutti quei casi in cui non è richiesta la massima potenza.

Compatto, facilmente integrabile e tecnologico. Il sistema Mild-Hybrid diesel è integrabile nell’architettura dei veicoli attuali in modo relativamente semplice. La batteria da 48 Volt trova infatti spazio, a seconda della tipologia del veicolo, sotto il piano del bagagliaio. Una soluzione che non impatta sulla capacità di carico e sull’abitabilità. Inoltre, il sistema MHSG, essendo perfettamente integrato con l’unità principale e azionato direttamente dall’albero motore tramite una cinghia, non richiede alcuna modifica alla disposizione originaria dei componenti nel vano motore.Kia_Sportage 2019 GT Line, info sistema Mild-Hybrid 48 V sul quadro strumenti

La presenza di un convertitore DC/CC permette alla batteria da 48 Volt la totale integrazione con il normale impianto elettrico dell’auto, consentendo anche una significativa riduzione delle dimensioni della normale batteria da 12 Volt dedicata ai sistemi ausiliari di bordo. Fra i vantaggi del sistema Mild-Hybrid MHSG, anche la possibilità di adottare un motorino di avviamento di minori dimensioni; di fatto il sistema a 48 Volt provvede ad avviare il motore nella maggior parte delle condizioni ad esclusione, per esempio, di partenze in condizioni di temperature particolarmente basse.

Il debutto della tecnologia Mild-Hybrid su Sportage consente a Kia di offrire motori diesel più puliti ed efficienti. Le emissioni di CO2 del nuovo propulsore EcoDynamics + si riducono fino al 4% coi nuovi test WLTP (Worldwide Harmonized Light Vehicles Test Procedure) e fino al 7% con i precedenti test di laboratorio NEDC, (New European Driving Cycle). A ridurre ulteriormente le emissioni, la presenza di nuovi filtri SCR (Selective Catalytic Reduction). Questi nuovi filtri sono in grado di abbattere notevolmente le emissioni di NOx garantendo il pieno rispetto delle nuove normative Europee E6D temp.

Su Sportage, il nuovo propulsore EcoDynamics+ 2.0 CRDi è abbinato alla trazione integrale e a una trasmissione automatica a 8 rapporti. Con una potenza di 185 CV e 400 Nm di coppia, le emissioni di CO2 del nuovo propulsore sono pari a 174/185 g/km (dati min/max combinati secondo i test WLTP).Kia_Sportage 2019 GT Line, info sistema Mild-Hybrid 48 V sul quadro strumenti

Kia Sportage 2019 | MOTORI

Sempre sul versante dei motori diesel, che in Italia rappresentano la scelta privilegiata, l’1.7 CRDi è stato sostituito dall’efficiente motore 1.6 CRDi “U3”, il diesel più pulito ed efficiente mai prodotto da Kia. Il nuovo motore, disponibile nelle versioni da 115 o 136 CV, con emissioni nominali combinate secondo i test WLTP, rispettivamente, di 145/157 g/km e 152/165 g/km (valori minimi e massimi).

La nuova motorizzazione 1.6 è disponibile nella versione a trazione anteriore con cambio manuale a 6 rapporti e per la prima volta, per la versione più potente da 136 CV, anche con la trazione integrale AWD e l’apprezzata trasmissione Kia DCT a doppia frizione e 7 marce.

Anche il nuovo motore “U3” è equipaggiato con i filtri SCR (Selective Catalytic Reduction), in grado di abbattere notevolmente le emissioni di NOx e il particolato, garantendo il pieno rispetto delle nuove normative Europee E6D temp.Kia_Sportage 2019 GT Line, vista di profilo

La gamma a benzina rimane invariata e comprende il classico 1.6 GDI da 132 CV e 161 Nm di coppia ed il più prestazionale 1.6 T-GDI (Turbo Gasoline Direct Injection). Quest’ultimo ha 177 CV ed una coppia di 265 Nm disponibile da 1,500 a 4,500 giri/min ed un turbocompressore con valvola wastegate a controllo elettronico.

Entrambi i motori a benzina sono dotati di nuovi filtri antiparticolato per la benzina che riducono ulteriormente le emissioni nocive, garantendo la piena conformità allo standard di emissioni TEMP Euro 6d. Le versioni equipaggiate con il motore T-GDI sono disponibili solo con trazione anteriore e con cambio DCT a 7 marce. Inoltre, l’intera gamma Sportage adesso è equipaggiata con il sistema ISG (Idle Stop&Go) di serie.Kia_Sportage 2019 GT Line, vista laterale sullo sterrato

Kia Sportage 2019 | ASSETTO

Le sospensioni, anche in questa edizione 2018, si confermano a quattro ruote indipendenti e mantengono l’apprezzato schema indipendente. Al retrotreno, nelle versioni a trazione anteriore, le sospensioni sono indipendenti con doppio braccio inferiore. Nel caso delle versioni GT Line le sospensioni hanno caratteristiche specifiche più sportive, che privilegiano la maneggevolezza e la rapidità di risposta senza decadimenti nel comfort generale.

Su Sportage è disponibile il servosterzo elettrico R-MDPS caratterizzato dal motore elettrico montato direttamente sulla cremagliera invece che sul piantone.

L’impianto frenante è equipaggiato con freni a disco ventilati da 305 mm all’avantreno e freni a disco da 302 mm al posteriore. Il freno di stazionamento elettrico dispone dell’automatismo che lo attiva autonomamente quando si spegne il motore.Kia_Sportage 2019 GT Line, vista laterale sullo sterrato

Kia Sportage 2019 | TECNOLOGIA

Nuovo Sportage adotta una serie di sistemi avanzati di assistenza alla guida e di infotainment. Fra le più recenti tecnologie di assistenza alla guida disponibili, Smart Cruise Control con Stop & Go, Around View Monitor per manovre di parcheggio più facili e Driver Attention Warning, per contrastare la fatica e la disattenzione al volante.

Già in linea con i più avanzati standard di prova di Euro NCAP nel settore “Safety Assist”, Sportage dispone di tutti i sistemi più avanzati per la prevenzione degli incidenti e la riduzione delle loro conseguenze. Il Kia Vehicle Stability Management (VSM) fa parte della dotazione di serie per tenere sotto controllo la stabilità in frenata e in curva affiancando le funzioni dell’ESC (Electronic Stability Control) e del servosterzo elettrico per intervenire in caso di necessità e permettere al guidatore di mantenere il perfetto controllo del veicolo in qualsiasi circostanza.Kia Sportage 2019 immagini telecamera posteriore 180°

Inoltre, a seconda delle versioni, sullo Sportage abbiamo i seguenti equipaggiamenti di sicurezza:

FCA (Forward Collision Assistant), Sistema di assistenza alla frenata d’emergenza con rilevamento pedoni;
SCC (Smart Cruise Control con Stop & Go), Cruise Control Adattivo con funzione Stop&Go solo per DCT7/AT8;
LDWS (Lane Departure Warning System), che segnala l’attraversamento involontario delle linee di demarcazione delle corsie senza attivare gli indicatori di direzione;
LKS (Lane Keeping System), Sistema di avviso e correzione superamento carreggiata;
DAW (Drive Attention warning),Sistema di rilevamento stanchezza del conducente;
HBA (High Beam Assist), Regolazione automatica fari abbaglianti;
ISLW (Information Speed Limit Warning), che indica i limiti di velocità in vigore lungo il percorso;
BCW (Blind Collision Warning), Monitoraggio angolo cieco e dei veicoli in avvicinamento in retromarcia;
Nell’equipaggiamento di serie figurano gli airbag frontali, laterali e a tendina per la protezione integrale degli occupanti.

Kia_Sportage 2019 GT Line, vista laterale

Kia Sportage 2019 | INFOTAINMENT

Su questo nuovo modello abbiamo anche novità che riguardono l’infotainment. L’ultima evoluzione del sistema Kia AVN (Audio-Visual Navigation) si presenta con un’estetica moderna al centro della plancia e dispone a scelta di schermi touch screen da 7 pollici. In alternativa è possibile optare per il nuovo schermo da 8 pollici “frameless”, elegantemente senza cornice e con l’integrazione del sistema radio digitale DAB e della telecamera posteriore con l’indicazione degli ingombri in manovra. È disponibile inoltre di serie, per la prima volta, già a partire dalla versione base, la Radio touchscreen da 7’’ con sistemi di mirroring Apple Car Play ed Android Auto con retrocamera con linee guida dinamiche e DAB.

A integrazione del sistema di navigazione è presente l’esclusivo Kia Connected Services con il quale si ha la disponibilità di una serie di informazioni importanti per la guida fornite attraverso il circuito TomTom; ciò riguarda dati aggiornati sul traffico, previsioni meteo e indicazioni della presenza di controlli di velocità.

Novità per il 2018, il sistema Kia Connected Services nella versione aggiornata mostra ora anche il prezzo del carburante nelle stazioni di servizio, oltre alla posizione e alla disponibilità in tempo reale dei parcheggi. Sportage è dotato di un sistema audio a 6 altoparlanti da 160 watt. Per gli appassionati del sound di alta qualità, a richiesta è disponibile un sistema a 8 altoparlanti JBL, con 320 Watt, amplificatore separato e tecnologia di ottimizzazione del suono Clari-Fi. Su Sportage è anche disponibile il portellone ad attivazione elettrica Smart Power Tail Gate.Kia_Sportage 2019 GT Line, plancia strumenti

Kia Sportage 2019 | PREZZI

La nuova Kia Sportage 2019 è già disponibile in concessionaria da settembre con un listino prezzi che parte da 24.500. La gamma si compone di tre versioni: Business Class da 24.500 euro, Energy da 27.000 e GT Line da 32.500.

La nuova motorizzazione Mild-Hybrid 48 V è disponibile solo per gli allestimenti Energy e GT Line. Come tutta la gamma Kia, Sportage è coperto dalla garanzia estesa Kia 7anni/150.000 km.Kia Sportage 2019 prezziKia Sportage 2019 GT Line, primo contatto con Marco Savo

ANNUNCI USATO SPORTAGE – LISTINO PREZZI SPORTAGE

POSITIVO

Auto dal potenziale enorme
Frenata pronta anche negli spazi stretti
Design accattivante dei cerchi da 19"
Telecamera posteriore con vista 180°

NEGATIVO

Rispetto ai competitor manca un quadro strumenti completamente digitale
Non aver provato il 4×4
Tags

Marco Savo

Classe 1983, giornalista, grandissimo appassionato di motori e calcio... !
Close