Seat

Seat novità al Salone di Francoforte

Luca de Meo, Presidente della Seat, ha svelato ai media le principali novità dell’imminente Salone dell’Automobile IAA nel corso di una conferenza stampa sul web. Per questa occasione così speciale, la Arona e la Leon Cupra R sono protagoniste della prima giornata del salone con una presentazione del tutto particolare. Martedì 12 settembre alle 12.15, ad aprire la conferenza stampa della Seat è il Presidente Luca de Meo, che presenta i dati dell’Azienda, la nuova Arona, la Leon Cupra R, Alexa, e annuncia al pubblico i nomi finalisti per il nuovo SUV di grandi dimensioni.
La Seat sta vivendo un momento storico particolarmente positivo. Negli ultimi quattro anni, infatti, la Casa spagnola ha registrato una crescita del 30%, con quasi 410.000 unità vendute lo scorso anno e un utile operativo di 143 milioni di Euro, il miglior risultato di sempre. Nei primi otto mesi del 2017, la Seat ha venduto oltre 310.000 vetture, segnando un aumento di oltre il 13% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Si tratta del miglior risultato registrato dal 2001.
L’aumento delle vendite nel 2017 si riflette nei risultati finanziari del primo semestre: gli utili operativi sono aumentati del 40,9% rispetto allo stesso periodo del 2016, segnando la cifra record di 130 milioni di Euro. Nel contempo, il volume d’affari è cresciuto del 12,7%, toccando 5.054 milioni di Euro sempre nel primo semestre dell’anno.

Salone di Francoforte IAA 2017 | SEAT Leon CUPRA R  La nuova Seat Leon Cupra R attira senza dubbio l’attenzione dei visitatori dello stand del Marchio spagnolo all’IAA 2017. La versione stradale più potente nella storia della Seat sarà anche più esclusiva: viene infatti prodotta in edizione limitata, in soli 799 esemplari. La nuova Seat Leon Cupra R è disponibile con cambio sei rapporti e trazione anteriore in versione manuale (310 CV) e DSG (300 CV). La carrozzeria presenta particolari distintivi quali gli esclusivi dettagli in fibra di carbonio sugli spoiler anteriore e posteriore, sulle minigonne laterali e sul diffusore posteriore, specchietti esterni in rame, così come i cerchi, con i passaruota e il frontale caratterizzati da un nuovo design più imponente intorno alle prese d’aria. La Seat Leon Cupra R sarà disponibile alla fine del 2017, e i fortunati 799 proprietari avranno il piacere di viaggiare a bordo di un abitacolo anch’esso in fibra di carbonio e rame, con volante e leva del cambio rivestiti in Alcantara. Tre i colori disponibili: Nero Midnight, Grigio Pirenei (entrambi disponibili senza sovrapprezzo) e l’esclusivo Grigio Matte. La nuova Leon Cupra R sfoggia alcuni nuovi dettagli. Sull’asse anteriore spiccano la campanatura modificata e la regolazione adattiva dell’assetto (DCC), senza dimenticare i freni Brembo. Sfoggia anche un nuovo impianto di scarico. Il risultato è un modello più sportivo, ma soprattutto unico e ineguagliabile, in esclusiva per i 799 guidatori più esigenti del Marchio.

Salone di Francoforte IAA 2017 | SEAT ARONA  Con la nuova Arona, la Seat debutta nel segmento dei crossover compatti. Proprio il Salone di Francoforte decreta l’inizio delle vendite del nuovo modello, i cui ordini sono possibili in concomitanza con il debutto della vettura. Le prime consegne sono previste alla fine di novembre mentre, proprio durante la prima giornata stampa del Salone, viene comunicata la gamma di prezzi di partenza della Arona in Germania e Spagna.
Destinata aglia automobilisti alla ricerca di un pizzico di adrenalina in più alla guida, la Arona va ad arricchire la gamma dei SUV della Seat classificandosi al di sotto della Ateca e, seguendo la Ibiza, è la seconda vettura prodotta sulla piattaforma MQB A0. Prodotta esclusivamente a Martorell, la Arona si distingue per il design, l’altezza, la larghezza, le dimensioni da crossover compatto, l’ampia gamma di possibilità di personalizzazione e la tecnologia più avanzata in termini di sicurezza e connettività.
La Arona porta avanti la più importante offensiva di prodotto mai intrapresa dalla Casa spagnola, che finora ha visto protagoniste la Ateca, la nuova versione della Leon e la nuova Ibiza e che, il prossimo anno, verrà completata con l’arrivo del SUV di grandi dimensioni.

Salone di Francoforte IAA 2017 | SEAT AMAZON ALEXA – La Seat è la prima tra tutte le Case automobilistiche in Europa a integrare il servizio vocale interattivo Alexa di Amazon sulle proprie auto, che è disponibile sulla Leon e sulla Ateca entro la fine di quest’anno, per essere poi integrato il prossimo anno sulla Ibiza e sulla Arona. Al Salone dell’Automobile di Francoforte la Seat annuncia l’integrazione del servizio vocale interattivo Alexa di Amazon. Questa collaborazione tra la Seat e Alexa Amazon mira a offrire soluzioni intelligenti, ottimizzando il tempo trascorso dal guidatore a bordo dell’auto.
Con i dispositivi Seat per Alexa, i guidatori possono semplicemente chiedere di trovare la destinazione desiderata, la concessionaria più vicina o un ristorante, tra le tante cose. E il meglio deve ancora venire, perché l’evoluzione e l’integrazione di Alexa all’interno della gamma Seat non sono che all’inizio.

Salone di Francoforte IAA 2017 | NOMI FINALISTI SUV SEAT – La decisione di affidare al pubblico la scelta del nome per il nuovo SUV della Seat ha generato grandi aspettative. L’iniziativa #SEATseekingName ha portato alla selezione di nove proposte in lizza per diventare il nome del futuro terzo SUV del Marchio, che verrà commercializzato nel 2018. Di seguito, i nove nomi (scelti nell’ambito della geografia spagnola e selezionati vagliando le 10.130 proposte ricevute) che hanno la possibilità di diventare uno dei finalisti del 12 settembre: Abrera, Alboran, Aran, Aranda, Avila, Donosti, Tarifa, Tarraco, Teide.

Salone di Francoforte IAA 2017 | SEAT IBIZA METANO  Infine, e non da ultimo, la Seat vuole dimostrare il proprio potenziale con il metano. Sull’onda del successo delle versioni a metano della Leon e della Mii, ora tocca alla Ibiza adottare il gas naturale compresso. A Francoforte viene presentata la nuova Seat Ibiza 1.0 TGI: un’importante dimostrazione della fiducia che la Seat riveste nel metano come carburante pulito ed efficiente. Il metano rappresenta l’alternativa ecologica che funge da ponte tra i propulsori tradizionali e il motore elettrico, coniugando inoltre il meglio dei due mondi, quello del Diesel e quello della benzina, con una riduzione delle emissioni di ossidi di azoto pari all’85% rispetto ai propulsori Diesel e il 25% di emissioni di CO2 in meno rispetto ai propulsori benzina, oltre a eliminare quasi totalmente le emissioni di particolati aerodispersi.
Grazie alla flessibilità assicurata dalla nuova piattaforma modulare MQB A0, la Ibiza 1.0 TGI viene prodotta sulle stesse linee del resto della gamma, ed è quindi sottoposta esattamente agli stessi standard di collaudo (approvazione tecnica, controllo qualità e resistenza) certificati Seat, vantando così tutte le qualità della nuova gamma Ibiza quanto a sicurezza, connettività, design, comfort, precisione e qualità della guida.
La Ibiza 1.0 TGI dispone di tre serbatoi, uno per la benzina e due per il metano: il motore funziona infatti alla perfezione con entrambi i carburanti per un’autonomia totale nel ciclo combinato di quasi 1.200 chilometri (di cui 390 a metano), con emissioni di CO2 durante la marcia a metano di soli 88 g/km. Nessun’altra tecnologia è in grado di eguagliare la Ibiza 1.0 TGI in termini di autonomia; inoltre, rispetto alle vetture elettriche, il guidatore non deve mai preoccuparsi di rimanere senza carburante o con la batteria scarica. Disponibile nell’allestimento Style, la Ibiza 1.0 TGI vanta costi di gestione contenuti grazie al prezzo inferiore del metano e all’efficienza nei consumi garantita dal suo propulsore.

Commenta

Tags

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Close
Close