F1 2015 Gp Bahrain Terza Vittoria Mercedes [Classifiche]

F1 Formula 1 2015 Gp Bahrain ordine d'arrivo. Terza vittoria su 4 gare per la Mercedes ed Hamilton. Secondo posto per Raikkonen, terzo Rosberg e quinta l’altra Ferrari di Vettel.

Social

Parole Chiave

21 aprile, 2015

F1 2015 GP BAHRAIN  STRATEGIA PIRELLICLASSIFICHE 2015 – CALENDARIO F1 2015

Terza vittoria su 4 gare della Mercedes nel mondiale 2015 di Formula 1. Il campione del mondo in carica Lewis Hamilton, dopo i successi in Australia e Cina e le 4 pole position in altrettante qualifiche, in Bahrain cala il tris. Dietro di lui la Ferrari di Kimi Raikkonen, partito quarto ed autore di una gara tutta all’attacco che gli è valso il meritato podio, un risultato che non raggiungeva da ben 25 Gran Premi. Sul terzo gradino del podio l’altra freccia d’argento di Nico Rosberg che a poche tornate dal termine ha dovuto lasciare il passo alla Rossa del finlandese per dei guai ai freni, lo stesso problema, ma in maniera nettamente minore, accusato anche dal vincitore Lewis Hamilton. Per quanto riguarda la gara dell’altro ferrarista, Sebastian Vettel secondo in griglia, da registrare un deludente quinto posto anche dietro alla Williams di Valtteri Bottas. Il tedesco, vincitore in Malesia, ha commesso alcuni errori di guida nella seconda parte di gara, in un particolare frangente è andato lungo rompendo l’ala anteriore, subito dopo aver effettuato il pit-stop. Una beffa perché la rottura del muso l’ha costretto ad una sosta aggiuntiva rispetto alla sua strategia iniziale di gara. La Renault invece, proprio sul rettilineo d’arrivo, ha visto andare in fumo la propria Power Unit montata sulla Red Bull di Daniel Ricciardo, proprio sulla linea del traguardo. Al ridosso della top ten la McLaren-Honda di Fernando Alonso, in crescita ma doppiato dalle Ferrari.

Ordine d’arrivo GP Bahrain Sakhir 2015
1. Lewis Hamilton (Mercedes) 1h 35:05.809
2. Kimi Räikkönen (Ferrari) +3.380
3. Nico Rosberg (Mercedes) +6.033
4. Valtteri Bottas (Williams-Mercedes) +42.957
5. Sebastian Vettel (Ferrari) +43.989
6. Daniel Ricciardo (Red Bull-Renault) +1:01.751
7. Romain Grosjea (Lotus-Mercedes) +1:24.763
8. Sergio Pérez (Force India-Mercedes) 1 giro
9. Daniil Kvyat (Red Bull-Renault) 1 giro
10. Felipe Massa (Williams-Mercedes) 1 giro
11. Fernando Alonso (McLaren-Honda) 1 giro
12. Felipe Nasr (Sauber-Ferrari) 1 giro
13. Nico Hülkenberg (Force India-Mercedes) 1 giro
14. Marcus Ericsson (Sauber-Ferrari) 1 giro
15. Pastor Maldonado (Lotus-Mercedes) 1 giro
16. Will Stevens (Marussia-Ferrari 2 giri
17. Roberto Merhi (Marussia-Ferrari) 3 giri

(Ritirati)
18. Max Verstappen (Toro Rosso-Renault)
19. Carlos Sainz (Toro Rosso-Renault)
20. Jenson Button (McLaren-Honda)

F1 GP BAHRAIN – Le Mercedes dominano anche nella gara in notturna nel Bahrain, nonostante alcuni problemi ai freni. Il campione del mondo Lewis Hamilton è un rullo compressore, ben 3 vittorie su 4 gran premi disputati e 36 successi in carriera in Formula 1. Poker di pole in qualifica, il pilota più forte, al volante della monoposto più performante, attualmente in Formula 1. La Mercedes festeggia anche il terzo posto finale di Nico Rosberg, anche se nel finale il tedesco ha dovuto subire il sorpasso di Kimi Raikkonen a causa appunto di guai ai freni. La Ferrari invece è sempre più seconda forza, in Bahrain passerella d’onore per il finlandese che partito quarto è stato autore di una gara perfetta, con tanto di magistrale gestione delle gomme, che gli è valso il secondo e meritato posto finale. Sebastian Vettel invece, partito secondo al fianco di Hamilton, si è dovuto accontentare di un deludente quinto posto, a causa di un errore di guida che gli ha causato la rottura del muso anteriore ed il conseguente pit-stop per la sostituzione. Incredibile in casa Red Bull con Ricciardo che ha tagliato il traguardo al sesto posto vedendo, allo stesso tempo, andare in fumo la sua Power Unit Renault, proprio sul rettilineo d’arrivo. La McLaren-Honda, infine, continua ad annaspare nelle retrovie: Alonso è terminato undicesimo, doppiato, mentre Jenson Button non ha neanche preso parte alla gara. Dopo il Bahrain il circus della Formula 1 si ferma per tre settimane e tornerà in pista in Europa il 10 maggio a Barcellona, nel Gp di Spagna.

F1 2015 GP BAHRAIN  STRATEGIA PIRELLICLASSIFICHE 2015 – CALENDARIO F1 2015

Tutto su Formula 1

Tutto su mercedes

Seguici su Youtube

Seguici in TV

newsautoTV logo
fiat 500 forever young su newsautoTV