4x4 fuoristrada RacingEV DrivingRacingVideo

Extreme E 2024, piloti, squadre e calendario X Prix

La stagione 2024 di Extreme E parte a febbraio dal deserto dell'Arabia Saudita. I SUV elettrici, che dal 2025 saranno sostituiti da quelli a idrogeno fuel cell, correranno anche in Italia, con la Sardegna che ospita due appuntamenti consecutivi a settembre.

La quarta stagione di Extreme E come di consueto scatta in Arabia Saudita, ma questa volta a Khulais, a nord di Jeddah, su un nuovo tracciato. Le prime sfide del 2024 si svolgono il 17 e 18 febbraio. Extreme E è una competizione automobilistica organizzata sotto l’egida della FIA, in cui gareggiano SUV elettrici da corsa preparati con oltre 550 CV, in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in soli 4 secondi. Questa è anche l’ultima stagione in cui la serie utilizza propulsori elettrici a batteria, prima del passaggio alle auto a celle a combustibile a idrogeno per la stagione 2025

Extreme E 2024 novità

Quest’anno nell’Extreme 2024 ci sono molte novità nel campionato, soprattutto per quanto riguarda i team. Il passaggio imminente all’idrogeno ha visto il numero di vetture in griglia ridursi da dieci a otto per il 2024.

Abt Cupra, Chip Ganassi Racing e il team X44 di Lewis Hamilton hanno tutti abbandonato la serie, così come Carl Cox Motorsport, che ha manifestato l’intenzione di tornare per l’Extreme H nel 2025.

Extreme E 2024
Il 2024 segna l’ultima stagione con i SUV elettrici in gara, che nel 2025 saranno sostituiti da quelli ad idrogeno

Ci sono stati due nuovi ingressi: il team NASCAR guidato da Jimmie Johnson, Legacy Motor Club, e la squadra svizzera SUN Minimeal, gestita dall’ex pilota di Carl Cox Timo Scheider. Tutti i team utilizzano uno dei SUV elettrici Odyssey 21 identici prodotti da Spark Racing Technology. Ogni squadra è composta da un pilota maschile e uno femminile, che condividono una vettura e hanno pari responsabilità di guida.

Format gara Extreme E

Il format di gara dell’Extreme E segue il modello del rallycross. I vincitori delle heat di qualificazione ottengono un punto extra per il campionato. La gara è semplificata con la Redemption Race e la Grand Final, dove i piloti competono per la prima e la seconda metà della classifica.

Format gara Extreme E
Le gare di Extreme E si svolgono in zone remote e nel deserto

Oltre alla competizione, Extreme E promuove l’uso di energia rinnovabile per alimentare le gare e si impegna in progetti di sostenibilità nelle comunità locali. Le gare si svolgono in zone remote per aumentare la consapevolezza sul cambiamento climatico. I team si spostano insieme sulla nave St. Helena, utilizzata anche come paddock “galleggiante” per la ricarica dei SUV elettrici da corsa tramite sistemi fuel cell.

Calendario Extreme E 2024

Il calendario del 2024 inizia in Arabia Saudita e comprende tre X Prix in Europa. La prossima tappa, il 13 e 14 luglio, ha ancora una location da confermare. La Sardegna ospita due eventi consecutivi il 14-15 e il 21-22 settembre, mentre il campionato si concluderà per la prima volta negli Stati Uniti, ad Arizona, a Phoenix, il 23 e 24 novembre. Nella tappa in Sardegna debuttano le vetture a idrogeno, preludio alle future Extreme H, con un test dimostrativo in attesa delle nuove Odyssey alimentate ad idrogeno nelle gare del 2025.

TAPPA EVENTO LOCALITA’ DATA
1 Desert X-Prix  Jeddah, Arabia Saudita 17 febbraio 2024
2 18 febbraio 2024
3 TBC X-Prix  TBD, Europa 13 luglio
4 14 luglio
5 Island X-Prix I Sardegna, Italia 14 settembre
6 15 settembre
7 Island X-Prix II 21 settembre
8 22 settembre
9 Valley X-Prix  Phoenix, Stati Uniti 23 novembre
10 24 novembre
Calendario Extreme E stagione 2024
Calendario 2024 di Extreme E
Calendario 2024 di Extreme E

EXTREME E SARDEGNA dove si corre

La tappa italiana dell’Extreme-E si disputa in Sardegna, per due weekend consecutivi: 14-15 e 21-22 settembre 2024. La competizione dei SUV elettrici si svolge all’interno del poligono militare di Capo Teulada nella parte sud-occidentale dell’isola. Il circuito, lungo 7 km, è stato progettato da Timo Scheider, pilota di Rallycross, e Tiziano Siviero, due volte campione del mondo di rally e co-pilota di Miki Biasion. Si caratterizza per un terreno terroso/sassoso, diverso dai tipici tracciati sabbiosi.

Extreme E Team e piloti 2024

Confermano la loro presenza al via della stagione 2024 il team di Nico Rosberg, RXR, sempre con la stessa squadra vincitrice di ben due titoli, Johann Kristoffersson e Mikaela Kottulinsky, Acciona Carlos Sainz con Laia Sanz e Fraser McConnell, il giamaicano precedentemente in forze in X44, e McLaren che rivoluziona completamente l’equipaggio chiamando Mattias Ekstrom – ex Acciona – e Cristina Gutierrez, ex X44. L’Andretti Altawkilat team ha confermato per la stagione 2024 la sua fiducia a Timmy Hansen e Catie Munnings, e lo stesso fa anche Veloce, che di nuovo schiera Kevin Hansen e Molly Taylor. Infine, JBXE di Jenson Button porta di nuovo in Extreme E Andreas Bakkerud, ma accanto a lui c’è Dania Akeel, pilota saudita specializzata nei rally raid e già vista più volte alla Dakar e nel campionato del mondo di specialità con un SSV. Di recente la Akeel ha corso la Baja Hail al volante di una Toyota ufficiale Overdrive e sarà la prima saudita a far parte della famiglia ExE.

TEAM # PILOTI
E.ON Veloce Racing 5 Kevin Hansen
Molly Taylor
Rosberg X Racing 6 Johan Kristoffersson
Mikaela Åhlin-Kottulinsky
SUN Minimeal XE Team 8 Klara Andersson
Timo Scheider
JBXE 22 Andreas Bakkerud
Dania Akeel
Andretti Altawkilat Extreme E 27 Catie Munnings
Timmy Hansen
Acciona | Sainz XE Team 55 Laia Sanz
Fraser McConnell
Neom McLaren XE 58 Cristina Gutiérrez
Mattias Ekström
Legacy Motor Club 84 Gray Leadbetter
Travis Pastrana
Jimmie Johnson
Team e piloti in gara nel campionato Extreme E 2024

Extreme E in TV

Il campionato Extreme E 2024 è trasmesso in Italia su DAZN e Mediaset. Le qualifiche sono visibili su Sportmediaset.it, DAZN e sui canali social ufficiali di Extreme E, mentre le gare possono essere seguite su Sportmediaset.it, DAZN e sul Canale 20.

Extreme E è una competizione automobilistica elettrica off-road estrema, iniziata nel 2021 con l’obiettivo di sensibilizzare sul cambiamento climatico e sull’impatto ambientale attraverso il motorsport. Ideato dal fondatore della Formula E, Alejandro Agag, il campionato Extreme E ha attirato l’attenzione di team automobilistici e piloti di alto livello provenienti da diverse discipline automobilistiche. Nel 2025 il campionato vedrà al via nuovi SUV alimentati ad idrogeno celle combustili.

I SUV elettrici del campionato Extreme E

Nel campionato Extreme E, tutte le squadre utilizzano lo stesso modello di veicolo chiamato Odyssey 21. L’Odyssey 21 è un SUV elettrico ad alte prestazioni progettato specificamente per affrontare le sfide delle gare off-road estreme. E’ stato sviluppato in collaborazione con la Spark Racing Technology, la stessa azienda che ha progettato i veicoli per il campionato di Formula E. Questo veicolo presenta caratteristiche avanzate per affrontare terreni difficili, come sospensioni regolabili in altezza, pneumatici speciali per fuoristrada e una struttura robusta per resistere agli impatti.

Extreme E SUV elettrici da corsa
Dal 2025 la serie cambia nome in Extreme H, con l’ingresso dei nuovi SUV ad idrogeno

Il veicolo è alimentato da un sistema di propulsione completamente elettrico, che utilizza batterie agli ioni di litio ad alta tensione per fornire la potenza necessaria. L’energia elettrica consente prestazioni eccezionali, senza emissioni di gas di scarico.

  • POTENZA L’Odyssey 21 ha una potenza massima di circa 400 kW, che corrisponde a circa 550 CV. Questa potenza è fornita da un sistema di propulsione elettrico ad alte prestazioni, che permette al veicolo di raggiungere accelerazioni rapide e velocità elevate su terreni difficili.
  • BATTERIA L’Odyssey 21 è equipaggiato con una batteria agli ioni di litio a 800 Volt, che ha una capacità di circa 54 kWh. Questa batteria consente al veicolo di coprire la distanza di una gara off-road senza la necessità di ricariche intermedie. Le squadre devono gestire attentamente l’uso dell’energia durante le gare per ottimizzare le prestazioni e completare la corsa.
    La scelta di una tensione di 800 volt è in linea con le tendenze attuali nell’industria automobilistica elettrica, in cui alcuni produttori stanno adottando sistemi di batterie ad alta tensione per migliorare l’efficienza e la potenza dei veicoli elettrici. La tensione di 800 volt permette una ricarica più veloce della batteria e una maggiore potenza erogata al sistema di propulsione, consentendo al veicolo di raggiungere elevate prestazioni su terreni impegnativi durante le gare off-road.
  • PRESTAZIONI Grazie alla combinazione di potenza e trazione fornita dal sistema elettrico e dai pneumatici fuoristrada, l’Odyssey 21 può raggiungere velocità impressionanti e affrontare terreni difficili come sabbia, fango e rocce.

Extreme E è dedicata esclusivamente ai SUV elettrici prodotti dalla Spark, che si chiamano Odyssey 21. La competizione infatti è nata per accendere i riflettori sulla crisi climatica e focalizzare l’attenzione sui sistemi ecologici di tutto il mondo.

Leggi anche:

Classifiche e notizie Formula E

EV Driving tutto su auto elettriche e ibride

Attività in fuoristrada e 4×4

Se sei appassionato di fuoristrada, trazione integrale ed avventure in fuoristrada non perdere il magazine ELABORARE4x4 elaborare.com/4×4-abbonamento

ELABORARE 4x4 magazine
ELABORARE 4×4 magazine

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

Pulsante per tornare all'inizio

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto