AMGMercedes-BenzNotizie auto

Turbo elettronico Mercedes-AMG, che cos’è, come funziona

Sui futuri motori ad alte prestazioni di Mercedes-AMG verrà utilizzato il turbocompressore a gas di scarico con motore elettrico, messo a punto in collaborazione con Garrett. Elimina il turbo lag ed aiuta a ridurre i consumi e le emissioni di CO2.

Anche Mercedes-AMG guarda con insistenza all’elettrificazione dei suoi motori ad alte prestazioni, con l’obiettivo di ridurre sensibilmente le emissioni di CO2. A tal proposito il marchio di Affalterbach annuncia che la prossima generazione di vetture, verrà introdotto il turbocompressore a gas di scarico con motore elettrico.

Turbo elettronico Mercedes-AMG

Grazie all’esperienza nel motorsport Mercedes-AMG ha sviluppato un turbocompressore a gas di scarico elettrico, che prossimamente debutterà su un modello di serie made in Affalterbach. Questa tecnologia, messa a punto in collaborazione con il partner Garrett Motion, proviene direttamente dal mondo della Formula 1.

Turbo elettronico Mercedes-AMG Garrett
II turbocompressore è associato ad un motore elettrico

Riesce a risolvere il seguente conflitto di obiettivi: un piccolo compressore con tempi di risposta rapidi, ma che raggiunge una potenza di picco relativamente bassa, ed un compressore di grandi dimensioni caratterizzato da un’elevata potenza massima, ma abbinata a ritardi nella risposta.

Turbo elettronico Mercedes-AMG, caratteristiche, come funziona

La caratteristica principale del turbo a gas di scarico elettrico, messo a punto da Mercedes-AMG, è rappresentata da un motore elettrico largo appena quattro centimetri circa, integrato direttamente sull’albero turbina tra la girante della turbina sul lato di scarico e la girante del compressore sul lato di aspirazione. Questo motore elettrico a controllo elettronico aziona la girante del compressore prima che quest’ultimo assorba il flusso dei gas di scarico.

Turbo elettronico Mercedes-AMG, caratteristiche, come funziona
Il motore elettrico è integrato sull’albero turbina ed alimentato da una rete di bordo a 48 volt

Il turbocompressore è alimentato da una rete di bordo a 48 volt e raggiunge regimi fino a 170.000 giri/min, generando così una portata d’aria molto elevata. Compressore, motore elettrico ed elettronica di potenza sono collegati al circuito di raffreddamento del motore a combustione interna, al fine di creare sempre le migliori condizioni possibili in termini di temperatura.

Addio turbo lag, vantaggi turbo elettronico Mercedes-AMG

L’elettrificazione del turbocompressore migliora sensibilmente il tempo di risposta, direttamente a partire dal numero di giri al minimo e lungo l’intera fascia di regime. Il cosiddetto turbo lag, la risposta ritardata di un compressore convenzionale, viene eliminato dal motore elettrico.

Di conseguenza, il motore a combustione interna reagisce ancora più spontaneamente ai comandi del pedale dell’acceleratore; al contempo, l’esperienza di guida nel suo complesso migliora notevolmente in quanto a dinamismo ed agilità. Inoltre, l’elettrificazione del turbocompressore consente di ottenere una coppia più elevata ai bassi regimi del motore, il che incrementa a sua volta l’agilità oltre a ottimizzare le doti di accelerazione da fermo.

vantaggi turbo elettronico Mercedes-AMG
La sovralimentazione elettrica elimina il turbo lag ed aiuta a ridurre i consumi e le emissioni

Anche quando il guidatore rilascia il pedale dell’acceleratore o effettua una frenata, la tecnologia del turbocompressore elettrico è in grado di mantenere sempre invariata la pressione di sovralimentazione, in modo tale da garantire costantemente un comportamento di risposta diretto.

Potrebbero interessarti (anzi te li consiglio!):

👉 Turbo elettronico, com’è fatto e come funziona l’E-Turbo Garrett

💥 Avviso: per restare aggiornato e ricevere le ultime news sulla tua mail iscriviti alla newsletter automatica di Newsauto QUI.
👉 Cosa ne pensi? Fai un salto sul FORUM

Tags

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Back to top button
Close