Notizie autoTesla

Tesla e i problemi delle frenate fantasma, richiamo Model 3 e Y

Tesla sotto inchiesta per i problemi delle frenate improvvise, frenate "fantasma" nella modalità di guida con Autopilot. L'inchiesta NHTSA, gli incidenti mortali ed i richiami Model Y e Model 3

Le Tesla inchiodano improvvisamente ad alta velocità, un problema noto come “frenata fantasma“. La National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA), un ente federale statunitense, in una recente indagine, ha esaminato una serie di denunce che sono state presentate da possessori di Tesla.

Inoltre ha aperto un’indagine sull’incidente del 6 luglio scorso in Florida che ha coinvolto una Tesla Model S del 2015: mentre probabilmente era attivo l’Autopilot, la Tesla ha colpito un camion in sosta.
I due occupanti a bordo della Tesla sono deceduti.

Tesla problemi di frenata

Sono state circa 750 le denunce relative a questo problema tecnico delle frenate improvvise delle Tesla, sebbene non siano stati segnalati incidenti gravi o feriti. L’NHTSA ha chiesto a Tesla maggiori informazioni sul problema. Ad essere incriminati sono stati soprattutto i modelli 3 e Y, circa 416.000 veicoli degli anni modello 2021 e 2022.

“Frenata fantasma” delle Tesla, le indagini sul problema tecnico

All’inizio di maggio, la NHTSA ha inviato a Tesla una lettera in cui ha chiesto alla società di rispondere a domande dettagliate su questi incidenti, richiedendo all’azienda di Elon Musk di inviare un database di informazioni che includesse i dettagli su ciascuno degli incidenti segnalati, compresa la data di costruzione delle auto, quando è stato aggiornato il loro software e informazioni su eventuali reclami dei clienti, incidenti o azioni legali relative a questi veicoli, oltre a dozzine di altre informazioni. 

Frenata fantasma segnalata da più di 750 clienti Tesla - Problemi Tesla freni e richiami Model Y e Model 3
Frenata fantasma segnalata da più di 750 clienti Tesla – Problemi Tesla freni e richiami Model Y e Model 3

Tesla, l’ultimatum delle autorità

La lettera è stata resa pubblica solo di recente e Tesla ha ricevuto l’ultimatum al 20 giugno per rispondere alle domande relative al problema delle frenate improvvise e la NHTSA potrebbe multare la società di 24.423 dollari al giorno se non dovesse rispondere. 

Tesla, che non ha più un dipartimento per le relazioni con i media a causa dei recenti tagli del personale, non ha rilasciato alcuna dichiarazione al pubblico. In precedenza, l’azienda aveva affermato che i suoi sistemi di frenata assistita funzionassero normalmente. Non si conoscono aggiornamenti su questa vicenda.

KBA, richiamo Tesla Model Y e Model 3

La KBA il 29 giugno ha emesso un avviso in cui si parla anche di un difetto che potrebbe generare un guasto dell’eCall, il dispositivo SOS per contattare i soccorsi in caso di incidente grave. Sono 59.129 i veicoli interessati a livello globale venduti in Germania ed Europa. Tesla è in grado di effettuare un aggiornamento del software da remoto per eliminare il problema.

Tesla incidenti

Tesla è l’auto a guida autonoma ad essere più coinvolta in incidenti, con 273 casi, seguita da Honda con 90 casi, la maggior parte avvenuti in California.

Potrebbero interessarti anche questi contenuti

👉 Auto elettriche da comprare selezionate e provate
👉 Prezzi e caratteristiche auto elettriche
👉 Prezzi e caratteristiche auto ibride

👉 Video prove AUTO ELETTRICHE

👉 Quanto costa ricaricare l’auto elettrica
👉 Tutto sulla ricarica delle auto elettriche
👉 Tariffe ricarica auto elettriche

👉 Colonnine auto elettriche in autostrada
👉 ultime notizie batterie agli ioni di litio

Le prove di auto elettriche nuove!

👉 EV Driving tutto su auto elettriche e ibride

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

COMMENTA CON FACEBOOK

Jacopo Romanelli

Sono Jacopo e da quando sono nato ho un cervello con quattro ruote. Spero di potervi intrattenere tramite la lettura dei miei articoli e cercare di rendervi partecipi di tutto quello che succede nel mondo dei motori

Leggi anche

Back to top button

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto