Notizie auto

Taxi, nuove licenze e incentivi con la riforma nel Decreto Asset

Nuove licenze, licenze temporanee e incentivi per l'acquisto di taxi ibridi o elettrici con la riforma prevista nel "Decreto Asset" del Governo Meloni

L’Aula della Camera ha approvato in via definitiva il Decreto Legge Asset con 155 voti favorevoli, 108 contrari e due astenuti. Il decreto del governo Meloni, che conta 41 articoli, affronta varie questioni economiche e finanziarie, inclusa le richieste dei taxi. I comuni capoluogo di regione, città metropolitane o aeroporti ora possono aumentare il numero delle licenze taxi fino al 20% di quelle esistenti, attraverso un concorso speciale. Inoltre, possono rilasciare licenze temporanee o stagionali ai titolari esistenti.

Nuove licenze taxi con la riforma

Il provvedimento introduce modifiche alla regolamentazione delle nuove licenze per i servizi taxi. Grazie al decreto i comuni ora hanno la possibilità di rilasciare in via sperimentale licenze temporanee per affrontare un significativo aumento della domanda di taxi causato, ad esempio, da eventi di grande portata come il Giubileo 2025, le Olimpiadi di Milano-Cortina 2026 e un possibile Expo 2030 a Roma. Queste licenze temporanee possono ammontare a 1.500 a Roma e oltre 1.000 a Milano e sono richiedibili per coloro che già possiedono una licenza taxi.

Nuove licenze taxi
Le licenze temporanee durano 12 mesi, con la possibilità di essere prorogate per altri 12 mesi

Inoltre i comuni capoluogo di regione, città metropolitane e comuni con aeroporti internazionali possono aumentare il numero di licenze taxi fino al 20% di quelle già esistenti tramite un concorso straordinario. Queste nuove licenze richiedono l’uso di veicoli a basse emissioni fino a 135 g/km di CO2.

Taxi con doppia guida

Le licenze temporanee consentono la presenza di una seconda guida e hanno una durata massima di 12 mesi, con la possibilità di essere prorogate per altri 12 mesi se necessario. La sostituzione del conducente può avvenire autonomamente durante l’orario del turno aggiuntivo o durante l’orario del turno assegnato.

Incentivi acquisto taxi dal Decreto

Il decreto introduce incentivi per l’acquisto di auto destinate a taxi ai vincitori del concorso, ai titolari di licenze taxi che sostituiscono i loro veicoli e ai soggetti autorizzati al noleggio con conducente. Questi incentivi sono in vigore fino al 31 dicembre 2024 e possono essere estesi fino al 31 dicembre 2026. Tali incentivi sono applicabili all’acquisto di veicoli a basse emissioni nelle fasce 0-20, 21-60 e 61-135 g/km di CO2 destinati all’uso come taxi.

L’importo del bonus è il doppio rispetto all’ecobonus disponibile per i cittadini privati. Ad esempio, per l’acquisto di un veicolo elettrico nella fascia 0-20 g/km di CO2, l’incentivo passa da 3.000 a 6.000 euro senza la necessità di rottamazione, o da 5.000 a 10.000 euro con rottamazione di un veicolo precedente.

Nuova Peugeot e-208 GT cavo di ricarica
Il decreto introduce incentivi per l’acquisto di auto destinate a taxi

Per l’acquisto di veicoli ibridi plug-in nella fascia 21-60 g/km di CO2, i taxi ricevono un incentivo di 8.000 euro con rottamazione o 4.000 euro senza. Per veicoli adibiti a taxi con motori full e mild hybrid, benzina, diesel e GPL/metano nella fascia 61-135 g/km di CO2, l’incentivo è di 4.000 euro, ma solo in caso di rottamazione di un veicolo precedente.

Infine, è prevista un’intesa tra il governo e le autorità locali per regolare il traffico e istituire corsie preferenziali e aree di sosta con ricariche per veicoli elettrici nei centri urbani.

Leggi anche:

Info sul traffico
Notizie su treni
Aerei
Mobilità Sostenibile
Ponti più lunghi al mondo

→ Cosa ne pensi? Fai un salto sulla discussioni sul FORUM!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

Marco Savo

Marco Savo, classe 1983. La mia carriera è iniziata nel mondo del calcio per poi approdare a quello dell’auto. Cerco di aggiornare gli appassionati e gli utenti dell'auto con gli argomenti più interessanti legati alle automobili.
Pulsante per tornare all'inizio

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto