Notizie auto

Auto aziendali, tassa sui veicoli più inquinanti da luglio 2020

La tassa sule auto aziendali è stata posticipata a luglio 2020. Il Governo ha messo a punto 4 fasce di tassazione: colpiranno maggiormente i veicoli più inquinanti

Il Governo per il momento ha fatto marcia indietro sulla tassa sulle auto aziendali come fringe benefit, inserita nell’articolo 78 del testo della Manovra Finanziaria 2020. Le forze di maggioranza hanno trovato l’accordo decisivo sulla Legge Finanziaria, posticipando a luglio 2020 la tassa sulle auto aziendali in fringe benefit.

Tassa sulle auto aziendali in in fringe benefit da luglio 2020

Quando entrerà in vigore, da luglio 2020, la modulazione della percentuale di tassazione sarà in funzione delle emissioni di CO2. In questo caso il Governo ha preso come punto di riferimento la soglia di 95 g/km, la media delle emissioni che l’Unione Europa ha imposto alle case automobilistiche a partire dal 2021. In pratica le auto aziendali al di sotto dei 95 g/km godono delle agevolazioni mentre quelle a di sopra pagano la tassa.

 tassa sulle auto aziendali
La tassa sulle auto aziendali in funzione delle emissioni di CO2

Tassa sulle auto aziendali su quattro soglie

La tassa sulle auto aziendali da luglio 2020 per individuare i veicoli più inquinanti terrà conto di quattro fasce:

  • fino a 60 g/km la tassazione del fringe benefit scenderebbe al 25%,
  • da 61 a 160 g/km resterebbe all’attuale 30%
  • da 161 a 190 g/km salirebbe al 40% per il 2020 e 50% dal 2021
  • a partire da 191 g/km crescerebbe al 50% per il 2020 e 60% dal 2021.

Da sottolineare che dal 2021 ci sarà un ulteriore aumento della tassa sui veicoli più inquinati.

Tassa auto aziendali Manovra 2020
I fringe benefit sulle auto aziendali secondo quattro fasce

Marcia indietro del Governo sulla tasse della auto aziendali

Tra annunci e smentite rispetto all’impianto originario di inizio novembre il Governo ha fatto più volte marcia indietro. In questo senso sono state decisive le proteste degli addetti ai lavori, che hanno portato il Premier Giuseppe Conte ad ammettere l’errore, in occasione della 74^ Conferenza del Traffico e della Circolazione presso la sede dell’Automobile Club d’Italia di Roma.

“Ogni scelta politica, attraverso l’adozione di meccanismi incentivanti o disincentivanti, ha implicazioni molto serie – le parole di Conte dobbiamo agire con attenzione, stiamo lavorando sulla norma sui benefit alle auto aziendali e abbiamo fatto ammenda. Ci siamo resi conto che rischia di danneggiare il nostro sistema produttivo e, con molta umiltà, ci stiamo lavorando per rimodularla completamente fino a svuotarne l’effetto negativo su un comparto oggettivamente in difficoltà”. 

Tasse auto aziendali
Tassa sulle auto aziendali, come andrà a finire?

AVVISO Rimanete collegate per gli aggiornamenti su tutte le novità riguardanti la Manovra 2020 ed il Governo.

💥 Avviso: per restare aggiornato e ricevere le ultime news sulla tua mail iscriviti alla newsletter automatica di Newsauto QUI

Lascia un commento sul nostro FORUM!

Commenta

Tags

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Back to top button
Close