Notizie auto

Come pagare il pedaggio con APP senza canone e senza TELEPASS

Un innovativo servizio all'avanguardia che legge le targhe e consente di pagare il pedaggio autostradale mediante un "borsellino" senza alcun canone

Con l’arrivo dell’estate, sono tanti gli italiani che viaggiano sulle autostrade, c’è chi parte per andare a trovare i parenti oppure chi si reca al mare o in montagna. Per tale ragione gli automobilisti devono “fare i conti” con il pagamento al casello dei pedaggi autostradali. Oggi in alternativa al Telepass c’è un nuovo servizio, “TargaGo“, che consente il pagamento del pedaggio autostradale senza nessun dispositivo a bordo: il passaggio dell’auto viene rilevato da una serie di telecamere installate sui portali Telepass esistenti. Il sistema è attualmente destinato ad auto, furgoni, minibus e sono invece esclusi i motoveicoli e mezzi pesanti. Il servizio TargaGo è attualmente attivo in via sperimentale sulla tangenziale di Napoli, con una possibile futura estensione a tutta la rete autostradale italiana.

TargaGo, come pagare il pedaggio autostradale

Come si fa ad attivare TargaGo? Innanzitutto il servizio è usufruibile fino ad un massimo di due targhe, la prima cosa da fare è quella di registrarsi sul sito ufficiale o tramite la sua app. Il servizio TargaGo è gratis per adesso, e dunque non prevede un abbonamento – come accade per altri servizi – l’unica cosa da pagare è il pedaggio. Si tratta di un vantaggio enorme rispetto agli altri service provider.

Come funziona il pagamento del pedaggio autostradale con TargaGO? Semplice, quando un veicolo varca i portali convenzionali – sarebbero quelli del Telepass -, il servizio registra il passaggio e addebita il costo sul borsellino digitale che viene gestito tramite l’APP o il portale web.

SCARICA APP TargaGO x ANDROID
SCARICA APP TargaGo x iOS

TargaGo, come attivarlo, per pagare pedaggio autostradale
TargaGo, come attivarlo- Photo by TargaGo

Aggiornamenti sulla sperimentazione di TargaGo, e l’ostilità con gli altri servizi

TargaGo necessita di una tempistica abbastanza lunga per essere approvata su tutto il territorio nazionale; infatti tra la fase legale e gli accordi con altri operatori, la “strada” è abbastanza travagliata. Tuttavia, la prova di questo innovativo servizio ha già ricevuto feedback negativi da parte degli altri fornitori di servizi di telepedaggio. Secondo Aetis – l’associazione che raggruppa i principali fornitori di servizi europei, tra cui Telepass e UnipolMove -, la funzionalità di TargaGo non è del tutto attendibile.

Aetis ha dichiarato:

La gestione diretta di tale tecnologica da parte di Autostrade e Tangenziale di Napoli mira a ripristinare un sistema di oligopolio nel settore del pedaggio, che ha conosciuto negli ultimi anni un’importante apertura alla concorrenza. Non si comprende il senso di tale iniziativa, essendo in corso presso il Mit un tavolo formale con tutti gli operatori per individuare le migliori soluzioni per l’utilizzo del videotolling

Se questo sistema venisse installato a livello nazionale, infatti, i costi del telepedaggio aumenterebbero, considerando che molti utenti non lo utilizzano per evitare di pagare il canone mensile. In effetti i costi ammontano a: 3,9 euro al mese con Telepass, 1,50 con UnipolMove e Mooney Go – quest’ultimo ha anche un canone mensile di 2,20 euro al mese per i mesi di utilizzo del servizio -.

TargaGo mira a sostituire i sistemi di pedaggio esistenti sulle autostrade ed offrire servizi più innovativi ed efficienti al fine di alleggerire il traffico e ridurre l’inquinamento causato dai veicoli che fanno la fila per pagare al casello. Se la sperimentazione a Napoli avrà effetti positivi probabilmente il servizio verrà esteso a tutta Italia, come dichiarato da Matteo Salvini, Ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, n un question time alla Camera:

“Il Mit ha accolto favorevolmente l’iniziativa di sperimentare questo nuovo sistema automatico di esazione del pedaggio per i possibili vantaggi che l’utenza potrebbe ricavarne, sia in termini di velocizzazione dei transiti che in termini di riduzione delle emissioni inquinanti. Il sistema funziona con l’identificazione della targa nel rispetto della privacy del cliente al passaggio della vettura nelle corsie gialle del casello. Non è richiesta la fermata per il pagamento – ha spiegato Salvini aggiungendo che l’autorizzazione ministeriale è “circoscritta” all’attività sperimentale – si tratta di una sperimentazione di cui dobbiamo valutare le certificazioni e dobbiamo testare l’efficacia e la sostenibilità. Solo all’esito della sperimentazione – ha concluso – potremmo valutare se il nuovo sistema di esazione, che rimane complementare a quelli già esistenti, potrà essere integrato al regime del servizio autostradale oppure no”.

Quale servizio scegliere tra TargaGo, Telepass, UnipolMove e Mooney Go?

TargaGo, Telepass, UnipolMove e Mooney Go sono tutti sistemi di pagamento del pedaggio autostradale italiano, che offrono differenti vantaggi. In sintesi:

Bonus pedaggi autostradali
  • TargaGo è un servizio di pagamento del pedaggio tramite targa. Non ci sono strumenti da installare sul proprio veicolo, e il pagamento si effettua tramite un “borsellino” digitale. 
  • Con Telepass invece è necessario installare il dispositivo nel proprio veicolo. Consente di attraversare il varco apposito senza fermarsi. Offre diversi piani (prepagati e di abbonamento), e prevede un costo di attivazione ed un canone mensile.
  • UnipolMove, così come Telepass, richiede l’installazione di un dispositivo nella propria auto. Questo sistema offre anche l’opportunità di aggiungere pagamenti di altri servizi UnipolSai (come per esempio il bollo auto, il pagamento dell’assicurazione del veicolo, ecc.), ed ha un costo di attivazione ed un canone mensile.
  • Mooney Go, anch’esso esige l’installazione del dispositivo in auto – i negozi Mooney offrono la possibilità di ricaricarlo ogni volta che si ha la necessità -. Prevede, così come gli altri due sistemi, il costo di attivazione e canone mensile.

Quale sistema scegliere dunque? Semplicemente dipende dalle proprie necessità. Se l’autostrada viene percorsa frequentemente, è meglio prediligere un sistema come Telepass e UnipolMove. Tuttavia, se si percorre saltuariamente l’autostrada, un sistema basato sulle targhe come TargaGo o Mooney Go potrebbe essere migliore.

Leggi anche:

→ Telepass quanto costa e come richiederlo

→ Alternative al Telepass

→ UnipolMove canone

→ MooneyGo canone

→ Calcola il pedaggio autostrade in tempo reale

→ Cosa ne pensi? Fai un salto sulla discussioni sul FORUM!






ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

Pulsante per tornare all'inizio

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto