Notizie auto

Revisione auto, nuovi controlli e prove dal 2023?

Secondo il Parlamento e la Commissione europea va aggiornato l’attuale sistema della revisione auto, introducendo nuovi controlli e prove, ad esempio sugli ADAS.

La procedura della revisione auto potrebbe cambiare dopo il 2023. Il Parlamento e la Commissione europea si sono messi al lavoro sul futuro dei controlli periodici sui veicoli a motore, dato che il regime attuale è stato elaborato e messo a punto una decina di anni fa e nel frattempo molto è cambiato.

Revisione auto controlli previsti, nuovi

Quali sono i controlli per la revisione auto? In futuro le nuove prove potrebbero riguardare innanzitutto i sistemi ADAS di sicurezza alla guida, dato che alcuni di essi stanno per diventare dotazione obbligatoria nei veicoli.

Oltre agli ADAS, le nuove verifiche da introdurre, secondo i punti individuati dagli esperti sulla revisione all’interno della Commissione Europea, comprendono anche il test delle sospensioni, nuovi test dei fari aggiornati alle nuove tecnologie di illuminazione e test aggiuntivi di inquinamento che includano i fluidi refrigeranti, l’NOx e il particolato.

Revisione auto controlli previsti
Dopo il 2023 ci potrebbero essere nuovi controlli nella revisione auto

La nuova revisione auto, inoltre, potrebbe introdurre nuove disposizioni per prevenire la frode del dato degli effettivi km e per la digitalizzazione della documentazione.

Dati revisione auto collegati fra officine

Nel futuro della revisione auto, la Commissione Europea per garantire controlli più efficienti vuole rendere disponibili tutti i dati tecnici collegati alle officine.

Dati revisione auto collegati fra officine
I dati sulle revisioni potrebbero essere a disposizione dei centri di revisioni e delle autofficine

Infatti non solo i centri di revisione, ma anche le autofficine devono poterli utilizzare e consultare per consentire al parco circolante di essere quanto più possibile conforme alle normative.

Riforma della revisione auto, perché?

La possibile riforma della revisione auto è stata richiesta dal Parlamento europeo, che considera superato l’attuale sistema di controllo, analizzando i dati che ci hanno mostrato per prima cosa che tra il 2010 e il 2019 la riduzione della mortalità è rimasta ben al di sotto di quella del decennio precedente. A questo si è aggiunto il fatto che la difettosità e la cattiva manutenzione sono ancora causa, anche se non primaria, di incidenti.

La conclusione a cui è arrivato il Parlamento è che c’è ancora molto da fare per raggiungere i livelli di sicurezza stradale necessari per avvicinarsi quantomeno all’ambizioso obiettivo di mortalità zero. Per questo motivo le istruzioni europee impongono di adeguare le revisioni periodiche in frequenza e qualità, implementando nei veicoli il progresso tecnologico, la connettività, la guida assistita e la mobilità condivisa.

Scadenza revisione, proroga, nuove date
Gli attuali controlli sulla revisioni auto non sono più sufficienti

Inoltre il Parlamento, chiedendo nuovi controlli, aspira a cancellare la pratica della manipolazione del contachilometri e la scarsa attenzione all’assicurazione del carico sui veicoli per trasporto merci.

Potrebbero interessarti (anzi te lo consiglio!)

👉 Aumento tariffa revisione 1° novembre 2021

👉 Bonus revisione auto, come funziona

👉 Revisione auto proroga, date aggiornate

👉 Revisione auto, dove va fatta per legge

👉 Revisione auto, quali sono i controlli e le prove?

💥 Avviso: per restare aggiornato e ricevere le ultime news sulla tua mail iscriviti alla newsletter automatica di Newsauto QUI.
👉 Cosa ne pensi? Fai un salto sul FORUM!


COMMENTA CON FACEBOOK

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Back to top button

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto