Notizie autoRenault

Renault Stellantis, accordo o fusione?

Qual è la verità riguardo alla possibile intesa o fusione tra Stellantis e Renault, che potrebbero unirsi per formare un mega gruppo automobilistico europeo con 18 marchi al fine di fronteggiare l'avanzata cinese

Si fanno sempre più insistenti le voci di un avvicinamento tra Renault e Stellantis, con alcuni rumors che parlano di una fusione, anche se sembra più plausibile un accordo industriale per abbattere i costi di produzione, specialmente per le auto elettriche, e contrastare la crescente avanzata cinese nel settore.
Il CEO di Stellantis, Carlos Tavares, ha recentemente sottolineato la necessità di un nuovo asset per l’industria automobilistica europea, in vista della transizione verso veicoli elettrici.

Accordo Renault Stellantis

In Europa potrebbe nascere un grande gruppo automobilistico, made in Francia, con la possibile fusione tra Stellantis e Renault. L’ipotesi di un accordo apre interrogativi e genera interesse. Da un lato, potrebbe crearsi un polo europeo simile a un “Airbus” dell’auto; dall’altro, l’alleanza avrebbe una forte componente francese, ma la presenza del manager italiano Luca de Meo potrebbe mitigare questo aspetto.

Carlos Tavares, CEO Stellantis
Carlos Tavares, CEO Stellantis

La possibile fusione coinvolgerebbe i 15 brand di Stellantis e i marchi Renault (3 in totale con Alpine), con 18 marchi e fabbriche sparse globalmente. La possibile fusione sarebbe avallata addirittura dal governo francese di Macron.

Alleanza per l’auto elettrica

L’ipotesi che nasca qualcosa tra Renault e Stellantis è stata alimentata soprattutto dalle recenti dichiarazioni del CEO di Stellantis, Carlos Tavares, il quale ha parlato di nuove collaborazioni necessarie per ridurre i costi nella produzione di auto elettriche e per affrontare la sfida dei prezzi sui prodotti cinesi.

Stellantis guarda Renault

Tavares ha mostrato interesse nella strategia di Renault ma al contempo perplessità sulla scelta di Luca de Meo, CEO di Renault, di separare le attività in due divisioni Horse (motori termici) e Ampere (auto elettriche e software). La rinuncia alla quotazione in Borsa di Ampere da parte di Renault ha suscitato un’attenzione particolare di Tavares a questa decisione.

Luca de Meo, CEO di Renault
Luca de Meo, CEO di Renault

Accordo e fusione Renault-Stellantis, cosa c’è di vero?

Ad oggi non c’è nulla di concreto su accordi e fusioni tra Stellantis e Renault. Il presidente di Stellantis, John Elkann, ha dichiarato che non esiste alcun piano riguardante operazioni di fusione, neanche nella fase di studio-pianificazione, e che l’azienda è focalizzata principalmente sull’esecuzione del piano strategico Dare forward per rafforzare la propria attività in ogni mercato, compresa l’Italia.
Elkann ha colto l’occasione per confermare l’impegno assunto da Stellantis nel tavolo automotive promosso dal Mimit, che ha coinvolto il governo italiano e gli attori della filiera per affrontare la transizione elettrica.

John Elkann, Presidente Stellantis
John Elkann, Presidente Stellantis

Dall’altro lato, Renault ha scelto di non commentare le voci e indiscrezioni, dichiarando di non avere informazioni su questo argomento. Nonostante le smentite, le indiscrezioni hanno influenzato i mercati, con Stellantis in calo a Piazza Affari e Renault in rialzo a Parigi.

Leggi anche:

→ Tutte le notizie su Stellantis

→ Tutte le notizie sul marchio Renault

→ Cosa ne pensi? Fai un salto sulla discussioni sul FORUM!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

Pulsante per tornare all'inizio

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto