EV DrivingNotizie autoVideo

Pagamento ricarica elettrica, interoperabilità fra colonnine

Visa lancia un appello per standardizzare i pagamenti della ricarica per auto elettriche, indipendentemente da chi sia il gestore ed il proprietario della colonnina.

L’interoperabilità permetterebbe di usufruire della ricarica pubblica per auto elettriche con un solo contratto. Attualmente solo alcuni gestori di energia hanno sottoscritto accordi in tal senso, ma gli utenti si augurano che l’interoperabilità riguardi tutte le colonnine pubbliche, in modo da sottoscrivere un solo contratto ricaricando indipendentemente da chi è il proprietario dell’infrastruttura.

Interoperabilità pagamento ricarica elettrica

Affinché l‘interoperabilità nella ricarica elettrica diventi una prassi consolidata, Visa ha lanciato un appello per standardizzare sistemi di pagamento fluidi e interoperabili nei punti di ricarica per veicoli elettrici.

Interoperabilità pagamento ricarica elettrica
Esempio di interoperabilità fra operatori di ricarica elettrica

La società, infatti, ritiene che il settore della mobilità elettrica dovrebbe impegnarsi a offrire ai consumatori la libertà di pagare con il metodo che preferiscono, adottando innanzitutto pagamenti open-loop e interoperabili.

A cosa serve l’interoperabilità nella ricarica elettrica?

L’interoperabilità nella ricarica elettrica servirebbe a creare un unico metodo di pagamento che vada bene in tutte le infrastrutture.

Attualmente, non esiste uno standard industriale diffuso per l’accettazione dei pagamenti nei punti di ricarica dei veicoli elettrici.

interoperabilità ricarica auto elettriche
L’obiettivo è quello di creare un unico metodo di pagamento

Ciò comporta un sistema in cui i consumatori in Europa spesso non hanno la possibilità di scegliere il metodo di pagamento e sono limitati a una sola opzione (per esempio, la registrazione a un’app o al programma del provider), o addirittura non sono in grado di ricaricare il proprio veicolo perché non sono registrati al servizio di abbonamento richiesto. Solo un numero ristretto di Paesi, come la Germania, ha regolamentato un approccio standardizzato.

Pagamento ricarica elettrica facilitato

Per aiutare i consumatori a compiere progressi su questo tema, Visa sta per lanciare una consultazione con i produttori dei punti di ricarica dei veicoli elettrici e altri leader del settore, al fine di identificare barriere e soluzioni all’accettazione diffusa di pagamenti contactless e digitali interoperabili.

Video guida, come si ricarica un’auto elettrica

Visa nel suo appello ha inoltre annunciato che diventerà la prima società del settore finanziario e dei pagamenti a entrare a far parte di Charging Interface Initiative (CharIN) quale membro effettivo.

CharIN, come dichiarano nel comunicato, è impegnata a promuovere standard globali nel settore della ricarica, riunendo i player di tutto l’ecosistema della mobilità elettrica per sviluppare un’infrastruttura globale, un protocollo di ricarica e un pagamento sicuro, oltre che nuove tecnologie per facilitare la transizione verso i veicoli elettrici e incoraggiarne una maggiore e più rapida adozione.

Potrebbe interessarti (anzi te lo consiglio):

👉 Auto elettriche da comprare selezionate e provate
👉 Prezzi e caratteristiche auto elettriche
👉 Prezzi e caratteristiche auto ibride

👉 Video prove AUTO ELETTRICHE

👉 Quanto costa ricaricare l’auto elettrica
👉 Tutto sulla ricarica delle auto elettriche

👉 Ultime notizie batterie agli ioni di litio

Le prove di auto elettriche nuove!

👉 EV Driving tutto su auto elettriche e ibride

👉 Cosa ne pensi? Fai un salto sul FORUM e Google News tutte le notizie dell’auto

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Informativa sulla privacy

COMMENTA CON FACEBOOK

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.

Leggi anche

Back to top button

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto