FotogalleryMercato

Volkswagen, la marca più venduta a gennaio

Calano le vendite auto a gennaio 2019 in Europa. Volkswagen si conferma primo Gruppo europeo davanti a Groupe PSA e Renault

Le vendite auto in Europa a gennaio 2019 iniziano con il piede sbagliato. Secondo i dati diffusi dall’ACEA, l’Associazione dei Costruttori Europei, fanno registrare una contrazione delle vendite del 4,6% nel mese con 1.226.446 autovetture nuove contro 1.286.098 dello stesso mese dello scorso anno, riportando comunque il 2° miglior risultato per lo stesso mese degli ultimi 10 anni. Da rilevare il risultato negativo in questo inizio anno per ben 23 dei Paesi rilevati, tra cui i 5 Major Markets che arrivano a contrarre i propri volumi anche in maniera incisiva: l’Italia, infatti, segna il 7,5% in meno degli acquisti, in linea con la Spagna a -8,0%. Segno negativo anche per Francia (-1,1%), Germania (-1,4%) e Regno Unito (-1,6%).

MARCHI AUTO PIÙ VENDUTI IN EUROPA Dando uno sguardo ai gruppi automobilistici il Gruppo Volkswagen conferma la sua leadership di vendite auto anche a gennaio 2019 come casa automobilistica con maggiori numeri. Dietro al colosso tedesco è stabile Groupe PSA, che nell’ordine precede, Gruppo Renault, Hyundai, Ford, FCA, Daimler, BMW Groupe, Toyota, Nissan, Volvo, Mazda, Jaguar Land Rover, Mitsubishi ed Honda.

Marche auto più vendute in Europa, classifica gennaio 2019

(In sequenza nella fotogallery le auto rappresentative dei gruppi in base ai volumi di vendite di gennaio 2019)

POS. GRUPPO AUTO VENDITE DATI %
1. Gruppo Volkswagen 296.693 24,2
2. Groupe PSA 206.521 16,8
3. Gruppo Renault 117.393 9,6
4. Hyunday Group 82.667 6,7
5. Ford 78.485 6,4
6. FCA 74.015 6,0
7. Daimler 73.327 6,0
8. BMW Group 72.584 5,9
9. Toyota Group 65.460 5,3
10. Nissan 32.349 2,6
11. Volvo 27.517 2,2
12. Mazda 18.945 1,5
13. Jaguar Land Rover 16.460 1,3
14. Mitsubishi 11.275 0,9
15. Honda 10.150 0,8

Nuova Volkswagen Passat R-Line Variant, vista di profilo

GERMANIA In ribasso le vendite auto a gennaio 2019 anche in Germania, nonostante una piccola ripresa del diesel. Nel mese sono state 265.702 le immatricolazioni di auto nuove, -1,4% rispetto alle 269.429 del 2018. L’incertezza che ha caratterizzato il mercato nell’ultimo quadrimestre dello scorso anno sembra interessare anche l’inizio del 2019, segno che le vendite tedesche non sono esenti dalle difficoltà economiche che interessano l’Europa. Ricordiamo però che gennaio 2019 è il 2° miglior risultato, dopo quello 2018, per il mese dal 1999.

Le Associazioni di categoria rimangono, comunque, soddisfatte di questo inizio anno. Le vendite di auto diesel sono aumentate del 2,1% rispetto a gennaio 2018, con una quota di mercato che risale al 34,5%.  La benzina cala dell’8,1% e arriva a una quota del 57,6%. Ottimi risultati per le alimentazioni alternative. Calo, infine, per i privati, al 33,1% di quota (-3,1 p.p.) mentre le persone giuridiche salgono a 66,8% di rappresentatività.

Volkswagen Golf GTI TCR rossa in pista, vista frontale

REGNO UNITO Nel Regno Unito le vendite auto a gennaio 2019 registrano un calo. Nel mese passato sono state immatricolate 161.013 autovetture contro 163.615 dello scorso anno (-1,6%). Le vendite a privati tentano di sostenere il mercato con un +2,9% e 71.378 veicoli, a fronte di un decremento delle flotte del 3,4% (86.559 unità) e di un crollo delle società del 33,5% (3.076 veicoli).

Sul fronte delle alimentazioni, invece, da rilevare il calo del diesel che perde il 20,3% dei volumi con 46.823 immatricolazioni, al 29,1% di quota (-7 p.p. rispetto allo scorso anno), a fronte di un aumento della benzina (+7,3%) e di un incremento a doppia cifra delle vendite di auto con alimentazione alternativa (+26,3%), che passano dal 5,3% al 6,8% di rappresentatività e che, secondo le stime della SMMT (Associazione di categoria del Regno Unito), sono previste aumentare più di un quarto rispetto al 2018 a 177.000 unità.

FRANCIA Il mercato dell’auto nuova francese inizia il 2019 con un rallentamento e chiude il mese di gennaio con 155.079 immatricolazioni (-1,1%). Fase negativa iniziata già a settembre come conseguenza di un contesto politico e sociale di forte tensione. Nell’analisi per alimentazione da segnalare il calo del diesel sceso al 34,2% dal 41,1% di quota del 2018, a fronte del recupero delle vendite di auto a benzina salite al 57,9% di quota (+5,3 p.p.).

Le elettriche con 3.059 unità nel 2018 sfiorano il 2% del mercato e le ibride restano stabili al 5,7% di quota. Da un’analisi per carrozzeria si vede infine, che sono in aumento i fuoristrada, al 38% di quota (+2 p.p.) rispetto a gennaio 2018, mentre la metà delle auto vendute sono berline (50%) e le monovolume compatte (4% di quota) registrano un lieve calo.

SPAGNA Dopo il +7,0% registrato nel 2018 (1.321.438 veicoli contro 1.234.932 del 2017), il mercato spagnolo dell’auto accusa l’incertezza e la confusione che si sta generando tra gli acquirenti a causa delle prospettive economiche negative e degli annunci di restrizioni alla circolazione (per esempio sul diesel che, infatti, perde il 30%). Le vendite auto a gennaio 2019 in questo mese sono state 93.546 e hanno registrato un calo dell’8% rispetto alle 101.661 dello stesso mese dello scorso anno.

Seat Arona metano TGI FR, vista di profilo

FONTE DATI UNRAE

Annunci auto usate – Listino prezzi auto nuove

Commenta

Tags

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Close
Close