EV DrivingNotizie auto

Giacimenti di litio italiani scoperti nel Lazio

Nel sottosuolo di Viterbo si cercano giacimenti di litio, il nuovo petrolio bianco fondamentale per il passaggio all’elettrico che è disponibile e presente anche nel sottosuolo italiano

Il petrolio del nuovo millennio non è più nero ma bianco, ovvero il colore del litio, una delle materie prime indispensabile per attuare la transizione energetica. Il prezioso materiale bianco, il litio, è infatti l’elemento principale necessario nella produzione delle batterie per auto elettriche e ibride plug-in. I maggiori giacimenti al mondo dell’oro bianco si trovano in Argentina, Bolivia e Cile.

Tracce di litio sono state individuate anche in Italia, più precisamente nell’alto Lazio, in provincia di Viterbo, dove la società Energia Minerals Italia, facente parte del gruppo australiano Altamin, ha individuato una vasta area che nel sottosuolo potrebbe contenere il litio.

batteria auto elettrica al litio
Il litio è fondamentale per la costruzione di batterie per auto elettriche

La Cina è la padrona assoluta del cosiddetto petrolio bianco, potendo contare sul 60% della trasformazione del litio e del 90% delle terre rare. A conti fatti è quella che più ci guadagna nella svolta green dell’Europa, che dal canto suo prova a recuperare terreno scandagliando il proprio territorio, alla ricerca del prezioso litio.

Giacimenti di litio scoperti nel Lazio

Nel Lazio, a pochi passi da Roma, sembrerebbe esserci una vera e propria miniera di oro bianco, ovvero di litio. A scoprirla è stata la società Energia Minerals Italia che ha individuato un importante quantità di litio nel sottosuolo del comune di Viterbo, più precisamente nella Tuscia, tra Cesano ed Anguillara Sabazia. Per questo la Regione Lazio ha recentemente attribuito tre permessi di ricerca (Cesano, Campagnano e Galeria) per il possibile sfruttamento del litio in fluidi geotermici.

Dove è il litio in Italia

I depositi di litio in Italia, limitati all’arco alpino (Alto Adige) e all’Isola d’Elba (Toscana), difficilmente potranno dare luogo ad attività minerarie per la loro ubicazione in contesti ad alto valore naturalistico.

Mappa litio in Italia
Mappa litio in Italia

“Ben diverso – spiega il ricercatore del Cnr Andrea Diniè invece il potenziale per il litio in giacimenti non convenzionali. Un recente review scientifico ha individuato due fasce molto promettenti per il ritrovamento di litio in fluidi confinati in reservoir profondi. La prima fascia comprende le zone vulcanico-geotermiche peritirreniche (Toscana-Lazio-Campania) dove in passato sono stati intercettati fluidi ad alta entalpia con concentrazioni di litio fino a 480 mg/l. La seconda fascia occupa la zona al fronte della catena appenninica (da Alessandria a Pescara) dove sono presenti giacimenti di idrocarburi, oltre ad alcune manifestazioni termali di bassa entalpia con contenuti in litio fino a 370 mg/l“.

Dove si trova il litio nel Lazio

A Viterbo l’area interessata alla ricerca copre in tutto 5.121 ettari, da nord e sud del capoluogo. Al momento il programma di ricerca prevede solo attività di raccolta dati provenienti da indagini passate. Negli anni Settanta, infatti, nell’area sono stati realizzati 5 pozzi destinati alla ricerca di acqua ad alta pressione per generare elettricità. L’obiettivo ora è valutare le potenzialità delle brine geotermiche per la produzione di litio commerciale. Saranno impegnati 3 geologi nell’arco di due anni.

Dove si trova il litio nel Lazio
Le ricerche di litio si concentrano su una vasta area del Comune di Viterbo

Un’altra ricerca di litio è in corso a Nepi (1200 ettari), mentre un’altra istanza tra Latera e Valentano (913) non è stata autorizzata.

L’area individuata per la ricerca è quella identificata con “Cesano”, che si trova nella regione vulcanica dei monti Sibillini nei pressi del lago di Bracciano, più precisamente nel Comune di Campagnano di Roma. E’ stata l’Enel nel 1975 a scoprirla durante lo scavo del pozzo “Cesano 1”, precisamente a 1.390 metri di profondità dove alla temperatura di circa 200°C ha rinvenuto un contenuto di litio pari a 350-380 mg/L.

Miniera di litio nel Lazio

La società Energia Minerals Italia, con l’autorizzazione dalla Regione Lazio, continua nella sua ricerca del litio nel Lazio potendo anche contare sull’esclusione della valutazione di impatto ambientale.

Miniera di litio nel Lazio
Energia Minerals Italia ricerca possibili giacimenti di litio nel Lazio

In caso di esito positivo di questa fase preliminare, la società prevede di effettuare ulteriori attività di ricerca, tra cui l’uso di tecnologia aerotrasportata Lidar per la definizione di strutture geologiche che potrebbero contenere litio a tenori di interesse economico. Per il momento la Società ha escluso l’uso di modalità di esplorazioni invasive.

C’è anche la controllata italiana di Vulcan ad aver ottenuto un primo permesso per cercare la materia prima (anche) nelle salamoie geotermiche del Lazio. Vulcan è la società tedesca che ha recentemente firmato un accordo con Stellantis per fornire, a partire dal 2026, fino a 99mila tonnellate di idrossido di litio.

Miniera di litio più grande in Europa

Tutti vogliono partecipare alla corsa all’oro bianco; la Francia, ad esempio, ha annunciato che entro il 2027 con il progetto “Emili” aprirà una delle più grandi miniere di litio in Europa. Si tratta del piano di estrazione annunciato dal gruppo leader mondiale Imerys a Echassiéres, nel centro del Paese.

La miniera di litio più grande
La più grande miniera di litio in Europa sarà realizzata in Francia entro il 2027

La miniera è situata nei pressi della foresta delle Colettes, tra i dipartimenti dell’Allier e del Puy-de-Dome, dove c’è già un giacimento detto anche “de Beauvoir” (dal nome della società che la gestiva in passato) dove vengono estratti ogni anno tra le 25mila e le 30mila tonnellate di caolino.

Potrebbero interessarti anche questi contenuti

👉 Auto elettriche da comprare selezionate e provate
👉 Prezzi e caratteristiche auto elettriche
👉 Prezzi e caratteristiche auto ibride

👉 Video prove AUTO ELETTRICHE

👉 Tempo di RICARICA auto elettrica in AC

👉 Quanto costa ricaricare l’auto elettrica
👉 Tutto sulla ricarica delle auto elettriche
👉 Tariffe ricarica auto elettriche
👉 Retrofit elettrico

👉 Auto elettriche con più autonomia

👉 Tariffe ricarica auto elettriche
👉 CALCOLO TEMPO di RICARICA AUTO ELETTRICA

👉 Colonnine auto elettriche in autostrada
👉 ultime notizie batterie agli ioni di litio

Le prove di auto elettriche nuove!

👉 EV Driving tutto su auto elettriche e ibride

👉 Cosa ne pensi? Fai un salto sul FORUM e Google News tutte le notizie dell’auto

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

COMMENTA CON FACEBOOK

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.

Leggi anche

Back to top button

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto