News auto

Gasolio agricolo, via le agevolazioni agli utenti di motori agricoli?

Nelle intenzioni dell'esecutivo al Governo c'è l'aumento del prezzo per il gasolio agricolo e taglio agevolazioni agli utenti di motori agricoli. Cosa è il gasolio agricolo, a chi spetta e come va a finire la storia dell'aumento con 3 ministeri coinvolti, quello dell'Economia, dell'Ambiente e dell'Agricoltura.

Il gasolio agricolo è nel mirino del Governo e dell’articolo 6 del Decreto Clima fortemente caldeggiato dal Ministro Costa (Ambiente). Prosegue così la demonizzazione del diesel in tutte le sue applicazioni. Per quanto riguarda l’autotrasporto l’intenzione oltre a quella di equiparare le accise sul diesel a quelle della benzina c’è stata la proposta di intervenire anche per eliminare le agevolazioni dei carburanti a prezzo agevolato come il diesel destinato all’agricoltura e alla pesca: niente più gasolio agricolo quindi per agricoltori e pescatori, utenti di mezzi agricoli, che per far camminare e lavorare trattori o barche pagheranno le accise con prezzo pieno allineato a quello della pompa.

Aumento prezzi gasolio agricolo

L’aumento del prezzo del gasolio agricolo sarebbe una bella mazzata per gli utenti di motori agricoli con una ricaduta sui costi di produzione dei prodotti agricoli che arrivano sulle nostre tavole. Ma andiamo per ordine cercando di capire cosa è il gasolio agricolo, a chi spetta e come è andata finire la proposta di eliminazione delle agevolazioni che vede convolti 3 ministeri, quello dell’Economia, dell’Ambiente e dell’Agricoltura.

Prezzo gasolio agricolo quanto costa con l’agevolazione

Gli agricoltori regolarmente iscritti negli elenchi degli imprenditori agricoli hanno diritto ad uno prezzo agevolato per il carburante che si utilizza nelle macchine agricole per la lavorazione dei campi 

Attualmente gli sgravi sul gasolio agricolo valgono quasi 1 miliardo, che permettono di ottenere un prezzo al litro che varia tra i 0,75 e 0,90 euro contro 1,483,09 euro del gasolio normale. Il prezzo si calcola in base alla quantità di terreno che l’agricoltore o l’azienda, che ne fa richiesta, deve lavorare.

Come funziona? Come viene distribuito il gasolio agricolo a prezzo agevolato? Attraverso un libretto di controllo che permette agli agricoltori di acquistare il gasolio ad un prezzo scontato per soli fini agricoli. L’assegnazione della quantità di combustibile avviene tramite i centri di assistenza agricola (CAA) dipende dalla quantità di terreno e dalle colture in esso coltivate e dalle macchine in possesso.

Dove si compra? L’agricoltore può recarsi presso un distributore autorizzato per prelevare il combustibile assegnato, solitamente consorzio agrario.

Differenza gasolio / diesel agricolo cosa cambia nel colore

Non ci sono particolari differenze tra il diesel agricolo ed il gasolio utilizzato normalmente sulle auto e sui camion. I due carburanti hanno solo colori differenti per essere facilmente riconoscibili. Infatti nel gasolio agricolo viene aggiunto un colorante per farlo apparire di colore verde.

colore gasolio agricolo
Il gasolio agricolo per essere facilmente riconoscibile è di colore verde

Aumento del prezzo del gasolio agricolo, conseguenze

In virtù di una battaglia climatica si rischia di affossare un settore importante del nostro paese, già provato da alcune norme europee, dalla concorrenza sleale di molti paesi extra europei e per ultimo dai dazi degli Stati Uniti. Il costo maggiore per gli agricoltori senza gasolio agricolo sono stati quantizzati dal CAI fino a 150 euro per ettaro.

Abolizione del gasolio agricolo, eliminazione agevolazioni?

Se il governo decidesse di eliminare gli sgravi fiscali concessi al mondo agricolo per l’acquisto del gasolio agevolato, la spesa per le operazioni nei campi aumenterebbe complessivamente di oltre il 30%, facendo schizzare i costi per quasi un miliardo di euro. Questo è il grido d’allarme che ci arriva dalla Confederazione Agromeccanici e Agricoltori Italiani.

aumento prezzo del gasolio agricolo
Con l’aumento del prezzo del gasolio agricolo le operazioni nei campi aumenterebbe del 30%

Aumento prezzo gasolio agricolo, facciamo chiarezza: le aumentano o no?

Fino a questo momento intorno a questa questione c’è molta confusione, con i vari esponenti politici che tendono minimizzare il provvedimento o a smentire. Ma tenendo conto dell’attualità, nei giorni scorsi il Senatore Eugenio Comencini di Italia Viva aveva presentato un emendamento per istituire, presso la Presidenza del Consiglio dei, Ministri, il Programma per l’eliminazione dei sussidi ambientalmente dannosi. Tale emendamento però è stato bocciato dal Senato che per il momento ha scongiurato l’introduzione di una tassa sul gasolio agricolo o per la pesca.

Ci risiamo. Il governo vuole in ogni modo e con ogni mezzo tagliare le agevolazioni al gasolio agricolo. Con un emendamento passato in Commissione Ambiente del Senato, a firma Comencini (Italia Viva) e Nugnes (M5S) con parere positivo del Governo, torna lo spettro del taglio del gasolio agricolo per completare il programma dell’eliminazione dei sussidi ambientali dannosi previsti dal Decreto Clima”, sono le parole di Gianni Dalla Bernardina, Presidente della Confederazione Agromeccanici e Agricoltori Italiani, che ha combattuto l’eliminazione delle agevolazioni per gli utenti di motori agricoli di imprese agricole, agromeccaniche e pesca.

Agevolazioni gasolio agricolo non si toccano, confermato il prezzo ridotto (per adesso)

Finalmente poi dal Decreto Clima è scomparso il taglio alle agevolazioni per il carburante agricolo. Il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa è soddisfatto per l’approvazione del provvedimento in Consiglio dei Ministri.
Attenzione perchè si tratta di un dietrofront del Governo momentaneo in quanto l’intendimento politico dell’esecutivo attuale è la riduzione di questi incentivi con tempestiche e misure non ben chiarite.

Aumento del gasolio agricolo, nei programmi +10% l’anno

Quindi per adesso l’aumento è scongiurato ma se qualcosa non cambia ritorneremo presto a parlare perché è confermata l’idea di togliere le agevolazioni sul gasolio agricolo. Questo è confermato dalle parole del Ministro Costa: “scelte di buon senso. Che la riduzione ci sia, anche se più lenta e costante”, visto che la prima bozza circolata prevedeva un calo del 10% l’anno. E poi si lavorerà affinché “si salvaguardino le categorie minacciate, assicurando loro magari una compensazione pari al sussidio tolto”.

A favore degli agricoltori il Ministro dell’AgricolturaTeresa Bellanova che dice: “Non possiamo aumentare le tasse agli agricoltori. In accordo col Ministro dell’Economia Gualtieri ribadisco che è escluso un taglio delle agevolazioni per il gasolio agricolo. E stiamo lavorando per la conferma dell’azzeramento dell’Irpef per coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali. Una misura che da sola vale circa 180 milioni di euro. Per me è indispensabile”.

Penalizzazione settore agricolo

Non cantiamo vittoria, per conoscere la parola fine intorno a questa vicenda bisognerà aspettare di leggere cosa ci sarà scritto nel Decreto Clima, cioè quando terminerà il suo iter Parlamentare e verrà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale.
Ma soprattutto rinsavisca chi ha avuto questa brillante idea di penalizzare il settore agricolo che è già messo sotto scacco da politiche comunitaria che penalizzano l’agricoltura nazionale italiana favorendo quella di altri stati.

rifornimento cisterna gasolio agricolo
Rifornimento dalla cisterna del gasolio agricolo

Gasolio agricolo a chi spetta

Il gasolio agricolo spetta agli utenti di motori agricoli. Chi sono? In Italia ai sensi delle vigenti leggi (d. leg. 504/95, 173/98; legge 662/96; d. m. 6/8/63, 12/3/92, 24/2/00) vengono considerati “utenti di motori agricoli” i seguenti soggetti.

Utenti di motori agricoli:

  • esercenti attività agricola iscritti nel registro imprese Camera commercio, aziende agricole di istituzioni pubbliche,
  • Consorzi di bonifica ed irrigazione che intendono acquistare benzina, petrolio, gasolio da impiegare nei motori delle macchine agricole o destinate a “generare, mediante impianti fissi, energia elettrica per gli usi delle aziende agricole”

Tra gli utenti di motori agricoli sono comprese le seguenti attività agevolate per l’acquisto di diesel agricolo (gasolio):

  • allevamento bestiame, compreso pollame, attuato con o senza terreno agrario;
  • essiccatoi agricoli;
  • sgusciamento frutta secca (castagne, mandorle, pinoli..), separazione vinaccioli, segatura legname
  • trivellazione pozzi a scopi irriguo; costruzione, manutenzione e pulizia serbatoi idrici e canali di irrigazione e di scolo, smaltimento relativi materiali di rifiuto;
  • sollevamento acqua per irrigazione anche fuori azienda;
  • manutenzione strade poderali ed interpoderali e di altre opere al servizio azienda;
  • riscaldamento serre, uso mezzi di difesa contro gelo e brina, bruciatori di sterpaglia;
  • spremitura olive aziendali, anche se effettuata in frantoi esterni;
  • sfruttamento agricolo campi di aviazione e sportivi;
  • distillazione della mentha piperita
  • macchine agricole, isolate o con rimorchio o “per il traino di macchine ed attrezzature agricole nonché per il trasporto di macchine, utensili ed attrezzature agricole, di accessori funzionali per lavorazioni meccanico-agrarie, di prodotti agricoli e sostanze di uso agrario”, purché trasporto di tali mezzi e prodotti avvenga:
    • da azienda ad altra azienda agricola o stazione ferroviaria, o mercato, o luogo di consumo, o magazzino di raccolta, vendita o smistamento”;
    • da aziende agricole ad industria trasformazione e viceversa;
    • da casa colonica ad azienda agricola o da podere a podere e viceversa;
    • da un centro macchine conto terzi ad azienda agricola;
    • da azienda agricola ad officina riparazione o prove e verifiche Ufficio motorizzazione;
    • trasporto bestiame al pascolo stagionale, fiere, mercati, stazioni di riproduzione;
    • trasporto di materiali per manutenzione strade poderali, casa colonica, stalle, fienile;
    • trasporto masserizie lavoratori agricoli che si trasferiscono da aziende agricole ed altre;
    • liquame da distribuire su terreni agricoli;
    • acque destinate esclusivamente ad azienda agricola;
    • prodotti dell’azienda agricola da essiccare in impianti esterni ad azienda;
    • lavori di bonifica e manutenzione eseguiti da Consorzi di bonifica;
    • lavori eseguiti da “imprese agro-meccaniche che effettuano a favore impresa agricola iscritta nel registro, prestazioni
    • risultanti da documentazione attestante lavorazioni eseguite, pubblicate dalla stessa impresa agricola”.

Nel caso di motori benzina, macchine debbono avere potenza inferiore a 40 CV e non essere impiegate per conto terzi, ad eccezione delle mietitrebbiatrici.
Non rientrano tra macchine agricole: ciclomotori, motoveicoli, autoveicoli.

Lascia un commento sul nostro FORUM e guarda quali sono i 10 trattori più potenti al mondo!

💥 Avviso: per restare aggiornato e ricevere le ultime news sulla tua mail iscriviti alla newsletter automatica di Newsauto QUI

Commenta

Tags

Marco Savo

Classe 1983, giornalista, grandissimo appassionato di motori e calcio... !
Back to top button
Close