FerrariFormula 1 - F1Notizie autoRacing

F1, muore in un incidente l’ingegnere di Ferrari e Williams

Lutto in Formula 1, a perdere la vita è Antonia Terzi in un incidente stradale. Era l'ingegnere di Ferrari e Williams che ha ideato l'ala anteriore a "tricheco".

Notizia di cronaca dolorosa quella dell’incidente stradale in cui ha perso la vita Antonia Terzi, l’ingegnere della Formula 1 con trascorsi in Ferrari e Williams: negli anni 2000 inventò l’ala anteriore a “tricheco”.

Dinamica incidente mortale dove ha perso la vita Antonia Terzi

Si conoscono pochi dettagli sulla dinamica dell’incidente nel quale è morta Antonia Terzi che si trovava sull’autostrada inglese nella giornata del 31 ottobre 2021. Le cause e le dinamiche del fatale impatto sono sconosciute e su queste sta facendo chiarezza la polizia britannica.

Chi è Antonia Terzi deceduta, l’ingegnere di Ferrari e Williams

Antonia Terzi è nata a Modena il 29 Aprile 1971, 50 anni, si era laureata in ingegneria all’università della città emiliana. È entrata a far parte del mondo delle corse in F1 dove ha mosso i primi passi in pit line con la Ferrari nel 1999 per 5 anni. Dopo si trasferì in Williams alla corte di Patrick Head e Frank Williams.

Nel 2002 è stata responsabile dell’aerodinamica nella scuderia inglese. Nella squadra vincitrice di nove titoli costruttori si è fatta notare progettando la famosa ala anteriore a tricheco, tanto stramba, ma tanto funzionale. Una creazione che stupì il mondo e rimarrà nel mondo delle corse.

Antonia Terzi in Ferrari con Jean Todt
Antonia Terzi, ingegnere F1 in Ferrari con Jean Todt

Nella sua carriera segui l’assunzione in Bentley dove svolse un lavoro importando favorendo alla crescita dell’azienda. Poi ci fu il ritorno in patria entrando in Dallara. Dopo poco però accettò l’offerta dell’Università di Deft come docente di ingegneria aerospaziale.

Antonia Terzi aveva lavorato al fianco dell’astronauta Wubbo Ockels e dell’ingegnere aerospaziale Joris Melkert. Da tempo si dedicava all’insegnamento, prima in Olanda e stava per trasferirsi all’Università di Canberra in Australia dove aveva un incarico dal 2020.

Antonia Terzi presso la scuderia Williams
Antonia Terzi presso la scuderia Williams

Il saluto di molti dei colleghi come Patrizia Cantusci che dichiara: «Mi spiace molto. Ricordo i suoi anni alla Williams. C’erano Montoya e Ralph Scumacher come piloti. Disegnò un avantreno con due piccoli dispositivi verticali. La presero (ingiustamente) in giro per poi copiare un po’ l’idea, in qualche modo. Riposi in Pace»

L’ala anteriore a tricheco sulla Williams di Formula 1

E’ stata Antonia Terzi ad ideare un nuovo disegno dell’ala anteriore a “tricheco” per la vettura di Formula 1 Williams FW26 motorizzata BMW. L’ala anteriore era collegata alla carrozzeria attraverso lunghi supporti allineati agli attacchi della sospensione.

L'ala anteriore a tricheco" ideata da Antonia Terzi sulla Williams F1
L’ala anteriore a tricheco” ideata da Antonia Terzi sulla Williams F1

Alla famiglia di Antonia vanno le condoglianze di Newsauto.it

Antonia Terzi, l’ingegnere di Ferrari e Williams deceduta

Potrebbero interessarti anche questi contenuti

👉 Notizie di cronaca

👉 Notizie di incidenti

👉 Incidenti auto elettriche

👉 Notizie di incendi auto

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

COMMENTA CON FACEBOOK

Damiano Cavallari

Fin da bambino sono appassionato di motori grazie a mio padre motociclista. Mi hanno sempre affascinato i rombi di quei propulsori, ho sempre amato la tecnica che c'è dietro a un mezzo meccanico che sia auto o moto, o di qualsiasi altro genere. Ho cominciato a scrivere su questo mondo passando per molte testate come MOWmag.com, di automoto.it, insella.it, motori.news, rallyssimo, notizieauto.it e ora approdo qui a Newsauto.it

Leggi anche

Back to top button

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto