News

Credito d’imposta bonus pubblicità: le date 2018!

La comunicazione telematica per quest'anno va presentata nell'arco di date dal 22 settembre al 22 ottobre 2018

E’ entrato in vigore l’8 agosto il D.P.C.M. 90/2018, decreto attuativo con il “Regolamento recante le modalità ed i criteri per la concessione d’incentivi fiscali agli investimenti pubblicitari incrementali su quotidiani, periodici e sulle emittenti televisive e radiofoniche locali, in attuazione dell’articolo 57-bis, comma 1 del decreto-legge 24 aprile 2017, n. 50, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 giugno 2017, n. 96” –, con le  disposizioni applicative del credito di imposta per la spese di pubblicità (bonus pubblicità): oltre ad essere illustrati i soggetti beneficiari, gli investimenti ammissibili e a quelli esclusi, i limiti e le condizioni dell’agevolazione concedibile, la procedura e le  modalità  di  concessione, sono state anche annunciate le date nelle quali i consulenti dovranno inviare le richieste telematiche

ATTENZIONE – Leggere attentamente tutte le FAQ aggiornate ad ottobre 2018 dal Dipartimento per l’Informazione e l’editoria riguardo al Bonus Pubblicità.

QUANDO RICHIEDERE IL CREDITO D’IMPOSTA, ECCO LE DATE

La richiesta del credito di imposta va presentata con l’apposita comunicazione telematica a cura del consuente in queste date stabilite: dal 1° marzo al 31 marzo di ciascun anno.
Entro il  30  aprile  di  ciascun  anno,  il  Dipartimento  pubblicherà l’elenco delle società che hanno diritto al Credito di imposta e la percentuale  provvisoria  di riparto  in  caso  di  insufficienza  delle   risorse.

La comunicazione telematica, quest’anno 2018 va presentata nell’arco di date stabilito ovvero dal 22 settembre al 22 ottobre 2018, anche per gli investimenti incrementali effettuati dal 24 giugno al 31 dicembre 2017, quest’ultimi con istanza separata.

CREDITO DI IMPOSTA, bonus pubblicità

E’ sempre più definito l’ambito soggettivo del credito d’imposta relativo al bonus pubblicità e destinato ad imprese o lavoratori autonomi e agli enti non commerciali che abbiamo effettuato investimenti in campagne pubblicitarie sulla stampa quotidiana e periodica, anche on-line,  e sulle  emittenti  televisive  e  radiofoniche  locali,  analogiche  o digitali, a partire dal 1° gennaio  2018, e il  cui  valore superi di almeno l’1% gli analoghi  investimenti  effettuati sugli stessi mezzi di informazione nell’anno precedente.

Gli stessi soggetti sopra indicati possono beneficiare dell’agevolazione anche con riferimento agli  investimenti pubblicitari incrementali sulla stampa  quotidiana  e  periodica,  anche  on-line, effettuati dal 24 giugno 2017 al 31 dicembre 2017, per il valore superiore almeno all’1%  l’ammontare degli stessi investimenti effettuati nel corrispondente periodo dell’anno 2016.

Ricordiamo che il credito d’imposta riconosciuto è pari al 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati (nel limite massimo complessivo   delle   risorse   di   bilancio   annualmente appositamente stanziate), ma può arrivare al 90% nel caso di microimprese, piccole e medie imprese e start-up innovative, una volta perfezionata con esito positivo la procedura di notifica alla Commissione europea, in pendenza della quale è concessa la misura ordinaria del 75%.

Va ricordato che le spese di pubblicità sono da considerarsi al netto delle spese accessorie, dei costi di  intermediazione e di ogni altra spesa diversa dall’acquisto dello spazio pubblicitario.

Leggi anche gli approfondimenti su Bonus Pubblicità Decreto Attuativo e gli aggiornamenti relativi promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico, d’intesa con il Mef e Presidenza del Consiglio che riguardano gli investimenti pubblicitari su testate giornalistiche (web, magazine, tv e radio)
Bonus Pubblicità Credito d'imposta per spese di pubblicità su Riviste in edicola a novembre 2017

Per ulteriori informazioni sul credito d’imposta e pubblicità su magazine testate giornalistiche contattare EUROMEDIAPRO

Tags

Giovanni Mancini

Ingegnere, pilota, giornalista appassionato da sempre di auto e motori. Segue la direzione di questo portale newsauto.it ed è direttore responsabile dei magazine Elaborare, Elaborare 4x4 ed Elaborare Classic da oltre 20 anni il riferimento degli appassionati. Nell'anno 2004 ha conseguito il titolo di Campione Italiano nel Campionato Velocità Turismo. Pilota attualmente attivo su gare in pista del Campionato Italiano Turismo con Peugeot e nei monomarca con Seat e Renault. Tra le tante auto speciali provate una in particolare (esclusiva italiana): la Mazda 787B vincitrice della 24H di Le Mans nel 1991.
Close