News

“Bonus pubblicità”, Credito d’Imposta prenotato 2018

Sono stati pubblicati gli importi del Credito d'Imposta relativo al Bonus Pubblicità dal Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria della Presidenza del Consiglio alle imprese che ne hanno fatto richiesta.

Sono stati pubblicati gli importi del Credito d’Imposta relativo al Bonus Pubblicità dal Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria della Presidenza del Consiglio per le imprese che ne hanno fatto richiesta, in un elenco dedicato nel quale sono riportati i nomi delle società, la partita iva e l’importo “prenotato” (allegato in PDF scaricabile). Questa comunicazione riguarda tutte le aziende che hanno investito nel 2018 e 2017 in pubblicità su testate giornalistiche registrate al Tribunale presenti sul web, nella stampa, in tv e radio.

Bonus pubblicità 2018, importi assegnati e percentuali

Sono state le 6.781 le domande accolte sulle richieste “prenotate” dai consulenti per le aziende riguardanti il credito d’imposta sugli investimenti pubblicitari 2018 (esattamente sulla differenza tra incremento 2018 rispetto al 2017)  per un totale che ha superato ampiamente le coperture stanziate per questo esercizio 2018, pari a € 12.500.000 per radio e tv e € 30.000.000 per stampa.

CREDITO D’IMPOSTA 2018 pubblicità prenotato

La distribuzione sulle singole società del Credito d’Imposta 2018 “prenotato” è stato effettuato in base al totale stanziato pari a 42.500.000 € e che risulta essere ripartito per gli investimenti al

23% su radio e televisioni locali
26% su quotidiani e periodici cartacei e online

Le percentuali inizialmente annunciate erano decisamente superiori a quelle effettivamente riconosciute: si parlava di un 70/90% contro il reale 23/26%.

CREDITO D’IMPOSTA effettivo

Attenzione perché questi sono gli importi “prenotati”. Gli importi definitivi ed effettivi del Credito d’Imposta saranno comunicati al Dipartimento dall’Agenzia delle Entrate dopo il 31 gennaio 2019, a seguito di un ricalcolo con i dati definitivi relativi agli investimenti incrementali realmente effettuati nell’anno 2018 che saranno comunicati dai consulenti delle aziende interessate ed acquisiti dall’Agenzia nel periodo 1°/31 gennaio 2019: potranno essere diversi dal “prenotato”.

L’ammontare del credito effettivamente fruibile che le aziende potranno utilizzare pertanto si conoscerà a febbraio con nuovo provvedimento del Dipartimento per l’informazione e l’editoria ed un nuovo elenco dei beneficiari e di nuovi importi concessi a ciascuno.

CREDITO D’IMPOSTA, effettivo

L’importo del Credito d’Imposta effettivo potrà variare in più o in meno per la singola azienda per diversi fattori ed in base soprattutto dell‘ammontare totale finale che sarà certificato a gennaio dai consulenti per tutte le aziende. Se questa nuovo totale del fatturato “effettivo” di tutte le aziende sarà inferiore (non può superare quello prenotato) il riparto dell’importo finale per la singola azienda potrebbe aumentare (a patto che quest’ultima abbia confermato la somma prenotata). Questa ipotesi di nuovo reparto lo azzardiamo noi di newsauto.it, per logica (non è confermata dal Dipartimento), ma crediamo che dovrebbe essere così visto che la disponibilità dei 42.500.000 € in qualche modo dovrà essere ripartita sul totale delle richieste “certificate” a gennaio 2019.

L’importo effettivo del Credito d’Imposta insomma che le aziende potranno utilizzare nel 2019 potrà quindi variare con la possibilità reale di una quotaparte maggiore: questo dato definitivo si conoscerà solo a febbraio 2019.

Credito Imposta 2018 prenotato
Elenco aziende SCARICA PDF

Tags

Giovanni Mancini

Ingegnere, pilota, giornalista appassionato da sempre di auto e motori. Segue la direzione di questo portale newsauto.it ed è direttore responsabile dei magazine Elaborare, Elaborare 4x4 ed Elaborare Classic da oltre 20 anni il riferimento degli appassionati. Nell'anno 2004 ha conseguito il titolo di Campione Italiano nel Campionato Velocità Turismo. Pilota attualmente attivo su gare in pista del Campionato Italiano Turismo con Peugeot e nei monomarca con Seat e Renault. Tra le tante auto speciali provate una in particolare (esclusiva italiana): la Mazda 787B vincitrice della 24H di Le Mans nel 1991.
Close