Notizie auto

Contratti a rischio per i concessionari Peugeot, Citroen, DS, Alfa Romeo, Fiat e Jeep?

Stellantis recede i contratti con le concessionarie per costruire un nuovo modello di distribuzione multimarca attivo dal 2023, sostenibile, dinamico, snello ed efficiente per tutti i suoi brand.

La rivoluzione di Tavares nella gestione di Stellantis passa anche per la riorganizzazione dei concessionari auto di tutti i marchi ex PSA e FCA, Peugeot, Vauxhall, Citroen, Alfa Romeo, DS Automobiles, Fiat e Jeep. Il neonato gruppo ha infatti comunicato ai showroom e punti di assistenza la volontà di cessare gli attuali contratti, per costruire un nuovo modello di distribuzione multimarca che sarà lanciato a giugno 2023.

Tale decisione però non è stata ben vista dall’associazione europea dei concessionari e delle imprese di riparazione, che hanno espresso le loro preoccupazioni.

Nuovi concessionari auto Stellantis con Peugeot, Vauxhall, Citroen, Alfa Romeo, Ds Automobiles, Fiat e Jeep

I nuovi concessionari, punti di riparazione Stellantis e rivenditori Peugeot, Vauxhall, Citroen, Alfa Romeo, Ds Automobiles, Fiat e Jeep nella mente di Tavares sono dei punti dove saranno ospitati i 12 marchi del gruppo.
Questa riorganizzazione delle concessionarie inevitabilmente potrebbe penalizzare i punti vendita più piccoli.

Dal 2023 Stellantis riorganizza la sua nuova rete di concessionari

Nell’idea di sviluppo di Stellantis è quella di allinearsi ai modelli di sviluppo europei, che punta a promuovere un modello sostenibile, dinamico, snello ed efficiente per tutti i suoi brand. I rappresentanti dei concessionari europei vengono coinvolti attivamente nello sviluppo dei piani futuri e della strategia di distribuzione di Stellantis che, in linea con il quadro Ber effettivo da giugno 2023, aprirà la strada a un nuovo schema di distribuzione.

Rivenditori auto autorizzati Stellantis, riorganizzazione e preoccupazione

Il nuovo schema sulla differente gestione delle vendite auto del gruppo Stellantis punta a portare benefici immediati ai clienti, alla rete di distribuzione e alla stessa Stellantis, creando un ecosistema più efficiente e sostenibile.

Carlos Tavares, n.1 di Stellantis

Le concessionarie però lamentano, come precisato dalla federazione di categoria, la Federauto, di non essere stati contattati anticipatamente. La preoccupazione è quella di un ridimensionamento dato che al momento sono sconosciuti i termini del futuro quadro delle concessionarie Stellantis.

Potrebbero interessarti (anzi te lo consiglio!)

👉 Auto elettriche, allarme crisi e posti di lavoro a rischio

👉 Tutte le notizie sulla crisi auto

💥 Avviso: per restare aggiornato e ricevere le ultime news sulla tua mail iscriviti alla newsletter automatica di Newsauto QUI.
👉 Cosa ne pensi? Fai un salto sul FORUM!


Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Back to top button

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto