Notizie auto

Collaudo impianti GPL, proposta di autocertificazione

Attesa fino ad un anno presso la Motorizzazione Civile per il collaudo di impianti GPL, dopo la sostituzione programmata del serbatoio. La proposta è quella di provvedere all'autocertificazione presso le officine autorizzate

Collaudo impianti GPL, la questione in Italia è molto serie perché le auto a GPL ogni dieci anni devono sostituire il serbatoio del gas. Il problema che dopo la sostituzione si deve procedere al collaudo presso la Motorizzazione Civile e, a causa di una carenza d’organico, i tempi di attesa possono arrivare fino ad anno.

Collaudo impianti GPL presso le officine autorizzate

La soluzione più ovvia a questo punto è quella di delegare il collaudo alle officine autorizzate. La questione è arrivata fino in Parlamento, ed è stata discussa dalla deputata e capogruppo in X Commissione di Italia Viva Sara Moretto in occasione del Question Time con il Ministro dei Trasporti Paola De Micheli.

L’Onorevole ha proposto di annotare la regolare sostituzione sulla carta di circolazione con autocertificazione effettuata da officine riconosciute, per evitare i prevedibili disagi che si registreranno nei prossimi mesi, quando circa 900mila veicoli dovranno essere sottoposti alla procedura di collaudo per la sostituzione decennale del serbatoio GPL da parte della Motorizzazione civile.

Collaudo impianti GPL rifornimento GPL
Bocchettone rifornimento GPL

Sostituzione serbatoio GPL dopo dieci anni

Gli uffici territoriali della Motorizzazione Civile sono in carenza di organico e nei prossimi mesi dovranno far fronte ai collaudi degli impianti GPL dopo la sostituzione decennale dell’impianto, dato che negli anni 2009 – 2010 – 2011 sono stati erogati gli incentivi statali per l’installazione di impianti e la vendita di auto a GPL.

Collaudo impianti GPL serbatoio BCR
Serbatoio BCR GPL

I tempi di prenotazione del collaudo sono molto lunghi – dichiara la deputata Sara Morettoche in alcuni territori la seduta di visita e prova è assegnata dopo oltre 9 mesi dalla richiesta. Un disagio notevole sia per gli automobilisti, che ora rischiano di dover circolare in modo irregolare con possibili rischi di mancata copertura assicurativa, sia per le officine, soprattutto nei casi, che rappresentano la maggior parte, in cui la sostituzione del serbatoio coincida con la revisione periodica del veicolo che dovrebbe perciò restare fermo fino alla seduta di collaudo.

Il mio intento è di sollecitare una misura provvisoria attraverso un decreto o provvedimento ministeriale per dare una risposta immediata considerata l’urgenza del problema. Le officine già oggi si assumono la responsabilità circa la regolarità dell’impianto, quindi di fatto siamo di fronte a una mera operazione formale da parte della Motorizzazione civile per l’aggiornamento della carta di circolazione”.

Sara Moretto, deputato di Italia Viva
Sara Moretto, deputato di Italia Viva

GUIDA revisione bombole auto GPL e metano

Avviso: per restare aggiornato e ricevere le ultime news sulla tua mail iscriviti alla newsletter automatica di Newsauto QUI

Lascia un commento sul nostro FORUM!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

Redazione NEWSAUTO

La squadra di NewsAuto.it si compone di un gruppo di appassionati collaboratori, esperti conoscitori del mondo delle automobili, della tecnica motoristica e del mercato italiano. Le prove delle vetture vengono eseguite da tester collaudatori esperti e piloti. Il nostro team include giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi e operatori video, tutti uniti dalla passione per l'automobilismo e impegnati ad offrire informazioni dettagliate e approfondite sulla vasta gamma di veicoli presenti sul mercato.
Pulsante per tornare all'inizio

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto