Notizie auto

Bonus revisione auto, che cos’è e come funziona

Fino al 30 aprile 2022 è possibile richiedere il rimborso per l’aumento della revisione auto effettuata nel 2021. Dal 1° maggio 2022, sempre dalla piattaforma “bonus veicoli sicuri”, può richiedere il bonus chi ha effettuato la revisione nel 2022.

Dopo aver varato l’aumento del costo della revisione auto dal 1° novembre 2021, il Governo ha cercato di mitigare la misura introducendo un bonus per le revisioni, che ha chiamato “buono veicoli sicuri” pari a 9,95 euro.

Dal 1° novembre 2021 infatti la tariffa della revisione auto è stata aumentata di circa 10 euro, arrivando a 79,02 euro, il 18% in più rispetto alla precedente tariffa di 66,88 euro.

Il contributo per le revisioni effettuate nel 2021 può essere richiesto entro il 30 aprile 2022, mentre dal 1 maggio 2022 è possibile richiedere esclusivamente il contributo per le revisioni effettuate nel 2022.

Bonus revisioni veicoli sicuri, come funziona

Lo sconto sulla revisione auto, sotto forma di bonus veicoli sicuri, è pari a 9,95 euro ed è destinato agli automobilisti che dal 2021 fino al 2023 dovranno sottoporre il proprio veicolo all’ispezione periodica.

Il bonus, che si può richiedere a partire dal 3 gennaio 2022, è previsto per un solo veicolo a motore e per una sola volta nel triennio e può essere richiesto per le revisioni effettuate dal 1° novembre 2021, giorno in cui è entrato in vigore l’aumento tariffario. Fino al 30 aprile 2022 può richiedere il bonus chi ha effettuato la revisione nel 2021, mentre dal 1° maggio lo può fare chi ha effettuato il controllo periodico previsto dalla legge nel corso dell’anno.

Bonus revisioni veicoli sicuri, come funziona
Il bonus sulla revisione auto è di 9,95 euro

Lo sconto annullerebbe così l’aumento, almeno inizialmente. Infatti il costo della revisione è passato da 45 a 54,95 euro (+22%). A tale prezzo poi bisogna aggiungere l’IVA (22%), la tariffa motorizzazione (10,20 euro) e le spese postali (1,78 euro), per un totale di 79,02 euro.

Come richiedere il bonusrevisione

Per richiedere il bonus revisione è sufficiente accedere alla piattaforma informatica Buono veicoli sicuri tramite Sistema pubblico di Identità digitale (Spid), Carta d’identità elettronica (Cie) o Carta nazionale dei servizi (Cns), compilare il modello disponibile sulla piattaforma e allegare la copia dell’attestazione dell’avvenuto pagamento della revisione. Il rimborso arriva direttamente sul conto corrente.

Bonus revisioni, fondo limitato

Il bonus revisione di 9,95 a conti fatti rischia di essere una beffa per la maggior parte degli automobilisti, visti i soli 4 milioni di euro di copertura finanziaria.

Bonus revisioni, fondo limitato
Per il bonus revisione “veicoli sicuri” il Governo ha stanziato solo 4 milioni di euro, sulla carta insufficienti

Ad usufruirne infatti sono i primi che vi accedono. Il bonus, come calcolato da Quattroruote, copre appena 402 mila persone all’anno su 17 milioni (16 milioni nei centri privati e un milione nelle sedi della motorizzazione). In pratica, senza un ulteriore rifinanziamento, il bonus così com’è è del tutto inutile.

Potrebbero interessarti anche questi contenuti

👉 Aumento della revisione auto da novembre 2021

👉 Revisione auto ogni quando va fatta

👉 Revisione auto, dove va fatta per legge

👉 Revisione auto, quali sono i controlli e le prove?

👉 Revisione bombole auto GPL e metano

👉 Avviso: per restare aggiornato e ricevere le ultime news sulla tua mail iscriviti alla newsletter automatica di Newsauto QUI.
👉 Cosa ne pensi? Fai un salto sul FORUM

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Informativa sulla privacy

COMMENTA CON FACEBOOK

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.

Leggi anche

Back to top button

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto