Notizie auto

Aereo elettrico e aereo ibrido

La Wright electric svela un aereo elettrico per tratte brevi entro 1 ora di volo e con 100 posti. Nel 2023 i primi test con una versione hybrid e nel 2026 previsto il primo volo full elettric

Il motore elettrico si sta diffondendo sempre di più nei mezzi utilizzati per la mobilità. Lo ritrovi applicato sulle auto elettriche, e-bike, monopattini, droni, ecc. La notizia di oggi è quella dell’aereo elettrico, un velivolo totalmente elettrico realizzato da Wright che porta la tecnologia EV anche nel mondo dell’aviazione. Nata nel 2016 debuttò sul mercato sviluppando il primo aereo, il Wright 1.

Aereo elettrico

L’aereo elettrico in questione è denominato Wright Spirit, l’ultimo sviluppato dall’omonima startup americana. Più compatto e agile, questo vanta una fusoliera più piccola che ospita 100 posti a sedere. sono di meo i passeggeri che rispetto al primo modello potranno viaggiare silenziosi, precisamente 86 posti del Wright 1.

Motore aereo elettrico e caratteristiche

Il Wright Spirit monta 4 motori elettrici da 2 MegaWatt di potenza, per i puristi dei cavalli sono ben 2.700 CV. Il rapporto peso/potenza è di 10 kW/kg.

La configurazione dei quattro motori.

Per le specifiche telaistiche, il velivolo è progettato e costruito sulla piattaforma BAe 146, molto usata nel 1980 per lo sviluppo di aerei leggeri. Sicuramente migliorata e aggiornata ai nostri tempi.

Batteria e autonomia aereo elettrico

Non sono state comunicate informazioni tecniche riguardo le caratteristiche della batteria dell’aero elettrico, ma si presume che questa possa garantire in modalità solo elettrico la copertura di tratte brevi sotto 1 ora di tempo di volo.
Sicuramente dovranno essere utilizzate batterie ad alta densità di carica. Per un aereo di tipo jet regionale sono necessari almeno 500 Whr/kg e almeno 800 Whr/kg per un aereo tipo 737. La Lyten prevede che le nuove batterie arriveranno a 900 Whr/kg nel 2025/2026.

Aereo hybrid, motori elettrici e motori a combustibile

La startup punta che i collaudi inizieranno nel 2023, con una versione del velivolo “hybrid”. Per motivi, prettamente di sicurezza verranno montati 3 motori a combustione e solo uno elettrico.

Poi nell’anno successivo, nel 2024, si procederà con prove di motorizzazioni 50-50, quindi due a carburante e due EV.

Per finire l’anno della svolta sarà il 2026 dove si vedranno montati per la prima volta tutti e quattro i motori elettrici. E in quest’anno, grazie alla partnership con EasyJet e VivaAerbus, debutterà sul mercato.

“L’aviazione si è impegnata ad azzerare le emissioni nette di carbonio entro il 2050, ma Wright si è impegnata a ridurre del 100% tutte le emissioni a partire dal 2026“. Abbiamo costruito il propulsore aerospaziale più grande del mondo possiamo realizzare il più grande retrofit a emissioni zero del mondo servendo direttamente le rotte più trafficate del mondo “. Dichiara Jeff Engler, CEO di Wright.

Aereo elettrico

Le tratte ideali per l’aereo elettrico

L’azienda punta a diminuire il traffico dei viaggiatori sulle linee più trafficate diminuendo il tempo del volo. “Possiamo avere un impatto significativo sulle emissioni globali prendendo di mira questo segmento di mercato, che ha un’alta domanda“.

Rotte come Seoul – Jeju, la tratta che vanta il maggior numero di passeggeri al mondo, verranno effettuate in molto meno tempo. Questa è una tratta che vede ben 14 milioni di passeggeri all’anno.

Una nuova scoperta tecnologica che nel lungo periodo potrebbe vedere spostarci anche in cielo in modalità EV.

Aereo elettrico vs aereo con motori a turbina, pesi in gioco

Tra un aereo tradizionale con motori a turbina ed un aereo elettrico, bisogna considerare che su un aereo elettrico il peso all’atterraggio sarà lo stesso del peso al decollo mentre con gli aerei solitamente un peso considerevole del carburante viene bruciato durante il volo.

Potrebbero interessarti anche questi contenuti

👉 Notizie su treni
👉 Aerei
👉 Mobilità Sostenibile

👉 Cosa ne pensi? Fai un salto sul FORUM e Google News tutte le notizie dell’auto

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

COMMENTA CON FACEBOOK

Damiano Cavallari

Fin da bambino sono appassionato di motori grazie a mio padre motociclista. Mi hanno sempre affascinato i rombi di quei propulsori, ho sempre amato la tecnica che c'è dietro a un mezzo meccanico che sia auto o moto, o di qualsiasi altro genere. Ho cominciato a scrivere su questo mondo passando per molte testate come MOWmag.com, di automoto.it, insella.it, motori.news, rallyssimo, notizieauto.it e ora approdo qui a Newsauto.it

Leggi anche

Back to top button

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto