ElvaFotogalleryMcLaren

McLaren Elva, supercar due posti estrema da 815 CV

Arriva la nuova supercar scoperta estrema McLaren Elva, che celebra le vetture sportive McLaren-Elva degli anni '60 progettate da Bruce McLaren. La meccanica deriva dalla Senna e Senna GTR ma è stata ulteriormente affinata per raggiungere prestazioni mozzafiato

MOTORE
4.0 Biturbo
CAVALLI
815
Velocità Max.
- km/h
PESO / POTENZA
- Kg/CV

McLaren Elva la nuova roadster della gamma Ultimate Series McLaren, la prima vettura stradale del marchio con abitacolo scoperto, prodotta in soli 399 esemplari. Il nome Elva celebra le rinomate M1A e la M1L McLaren-Elva [Mk I], M1B [Mk II] e M1C [Mk III] progettate da Bruce McLaren negli anni ’60.

La nuova McLaren Elva è una due posti ad alte prestazioni, con telaio e carrozzeria in fibra di carbonio realizzati per questa vettura senza tetto, parabrezza e finestrini laterali. La meccanica deriva dalle velocissime Senna e Senna GTR.

McLaren Elva, supercar scoperta in fibra di carbonio

Gran parte di questa supercar è in fibra di carbonio, come alcune appendici aerodinamiche dai pannelli laterali (lunghi più di tre metri), al cofano anteriore spesso solo 1,2 mm fino ad arrivare al deflettore dell’Active Air Management. Il sistema convoglia l’aria dall’ anteriore dell’Elva per poi defluire grazie alla velocità prima che impatti gli occupanti e verso l’alto, al di sopra del cockpit.

Il sistema comprende un grande ingresso per l’aria centrale situato sopra lo splitter, uno sfiato frontale di scarico a conchiglia e un discreto deflettore in fibra di carbonio che si alza e si abbassa verticalmente; quando l’AAMS è attivo, il deflettore è posto al bordo anteriore dell’uscita dell’aria del cofano, alzandosi di 150 mm nel flusso d’aria così da creare una zona di bassa pressione attorno alla presa d’aria.

Fiancata laterale McLaren Elva
Fiancata laterale McLaren Elva

McLaren Elva, aerodinamica studiata nei minimi dettagli

L’aria ventilata viene diretta attraverso un raggio di 130 gradi, utilizzando una rete di palette in fibra di carbonio trasversali e montate longitudinalmente attraverso l’uscita del cofano; la distribuzione del flusso d’aria sia davanti che lungo il lato della cabina aiuta ulteriormente la gestione dell’aria nell’ambiente della cabina.

Nelle velocità urbane, quando il livello del flusso d’aria nella cabina è relativo il sistema AAMS non è attivo. All’aumentare della velocità del veicolo, l’AAMS si attiva automaticamente e lavora fino a quando la velocità non si riduce, a quel punto il deflettore si ritrae. Il sistema può anche essere disattivato manualmente dal conducente.

Per garantire condizioni ottimali di sfruttamento del sistema AAMS, la McLaren Elva è dotata di due radiatori a bassa temperatura (LTR) posizionati davanti a ciascuna ruota anteriore. I nuovi nuclei utilizzati in questi radiatori a bassa temperatura contribuiscono all’erogazione degli 815 CV di potenza del motore riducendo la temperatura dell’aria di sovralimentazione contribuendo anche al raffreddamento dell’’olio del cambio a sette marce.

Scarico, fari posteriori McLaren Elva
Scarico, fari posteriori McLaren Elva

Fibra di carbonio anche negli interni della McLaren Elva

La fibra di carbonio è presenta anche nell’abitacolo della McLaren Elva. Un essenziale tunnel in fibra di carbonio posizionata corre tra i sedili del conducente e del passeggero per supportare un bracciolo centrale che ospita il pulsante di avvio del motore e i comandi Drive, Neutral e Reverse. Anche i sedili hanno un disegno dedicato alla conformazione di questo modello, con una nuova scocca in fibra di carbonio leggera che non solo supporta la zona della testa, delle spalle e della schiena degli occupanti, ma si unisce perfettamente con la forma superiore della cabina.

Davanti al guidatore il cruscotto che scorre con linee sinuose e continue per unirsi alle portiere. Per la prima volta per McLaren, i controlli delle funzioni dell’Active Dynamics sono integrati nel quadro strumenti. Altre funzioni della McLaren Elva sono disponibili nel monitor touchscreen ad alta risoluzione da 8 pollici montato centralmente.

Il sistema mostra una serie di applicazioni sullo schermo, tra cui la navigazione satellitare, il McLaren Track Telemetry, la telecamera posteriore e la climatizzazione. Lo schermo è montato su di un leggero braccio in fibra di carbonio e inclinato verso il conducente.

Interni, plancia strumenti McLaren Elva
Interni, plancia strumenti McLaren Elva

McLaren Elva, motore V8 815 CV

Sotto al cofano c’è il potente motore McLaren V8 da 4,0 litri da 815 CV e 800 Nm con doppio turbocompressore che fa parte della stessa famiglia di motori che equipaggiano la McLaren Senna e la Senna GTR.

L’8 cilindri si caratterizza per l’albero motore piatto, lubrificazione a carter secco e alberi a camme, bielle e pistoni leggeri che ne riducono la massa. La potenza viene indirizzata alle ruote posteriori attraverso un cambio a sette marce e, lavorando in combinazione con una funzione di “launch control”.

L’aumento della potenza erogata si ottiene attraverso un sistema di scarico ottimizzato con contropressione ridotta e prestazioni LTR migliorate che riducono le temperature dell’aria in ingresso. Lo scarico stesso è un complesso e leggero sistema in titanio e Inconel, con due uscite inferiori che fiancheggiano un’uscita gemellata montata più in alto.

McLaren Elva, telaio e sospensioni

La potenza della McLaren Elva viene completata da una configurazione del telaio che massimizza l’agilità ed il coinvolgimento del guidatore accrescendo l’esperienza di guida. Lo sterzo elettroidraulico fornisce il feedback più puro. Le sospensioni attive idrauliche McLaren di ultima generazione offrono un’incredibile ampiezza di risposta su tutti i tipi di superfici stradali, con impostazioni software uniche e molle su misura e valvole degli ammortizzatori tarate sul peso complessivo.

Accessibili tramite i controlli dinamici adattivi, le modalità Comfort, Sport e Track per Handling e Powertrain cambiano le caratteristiche di guida in base alle richieste del conducente o l’ambiente dove si trova.

Vista posteriore McLaren Elva
Vista posteriore McLaren Elva

PRESTAZIONI, quanto fa?

La prestazioni della McLaren Elva sono mozzafiato: si raggiungono i 100 km/h con partenza da fermo (0-62 mph) in meno di tre secondi, la McLaren Elva è addirittura più veloce della McLaren Senna a raggiungere i 200 km/h (0-124 mph) in soli 6,7 secondi, un tempo inferiore di un decimo rispetto a quello della Senna.

FRENI, e per frenarla?

Per tenere a bada tutta questa potenza la McLaren Elva dispone di un impianto frenante all’altezza. Ogni disco in carboceramica sinterizzato misura 390 mm e richiede un tempo di produzione molto lungo rispetto a un disco in carboceramica convenzionale, ma il risultato è un materiale molto più forte e con una conduttività termica migliorata. Questo consente, in particolare, di ridurre le dimensioni dei dischi dei freni anteriori, che va a vantaggio della massa non sospesa.

Le esigenze di raffreddamento sono ridotte, riducendo la necessaria canalizzazione dei freni, che a sua volta riduce ulteriormente il peso e migliora l’efficienza aerodinamica. Il sistema è stato introdotto per la prima volta sulla McLaren Senna, ma è stato migliorato per la Elva con l’aggiunta di pistoni a pinza in titanio che consentono di risparmiare un totale di 1 kg sul peso complessivo del veicolo.

McLaren Elva M1A Mk I, McLaren Elva 2020
McLaren Elva M1A Mk I, McLaren Elva 2020

McLaren Elva, personalizzazioni in oro

La McLaren Elva non dispone di un sistema audio di serie (coerente con l’obiettivo di ridurre al minimo il peso del veicolo) ma lo si può richiedere in fase d’acquisto senza costi aggiuntivi. Altre opzioni senza costi includono cerchi in lega forgiata ultraleggera a 5 raggi invece delle ruote ultraleggere a 10 razze di serie; pneumatici Pirelli P Zero Corsa anziché pneumatici Pirelli P Zero e un sistema di sollevamento del veicolo. Un ulteriore tocco distintivo creato per la McLaren Elva è il badge personalizzato in oro bianco 18 carati o platino con inserto in TPT.

Una novità mondiale nel settore automobilistico introdotta sulla McLaren Speedtail, il carbonio con tecnologia a strato sottile (o TPT) è formato da più strati di carbonio ultrasottili di soli 30 micron. Posizionati con un angolo di 45 gradi, quando vengono fresati delicatamente espongono una superficie stratificata e lucida che ricorda l’acqua che scorre. Inoltre, MSO offre uno scudo termico del vano motore in oro 24 carati.

Volante, abitacolo McLaren Elva
Volante, abitacolo McLaren Elva

PREZZO, quanto costa?

La nuova Ultimate Series McLaren ha un prezzo per il mercato italiano che parte da 1.737,731 Euro IVA inclusa.

FOTO McLaren Elva

Listino prezzi nuovo MCLAREN

Annunci auto usate MCLAREN

💥 Avviso: per restare aggiornato e ricevere le ultime news sulla tua mail iscriviti alla newsletter automatica di Newsauto QUI

Lascia un commento sul nostro FORUM!

Commenta

Tags

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Back to top button
Close