FotogalleryNewsPRIMO CONTATTOStinger

Kia Stinger Prova primo contatto su strada GT V6

Al volante della Stinger più potente, la GT un'auto sportiva con motore 3.3 V6 da 370 CV, un look da vera berlina ma non estrema nel sound. Foto, prezzi, caratteristiche, video

E’ arrivata la nuova KIA Stinger e noi non vedevamo l’ora di provarla! Si era vista per la prima volta nel 2011, al Salone di Francoforte quando era ancora una splendida concept. Ci sono voluti altri sei anni di minuziosa progettazione al Centro Stile di Francoforte, su una piattaforma dedicata, durante i quali la Kia Stinger è scesa anche su strada, anzi in pista al Nurbrurging, dove è stata sviluppata e messa a punto.
Perché proprio al Nuburgring? Perché al Ring ha anche sede la divisione KIA “Test and High Performance Development”, di cui il capo responsabile è Albert Biermann ex BMW reparto “M”.
Due gli allestimenti GT e GT Line. GT con motore a benzina V6 turbo a iniezione diretta 24 valvole 3.3 T-GDI 370 CV, 4 ruote motrici AWD e la GT Line motorizzata diesel common rail a iniezione diretta 2.2 CRDI 200 CV con trazione posteriore.

Dal progetto alla realtà la Kia Stinger è diventata una berlina granturismo, un’attraente auto sportiva con sorprendenti caratteristiche dinamiche che finalmente abbiamo potuto saggiare.
Ecco qui la prova, un primo contatto con la versione più potente, la Stinger GT che ci ha permesso di assaporarne l’indole in attesa del nostro video che arriverà prossimamente.
Vista laterale Kia Stinger

KIA STINGER COME VA NELLA PROVA SU STRADA

Ci troviamo in Costa Azzurra, precisamente a Cannes, location azzeccata per saggiare le grandi doti della Stinger che sicuramente proveremo più a fondo anche in pista. Una trasferta per una presa di contatto rapidissima su un percorso abbastanza trafficato con poco tempo a disposizione, che ci ha permesso comunque di apprezzare la bontà del progetto di questa affascinante vettura.
Restiamo subito colpiti sia dal frontale slanciato con la griglia “tiger nose” inserita fra i due gruppi ottici Full LED anche nel posteriore, dai cerchi da 19” per il loro design aggressivo che calzano pneumatici Continental ContiSport Contact5 in due misure differenti: 225/40 R19 all’anteriore e 255/35 R19 al posteriore.

E poi belle le forme accentuate ed il disegno della prese d’aria sul cofano che conferiscono ancora più un aspetto “racing” alla rossa coreana.

Scegliamo di salire a bordo della versione GT per provare le grandi doti prestazionali del motore longitudinale 3.3 V6 biturbo da 370 CV, che riesce a dare più emozioni rispetto a quello diesel 2.2 CRDI Gt Line da 200 CV, ma sicuramente destinato ad una maggiore diffusione.
Motore Kia Stinger
Con il pulsante (non c’è la chiave) si avvia il motore della Kia Stinger e il 6 cilindri a V inizia a girare silenziosamente. Acceleriamo per sentirlo meglio, ma la prima impressione viene confermata anche in seguito da un livello del sound a primo impatto molto basso: non ha nulla a che vedere insomma con quello emesso da certi impianti di scarico che si trovano su altre auto sportive ai quali i competitors hanno riservato una maggiore attenzione. Ma per certi versi è anche più gradevole.

Vista posteriore Kia Stinger

AUTO SPORTIVA CON 8 MARCE e 5 MODALITA’  di GUIDA

La prova inizia selezionando subito dal tunnel centrale la modalità di guida “Sport Plus” tra le 5 di cui è dotata la Stinger: Eco, Comfort, Sport, Smart e Sport Plus. Per scoprire l’erogazione spingiamo tutto giù: la progressione è notevole e col pedale del gas “a tavoletta” si scatenano i 510 Nm di coppia che si sentono tutti già a partire da 1.300 g/m! I sedili in pelle sono ad alto contenimento con un ottimo compromesso per tra confort e sportività.
Il cambio automatico, abbastanza veloce, snocciola una dietro l’altra le 8 marce, selezionabili anche in modalità manuale. Grazie alla telecamera con visuale 360° (Around View Monitor) si riesce a gestire bene la vettura nella nelle manovre mentre all’interno si apprezza tantissimo la qualità audio grazie ad sistema di qualità come l’Audio Premium Harman Kardon Sound System.
E poi c’è Head Up display attraverso il quale sei informato sulla velocità in tempo reale senza distrazioni!
Uno zerocento da 4,9 secondi non è affatto male e ti incolla al sedile!

Alle prime curve ci stupisce l’ottima dinamica di marcia, la precisione di guida e la grande tenuta di strada grazie al sistema di controllo elettronico delle sospensioni, il Dynamic Stability Damping Control accoppiato ad una trazione integrale sorprendente che permette di scaricare a terra tutti i cavalli anche in condizioni di scarsa aderenza, con una ripartizione della coppia solitamente al 60% posteriore e 40% anteriore con la possibilità di spostarla al 100% sul posteriore.
Si raggiungono subito grandi velocità, ma non ci sono problemi di frenata: la versione in prova, infatti, monta un fantastico impianto frenante Brembo con dischi ventilati (350 mm ant. e 340 mm post.) morsi da una pinza a 4 pistoncini (2 nel posteriore), in grado di assicurare una frenata con tanta sicurezza da far sembrare la vettura incollata all’asfalto.

Interni Kia Stinger

Tutte queste prestazioni si godono comodamente seduti all’interno di un’elegante berlina granturismo, che offre un abitacolo con richiami alla sportività. Ogni dettaglio crea un’atmosfera accogliente, con una sensazione di spaziosità prodotta dal passo lungo e dall’altezza a disposizione dei passeggeri sia nei posti anteriori sia posteriori.

Per concludere questa primo contatto con la Stinger, possiamo consigliare la versione GT più potente a chi ama le prestazioni pure ed una vettura capiente. Per chi macina km ogni mese c’è la versione GT Line che conserva comunque un aspetto decisamente sportivo senza costi esagerati di gestione.
Terminiamo la prova augurandoci che i nuovi politici al governo dopo le elezioni di marzo mettano mano all’eliminazione del superbollo, per una più larga diffusione delle auto sportive con oltre 250 cv. 

KIA STINGER per saperne di più leggi anche la presentazione di Marco Savo QUI

SCHEDA TECNICA Kia Stinger 3.3 T-GDI 370 CV AWD

Motore: anteriore, longitudinale, 6 cilindri a V, cilindrata 3.342 cc, potenza 370 CV a 6.000 g/m, coppia 510 Nm da 1.300 a 4.500 g/m, 4 valvole per cilindro, biturbo, accensione elettronica
Trasmissione: trazione integrale, cambio automatico longitudinale a controllo elettronico a 8 rapporti con paddle al volante, sistema CPA (Centrifugal Pendulum Absorber) nel convertitore di coppia, ripartizione della coppia gestita attraverso il nuovo sistema DTVC
Sospensioni: anteriori McPherson, posteriori multilink a cinque bracci con barra antirollio
Freni: impianto Brembo, anteriori a disco ventilato da 350 mm e pinza a 4 pistoni, posteriore a disco ventilato 340 mm e pinza a 2 pistoni
Ruote: cerchi in lega 19” pneumatici 225/40 R19 anteriori 255/35 R19 posteriori
Dimensioni e pesi: lungh. 4.830mm, largh. 1.870 mm; peso in ordine di marcia 1.909 Kg
Prestazioni: velocità max 270 Km/h, accelerazione 0-100 Km/h 4,9 s, rapp. peso/potenza 5,15 Kg/CV
Prezzo: a partire da 55.000 Euro

KIA STINGER LISTINO PREZZI E CARATTERISTICHE QUI

STINGER 2.0 T-GDi 255cv 4×2

C’è anche la versione DIESEL 2.2 T-gDi con 255 4 cilindri turbodiesel.
Velocità massima 240 km/h
Accelerazione 6,0 s (0-100 km/h)
Autonomia 800 km
CONSUMI 
Urbano 10,6 l/100 Km
Extra-urbano 6,4 l/100 Km
Combinato 7,9 l/100 Km

 

KIA STINGER VIDEO

POSITIVO

TRAZIONE
POTENZA MOTORE
ACCELERAZIONE
CONFORT A BORDO
SOUND IMPIANTO AUDIO

NEGATIVO

SOUND SCARICO TROPPO CONSERVATIVO
Tags

Davide La Monica

Classe 1982, nato con la passione di auto e motori. Inizia la sua prima esperienza lavorativa all'età di 18 anni nel settore automotive e successivamente con Porsche. Tester, giornalista, specializzato nella produzione video a 360°.
Close