CeedFotogalleryKiaSaloni

Kia Proceed 2019, anteprima nuovo modello

Kia Proceed 2019 la prima shooting brake targata Kia, non una wagon ma un’auto con forme accattivanti che ricordano quelle delle coupé. Anteprima al Salone di Parigi 2018

KIA PROCEED 2019 – Fra le novità del Salone di Parigi 2018 c’è la nuova Kia Proceed, la prima shooting brake targata Kia e destinata ad arricchire la famiglia CEED.

Ideata, sviluppata e prodotta in Europa (e per l’Europa), Proceed nasce dal team europeo di progettazione Kia a Francoforte. Il nuovo modello sarà prodotto nello stabilimento di Žilina, in Slovacchia, accanto a CEED e CEED Sportswagon, introdotte quest’anno.

Sintesi ideale fra design audace e ingegneria, familiare, ma con un tocco di sportività e innovazione tipico del DNA Kia – tratti comuni alla nuova famiglia di modelli CEED – Kia Proceed sarà disponibile esclusivamente nelle versioni GT Line o in quelle più prestazionali GT.

PROVA SU STRADA ED IN PISTA

Kia Proceed 2019 | CARROZZERIA

Familiare, ma con un tocco di sportività. Con la sua innovativa linea della carrozzerie la Kia Proced 2019 è ispirata al design delle shooting brake, l’ultima Kia rappresenta un’alternativa attraente alle tradizionali Sportswagon, conservando nelle sue equilibrate proporzioni ingombri compatti che lasciano intuire la grande agilità.

Più bassa e più lunga sia della versione a cinque porte, sia della Sportswagon, Proceed con le sue inedite proporzioni sottolinea il DNA da coupé, combinando una sorprendente presenza visiva con un pizzico di versatilità.
Proceed sarà disponibile unicamente nell’allestimento GT Line o nella variante high performance GT, una scelta che ha permesso ai team di progettazione europei Kia di creare un design forte e sportivo per il terzo modello della famiglia CEED.Kia Proceed 2019 GT, vista laterale

Bassa, snella e sinuosa, la linea è caratterizzata da proporzioni inedite, pur condividendo il cofano e parte dell’anteriore con la cinque porte. Ogni altra componente della carrozzeria è inedita e denota uno stile e un carattere unici nella gamma. Eppure, Proceed conserva molti dei tratti stilistici propri del design Kia, a partire dall’iconico frontale “tiger-nose”, immediatamente riconoscibile. Così come riconoscibili sono l’ampia presa d’aria inferiore, la forma del parabrezza e l’inimitabile mix di linee tese e curve tipiche del marchio.

Come accade già per CEED, anche Proceed propone un frontale costruito attorno a forme nette e lineari, con luci diurne a LED “Ice Cube” di serie che riprendono il look della versione GT Line e un inedito paraurti anteriore. In termini di dimensioni, il nuovo modello mantiene la stessa larghezza (1.800 mm) della versione a cinque porte.

Vista di profilo, la nuova vettura evidenzia un design chiaramente ispirato alla concept presentata a Francoforte nel 2017, con una linea del tetto inclinata che scorre elegantemente verso il posteriore. Le linee tese corrono lungo tutta la lunghezza della vettura, dall’anteriore fino al portellone a prolungarne idealmente lo slancio. Anche la linea delle superfici vetrate propongono un chiaro richiamo alla Proceed Concept, incluso il caratteristico “Sharkblade” cromato, all’altezza del montante C che crea un design unico ed iconico.

Altro carattere fortemente distintivo della Proceed è l’inclinazione del suo lunotto posteriore. Se infatti il lunotto della versione Sportswagon ha un’inclinazione di 50,9°, e quello della cinque porte di 52,4°, sulla Proceed tale inclinazione è molto più orizzontale (64,2°) contribuendo così allo slancio della linea, tipica delle coupé.

Con una lunghezza di 4.605 mm, Proceed è di 5 mm più lunga della Sportswagon, con uno sbalzo anteriore aumentato di 885 mm. Con un’altezza di 1.422 mm, il tetto è più basso di 43 mm rispetto a quello della Sportswagon, mentre l’altezza da terra si riduce di 5 mm, a 135 mm. Costruita sulla stessa piattaforma ‘K2’ degli altri modelli CEED, il passo di 2.650 mm rimane invariato anche su questa nuova versione.

Al posteriore presenta un nuovo paraurti e i doppi scarichi ereditati dai modelli GT e GT Line. Il nome del modello è scritto in lettere maiuscole al centro del portellone, al di sotto dei fari posteriori a LED che si estendono per tutta la larghezza, conferendo alla vettura una firma luminosa unica e molto riconoscibile.
Nuova Proceed sarà disponibile in 10 colori per la carrozzeria. Sulle versioni GT Line e GT sono disponibili cerchi in lega da 17 pollici e a richiesta da 18.Kia Proceed 2019 GT Line, vista posteriore

Kia Proceed 2019 | INTERNI

Negli interni della Kia Proceed 2019, analizzando la plancia, prevalgono l’andamento orizzontale, con il cruscotto rivolto verso il guidatore suddiviso in una zona superiore, dominata dal sistema di infotainment “floating” touchscreen da 8 pollici al centro e da una zona inferiore, dove si concentrano i controlli del sistema audio e della climatizzazione. I materiali offrono larghe superfici soft-touch per un ambiente raffinato e confortevole e le finiture cromate aggiungono eleganza.

La Proceed si differenzia dagli altri modelli della famiglia Kia con una serie di modifiche progettate per rendere l’abitacolo più sportivo. In particolare, il padiglione normalmente grigio qui viene sostituito con un rivestimento in tessuto nero che crea un effetto più avvolgente per i passeggeri, mentre i pannelli porta si arricchiscono di nuove finiture metalliche. Il volante ha una forma a “D” di intonazione più sportiva. Per i modelli equipaggiati con cambio DCT a doppia frizione il volante è completato da nuovi paddles in lega metallica.

Per quanto riguarda le sedute le versioni GT adottano nuovi sedili anteriori sportivi, con fianchi più larghi e rigidi per aumentare il contenimento del corpo in curva. Rifiniti in pelle nera e pelle scamosciata, sulla GT i sedili sono sempre arricchiti con cuciture rosse e logo GT. Per le versioni GT Line, i sedili anteriori presentano una maggior larghezza con rivestimenti in tessuto nero e pelle sintetica grigio chiaro.Kia Proceed 2019, abitacolo

Kia Proceed 2019 | SPAZIO A BORDO

Costruita sulla piattaforma K2 di Kia, Proceed offre un ampio spazio a bordo per tutti gli occupanti. In particolare, per i passeggeri posteriori, la seduta leggermente più bassa rispetto al resto della gamma compensa gli effetti della linea discendente del tetto, assicurando un abbondante spazio per testa e gambe.

La capacità di carico è superiore a quella di molte wagon compatte del segmento C, a volte anche rispetto a modelli delle classi superiori. Con una capacità di 594 litri (VDA), il vano di carico di Proceed è sensibilmente più piccolo della Sportswagon (625 litri) ma offre il 50% in più di spazio rispetto alla versione a cinque porte. Inoltre, grazie all’assenza di “scalini” d’accesso e alla soglia più bassa da terra, le operazioni di carico e scarico risultano facilitate.Kia Proceed 2019 GT Line, vista laterale

Kia Proceed 2019 | ASSETTO

L’assetto della Kia Proceed è stato progettato e sviluppato esclusivamente per le strade europee, pensando al piacere di guida e ai gusti degli automobilisti europei. L’Europa è caratterizzata più di qualsiasi altro continente dalla sua diversità e da condizioni di guida estremamente varie: dalle autostrade ad alta velocità alle strade di montagna ricche di curve e tornanti, dai centri urbani congestionati alle tortuose e imprevedibili strade di campagna. Per questo Kia ha sviluppato la nuova Proceed per affrontare tutte queste situazioni.

Le sospensioni indipendenti, multi-link sull’asse posteriore, consentono di offrire un comportamento su strada agile e immediato, assicurando il medesimo comfort e piacevolezza di guida sul misto comuni a tutta la famiglia CEED.
La posizione di guida offerta da Proceed – per entrambi i modelli GT e GT Line – è più bassa di 5 mm rispetto a Ceed e Sportswagon, mentre molle e ammortizzatori sono stati adeguati in modo da adattarsi alle modifiche della carrozzeria nella parte posteriore.
Lo sviluppo e la messa a punto dell’handling dell’ultima nata nella famiglia CEED è stato supervisionato da Albert Biermann, Presidente di Hyundai-Kia Vehicle Test & High-Performance Development.

Anche se lo schema delle sospensioni, completamente indipendente, è comune al resto della gamma, un’ulteriore messa a punto della geometria ha conferito a Proceed un carattere unico. Lo sviluppo dell’handling si è concentrato sul miglioramento dell’agilità e della reattività delle sospensioni, pur mantenendo il comfort che ci si aspetta da una shooting brake adatta al turismo e ai lunghi viaggi. Le sospensioni, in particolare, sono state modificate per adattarsi alla maggiore lunghezza e alle nuove dimensioni posteriori della cabina.

Grazie a sei mesi di test aggiuntivi alla direzione di Albert Biermann, capo del Hyundai-Kia Vehicle Test & High-Performance Development, è stato possibile migliorare ulteriormente l’agilità in curva e il comportamento di imbardata, incrementando reattività dello sterzo e trazione a terra. Ciò è stato possibile grazie all’adozione di molle anteriori e posteriori più rigide per aumentare il controllo e migliorare la sensibilità dello sterzo, mentre barre antirollio anteriori e posteriori con tarature più morbide hanno permesso di ottenere un comportamento più dinamico, specie in curva.

Tutte le versioni, indipendentemente dalle dimensioni delle ruote montate, sono equipaggiabili a richiesta con pneumatici Michelin Pilot Sport 4. Il servosterzo, di tipo elettrico, ha un rapporto di 12,7:1 e assicura una risposta veloce e precisa, richiedendo solo 2,44 giri per una sterzata completa.
La tecnologia su Proceed gioca anche un ruolo nel migliorare sia il divertimento di guida che la sicurezza, con l’Electronic Stability Control (ESC) e il Vehicle Stability Management (VSM) offerti di serie. Di serie anche il sistema Torque Vectoring by Braking per la gestione selettiva della frenata e il controllo del sottosterzo in curva.Kia Proceed 2019, vista laterale

Kia Proceed 2019 | MOTORI

Sulla Kia Proceed abbiamo solo motori turbo e la GT Line è disponibile con due motorizzazioni, Nel dettaglio, la motorizzazione a benzina include il nuovo “Kappa” 4 cilindri T-GDi da 1,4 litri e 140 CV con una coppia di 242 Nm disponibile a un regime fra 1.500 e 3.200 giri/minuto.

Come diesel è invece disponibile il nuovo common rail a iniezione diretta CRDi da 1.6 litri, un diesel progettato per rispondere ai più severi limiti sulle emissioni Euro 6d TEMP, il motore diesel più virtuoso mai costruito da Kia, con le minori emissioni di anidride carbonica, particolato e NOx. Il diesel 1.6 CRDi, disponibile unicamente nella versione da 136 CV, è capace di erogare una coppia di 280 Nm nella versione con cambio manuale a 6 marce o di 320 Nm nel caso del cambio automatico a doppia frizione e 7 rapporti.
Si tratta di un diesel progettato secondo la nuova filosofia Smartstream per rispondere ai più severi limiti sulle emissioni Euro 6d TEMP (lo standard che prevede misurazioni degli inquinanti basate sul ciclo RDE, Real Driving Emissions), grazie all’impiego della tecnologia di controllo attivo delle emissioni Selective Catalytic Reduction (SCR).

Al vertice della gamma, Proceed GT è equipaggiata con l’1.6 T-GDi da 204 CV e 265 Nm di coppia, il motore più potente fra quelli disponibili. Questa versione è disponibile per la prima volta con il cambio automatico a doppia frizione e 7 rapporti con paddles al volante.Kia Proceed 2019, frontale

Kia Proceed 2019 | INFOTAINMENT

Kia Proceed è equipaggiata con il sistema di infotainment “floating”, nella versione che include il sistema di navigazione con schermo da 8 pollici e i Kia Connected Services offerti da TomTom.
Il sistema consente l’integrazione completa dello smartphone con Apple CarPlay (per iPhone 5 e successivi) e Android Auto (per telefoni Android con 5.0 o successivi).
Sulla versione GT c’è di serie un potente impianto audio JBL Premium con tecnologia Clari-Fi in grado di ripristinare la qualità audio che si perde nel corso del processo di compressione digitale del suono. Fra le dotazioni sempre disponibili su Proceed anche il Bluetooth per l’integrazione completa dello smartphone con i sistemi di bordo, le luci automatiche e il sistema keyless Smart Key.

Su Proceed, per i modelli dotati di cambio a doppia frizione a 7 marce, il sistema Drive Mode Select consente di adattare il comportamento dell’auto in funzione del proprio stile di guida. Attraverso le modalità Normal e Sport è possibile agire sulla sensibilità dello sterzo e sulla reattività del motore. In particolare nella modalità Normal a essere privilegiati sono l’efficienza dei consumi e il comfort nella guida, mentre la modalità Sport agisce sulla risposta del motore, consente accelerazioni più rapide e adatta lo sterzo alla guida sportiva, rendendolo più sensibile e preciso.Kia Proceed 2019, volante

Kia Proceed 2019 | TECNOLOGIA

Fra i sistemi di tecnologia di ultima generazione sulla Kia Proceed, di serie su GT Line, c’è anche il caricatore wireless per lo smartphone, i sedili anteriori e il volante riscaldati. Di serie su GT troviamo anche i sedili ventilati, quelli posteriori riscaldabili.  Oltre ai sei airbag offerti di serie, le tecnologie avanzate di assistenza alla guida. Le dotazioni standard comprendono High Beam Assist, Driver Attention Warning, Lane Keeping Assist con Forward Collision-Avoidance Assist.

Proceed può essere equipaggiata con il Lane Following Assist, una tecnologia che rientra nei sistemi di guida autonoma di Livello 2; attraverso una serie di sensori esterni il sistema è in grado di monitorare il traffico, di verificare la posizione degli altri veicoli rendendo possibili i cambi di corsia in totale sicurezza e la guida nel traffico più fluida. Il sistema agisce su sterzo e acceleratore, controllando anche il mantenimento di corsia ed è attivo in un range di velocità da 0 e 180 km/h.

Oltre al Lane Following Assist sono disponibili numerose tecnologie di guida assistita Kia che contribuiscono a eliminare o a ridurre molti dei pericoli di guida sulle strade: Smart Cruise Control con Stop & Go, Blind Spot Collision Warning, Rear Cross-Traffic Collision Warning.Kia_Proceed 2019, vista di profilo

ANNUNCI USATO PROCEEDLISTINO PREZZI KIA

Commenta

Tags

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Close
Close