EV DrivingGuida auto elettricheGUIDE CONSIGLI AUTO

Ricarica elettrica a casa, come passare gratis al contatore da 6 kW

Per la ricarica elettrica notturna e nei weekend a casa l’aumento di potenza del contatore da 3 a 6 kW è gratuito, fino al 30 aprile 2023.

Il contatore di casa ha una potenza di 3 o 4,5 kW, che non permettono la ricarica della batteria di un’auto elettrica, a meno di non mandare in tilt l’impianto. Senza modifiche è possibile ricaricare con caricatore portatile da 10 Ampere, ovvero 2,3 kW e, conti alla mano, ne rimarrebbero solo 0,7 kW per alimentare elettrodomestici e altri dispositivi presenti a casa.

Di solito l’operazione di ricarica si fa di notte per risparmiare denaro e per non mandare in crash l’impianto. In alternativa si può chiedere al gestore un incremento di potenza. L’operazione è gratuita fino a 6 kW, facendo richiesta al GSE (Gestore servizi energetici), società del Ministero dello Sviluppo Economico

Ricarica elettrica a casa, quanta potenza serve

La ricarica ideale di un’auto elettrica è quella che si fa a casa, per costi e durata della batteria, sempre se si dispone di un box o di una struttura adeguata. Se si è nella possibilità di fare il pieno di energia nella propria abitazione il contatore da 3 kW non è del tutto adatto.

Ricarica elettrica a casa, quanta potenza serve
La ricarica domestica è la soluzione ideale per fare il pieno di energia

La soluzione più conveniente è quella di portarlo almeno a 6 kW per utilizzare una wallbox o colonnine di ricarica.

Quanto costa avere 6 kW in casa?

A partire dal 1° gennaio 2017 è possibile richiedere l’aumento di potenza anche a scaglioni di 0,5 kW. Il costo del passaggio a 6 kW è di 55,00 euro per ogni kW di potenza aggiuntiva richiesta e per una potenza totale non superiore ai 6 kW (il prezzo non scontato è 69,36 euro).

Ricarica auto elettriche a casa, costo, quando conviene
Si può passare da 3 a 6 kW gratuitamente per le ricariche notturne e nei weekend

In più ci sono 23 euro di quota fissa amministrativa (il prezzo può variare nel mercato libero). Il passaggio può essere anche gratuito e richiesto al GSE solo se finalizzato alla ricarica di auto elettriche nelle ore notturne (23.00 – 7.00) e nei weekend.

Come passare da 3 a 6 kW?

Come passare da 3 a 6 kW? Il surplus di potenza del contatore da 3 kW si chiede al gestore energetico. Per la ricarica elettrica nelle ore notturne e nei weekend la richiesta scritta va inoltrata on line al GSE, fino al 30 aprile 2023, mentre la sperimentazione è partita il 1° luglio 2021 e termina il 31 dicembre 2023.

Per accedere al servizio però si deve possedere un contatore elettronico di prima o seconda generazione e bisognerà disporre di una wallbox già correttamente installata e certificata. Le postazioni di ricarica compatibili sono riportate sul sito del GSE.

Come passare da 3 a 6 kW?
La richiesta per passare gratuitamente a 6 kW va inoltrata online al GSE

Se la propria wallbox non è presente nell’elenco predisposto dal GSE, niente panico, perché è possibile fare lo stesso domanda, fornendo le certificazioni (rilasciate dal tecnico installatore) relative a quella specifica wallbox. Una volta completato l’iter, l’aumento di potenza del contatore a 6 kW dovrebbe avvenire nel giro di circa un mese.

Potrebbe interessarti (anzi te lo consiglio):

👉 Come richiedere aumento di potenza del contatore

👉 Ricaricare elettrica a casa con contatore 3 kW

👉 Auto elettriche da comprare selezionate e provate
👉 Prezzi e caratteristiche auto elettriche
👉 Prezzi e caratteristiche auto ibride

👉 Video prove AUTO ELETTRICHE

👉 Quanto costa ricaricare l’auto elettrica
👉 Tutto sulla ricarica delle auto elettriche

👉 Ultime notizie batterie agli ioni di litio

Le prove di auto elettriche nuove!

👉 EV Driving tutto su auto elettriche e ibride

👉 Cosa ne pensi? Fai un salto sul FORUM

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Informativa sulla privacy

COMMENTA CON FACEBOOK

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Back to top button

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto