GUIDE CONSIGLINews auto

Il differenziale autobloccante a lamelle

A lamelle o frizioni, questo autobloccante è quello più adatto all’utilizzo racing perché estremamente versatile come taratura in tiro e rilascio

Il differenziale autobloccante a lamelle (o frizioni) è quello più adatto all’utilizzo racing in quanto è estremamente versatile come taratura in tiro e rilascio; inoltre è compatto e consente trasferimenti di coppia molto elevati, oltre ad essere estremamente reattivo e rapido nella sua azione.

Come funziona?

Il differenziale autobloccante a lamelle ha un bel principio di funzionamento: genera un effetto bloccante, prodotto dall’attrito tra le lamelle presenti nel corpo differenziale ed è basato sulla differenza di rotazione tra le due ruote dello stesso asse (speed sensing).
Una parte di queste lamelle è solidale con il corpo del differenziale stesso, mentre le altre sono solidali con i planetari e, di conseguenza, con i semiassi.

differenziale-auto-lamelle

L’effetto bloccante inoltre è proporzionale alle condizioni di carico: queste ultime aumentano col crescere della differenza di coppia motrice tra le due ruote. La capacità di bloccaggio di un differenziale a lamelle viene espressa in percentuale: al 20% significa che, se una ruota slitta, l’altra riesce comunque a trasmettere a terra una coppia pari a quella inviata alla stessa ruota in spinning più il 20% della coppia in entrata al differenziale.

Differenziale-auto-dettaglio lamelle

Come si comporta su strada?

Il differenziale autobloccante a lamelle impiegato su auto “stradali” ha solitamente una percentuale di bloccaggio meno spinta variabile tra il 20 e il 40% circa. Con percentuali più elevate (si dice che è più “carico”), le trazioni anteriori diventano “nervose” e particolarmente sensibili ai cambi di direzione, su avvallamenti e fondi dissestati, con repentini scarti difficili da correggere e talvolta anche pericolosi.

Percentuali di bloccaggio elevate, poi, generano un forte attrito e un notevole incremento del consumo di carburante, oltreché una perdita in termini di velocità massima. Se in passato il differenziale a lamelle sulle vetture stradali richiedeva una costante manutenzione tanto da essere soppiantato da altre soluzioni, oggi le cose sono cambiate grazie anche ai nuovi materiali impiegati: non a caso Abarth ha scelto il differenziale a lamelle/frizioni di Bacci sulle versioni più spinte delle 500 Abarth.

VIDEO differenziale autobloccante a lamelle

Del differenziale autobloccante meccanico a lamelle ne ha parlato il magazine ELABORARE QUI

Commenta

Tags
Close
Close