GUIDE CONSIGLIInterviste

Come diventare pilota auto drift: i segreti dal siciliano Marco Stellino

I segreti per diventare un buon pilota che fa spettacolo con l'auto: ce li spiega Marco Stellino, pilota drift e vice campione europeo 2012 di categoria "Street Legal".

Il nome di Marco Stellino, giovane pilota auto drift siciliano, non è nuovo per chi segue i canali di Newsauto ed ElaborareGT in quanto il nostro Marco Paternostro ha frequentato un suo corso di guida. Stellino, conosciuto personalmente durante l’evento Motorshow 2Mari, in queste righe andremo a scoprire gli eventi che hanno segnato la sua carriera, tra una risata e l’altra fatta in compagnia di questo giovane pilota drift pieno di aspettative, sogni e traguardi raggiunti e da raggiungere! Allacciate le cinture e tenetevi forte, si parte!

Pilota auto da drift al Motorshow2Mari

La giornata in cui ho presenziato al Motorshow 2Mari era stranamente afosa. L’unica cosa che riusciva a non farmi svenire, moribondo, a causa del troppo caldo erano le miriadi di auto, d’epoca e non, presenti all’evento. Finalmente, grazie ad un’amicizia in comune, riesco a conoscere Marco, un pilota di auto da drifting, che lo vedo arrivare in lontananza a bordo della sua bellissima BMW E46 equipaggiata con motore 2-JZ Toyota, tutta modificata e con assetto drift! “Di certo non è un’auto che passa inosservata” ho pensato, per via di quel verde cangiante che cambiava in base ai raggi del sole che si riflettevano sulla carrozzeria di quella vettura strepitosa!

Ho capito subito che è un pilota auto da drift che sapeva il fatto suo: macchina da drifting strabiliante ed incisiva ed il suo stile estroso, inquadravano perfettamente il tipo. A vederlo bene, a primo impatto mi ha dato l’impressione d’essere un po’ come quei piloti vecchio stampo, uno che sa il fatto suo ma che sta zitto e dimostra il suo valore in pista e non ai microfoni.

pilota drift bmw drift
BMW E 46 con motore Toyota 2-JZ Toyota

Solito rituale di presentazione, ci stringiamo la mano e si inizia a parlare del più e del meno, di modelli d’auto preferiti e su come ci sembrasse l’evento a cui entrambi stavamo partecipando, giusto per rompere un po’ il ghiaccio; per fortuna all’ombra visto il caldo, che non dava tregua, e che io proprio non sopporto.

Inizio a tirare fuori il taccuino per prendere appunti (un po’ vecchio stile) e registrare col mio smartphone la chiacchierata, dato che sicuramente qualche parola, magari importante, mi sarebbe potuta sfuggire.

Come diventare pilota auto drift: ce lo svela Marco Stellino

Ciao Marco! Raccontati un po’ ai nostri microfoni e soprattutto spiega come diventare pilota drift”

“Ciao, sono Marco Stellino e sono un pilota drift dal 2010. Nel 2018 sono stato premiato col premio Volante d’Oro da ACI per quello che sono riuscito a rappresentare come disciplina del drifting in Sicilia grazie ai miei risultati raggiunti nello scenario europeo del drift. Infatti, ho istituito anche un’associazione e scuola chiamata Power Drift Team creata per portare il drift in Sicilia, essendo uno sport poco rappresentato. Dal 2012 mi esibisco in vari eventi motoristici in Sicilia, cosa che mi ha dato modo di collaborare con Elaborare dal 2016, conosciuto durante un Elaborare day a Racalmuto e sarò presente all’Elaborare day del 15 Settembre.”

pilota auto drift marco stellino premiazione aci
Marco Stellino, pilota auto da drifting, durante la premiazione ‘Volante d’Oro’ da parte di ACI

Per fare il pilota drift con le auto c’è bisogno di una qualche preparazione atletica?”

“La cosa bella nell’essere pilota drift – risponde Marco parlando con una spiccata passione – è che questa categoria ha dei tempi piuttosto tranquilli. Ti spiego. Il lancio dura 40 o 50 secondi. Poi hai un attimo di pausa che ti permette di guardare lo stato del veicolo, soprattutto le gomme. Hai quindi la possibilità di entrare ed uscire dall’auto e non è come altre competizioni in cui esci solo a competizione finita. Un minimo di preparazione atletica però è essenziale.

marco stellino pilota drift svela a newsauto come diventare pilota drifting
Marco Stellino, pilota drift vice campione europeo 2012 categoria “Street Legal”

Quali documenti sono necessari per partecipare a campionati agonistici?

“Per correre in campionati ufficiali serve la licenza, che questa sia ACI Sport per l’Italia o FIA per i campionati internazionali. La licenza viene rilasciata direttamente degli enti previa domanda!”

Per partecipare ad un evento motoristico sono necessari documenti o abilità particolari?

“Per fare da gli show non servono documenti veri e propri. Possiamo dire che il pilota viene ingaggiato per l’esibizione grazie al proprio credito, ovvero grazie ai traguardi raggiunti durante la propria carriera ed anche in base alla propria popolarità. Più un pilota vince, è bravo e famoso, maggiore sarà la sua partecipazione agli eventi. A maggior ragione se magari possiede una Scuola Drift come me, sono sempre cose che arricchiscono il proprio curriculum. Come dico io, agli organizzatori di eventi interessa quanto rumore fai col tuo nome e sopratutto con la tua auto! Ovviamente più sei conosciuto e più fan possono partecipare all’evento!

marco stellino drift
Marco Stellino a bordo della sua BMW E 46 durante un Elaborare Day

Quali sono le regole del drifting auto? Come si pratica?

Io non conosco benissimo questa competizione, e da quel poco che so, i giudici assegnano dei voti in base alla percorrenza di una curva. Su quali criteri basano i loro voti?

Velocità di percorrenza della curva, angolo di curva e vicinanza ai clipping point. I giudici assegnano i loro voti basandosi su questi tre criteri. I clipping point sono molto importanti poiché sono dei punti di riferimento che si scelgono e sono situati nel tracciato segnalati da coni, bandierine o jersey. In questi punti ti devi avvicinare il più possibile con l’anteriore o il posteriore della macchina e determinano la bravura del pilota drift in base a quanto ci si avvicina ad essi.”

Come si svolge una competizione drift?

Le prove libere servono per prendere mano con la vettura, l’assetto scelto ed il tracciato poi abbiamo qualifiche e gara. La qualifica si effettua in singolo, mentre la gara è 1 vs. 1. Questa modalità chiamata Twin Drift in cui, ai criteri che ti ho elencato prima, si aggiunge la difficoltà nello stare più vicino possibile all’auto del tuo avversario. La gara è però divisa in due fasi, cui si effettua uno switch di posizioni e ci si inverte le posizioni tra piloti.

Capisci bene che è molto difficile mantenersi vicino all’avversario poiché ogni pilota drift ha un proprio stile di guida ed una lettura di traiettoria diversa. Il bello del drift è che premia la bravura e l’abilità del pilota rendendolo, secondo me, uno tra i motorsport più meritocratici.

Video pilota drifting auto show

Dalla tua tuta noto trai tuoi sponsor oltre al logo di Elaborare anche quello di Ma-Fra. Questo vuol dire che è importante avere un’auto pulita e “in forma”. Com’è nata la tua partnership con Ma-Fra?

Avere un’auto pulita, soprattutto nel drift è importantissimo. Non parlo solo di puro fattore estetico – mi indica la sua auto – se tu noti la mia BMW è bianca e verde fluo, colore che amo, ma è importantissimo avere una vettura pulita dentro. La polvere di gomma spesso finisce all’interno dell’abitacolo e l’auto si sporca molto! In più questa può finire anche sul cruscotto o sul parabrezza rendendo impossibile la visuale, a volte anche dei finestrini e per noi piloti drift sono importanti perché usiamo soprattutto quelli per impostare le percorrenze in curva.

La collaborazione con Ma-Fra è nata nel 2017 all’Elaborare Day grazie ad una curiosità reciproca ed successivamente abbiamo partecipato insieme a qualche evento nello stesso anno. Nel 2018, invece, siamo partiti con un progetto in comune e mi hanno seguito durante le mie manifestazioni ed eventi in cui sono stato ospite. Quest’anno stiamo portando avanti un progetto per il campionato drift e mi seguiranno per tutta la stagione.”

Riallacciandoci al discorso campionato: quali sono i programmi di un pilota di drfting auto come te per il prossimo futuro?

“Devo necessariamente tornare a prender parte al campionato europeo. Come vice campione europeo nel 2012, nella categoria Street Legal, avendo ora l’auto giusta voglio andare lì per vincere!”

Non solo pilota drift ma anche Ferrari!

Se non lo sapevate Marco Stellino ha ricevuto l’incarico come responsabile in Sicilia per effettuare corsi in pista con Ferrari e Lamborghini per conto della scuola ad alta velocità We Can Race. L’azienda ha scelto in ogni regione, o quasi, piloti per coordinare i corsi e dirigere i vari istruttori; quindi il ruolo di ambasciatore, per così dire, della regione Sicilia è toccato a Marco!

Commenta

Tags

Raffaello Caruso

Mi presento: sono Raffaello Caruso, classe '94 di Catanzaro studente presso l'Università degli Studi "L'Orientale" di Napoli, e da sempre sono un grande appassionato di motori. Coltivo questa grande passione dall'età di 3 anni grazie a mio padre che da sempre mi ha istruito nel "culto dei motori" e, sempre grazie a lui, all'età di 8 anni ho partecipato in maniera agonistica a diverse competizioni di GoKart. Seguo assiduamente ogni competizione motoristica a quattro ruote, soprattutto la F1 di cui sono grande appassionato.
Close
Close