GUIDE CONSIGLINotizie auto

Cavalli vapore significato

Cavalli vapore, significato, come si calcolano, formula, distinzione tra cavallo vapore europeo hp e inglese bhp, esperimento james watt.

Che cosa sono i cavalli vapore, scopriamo il significato e perché si chiamano cavalli? E’ curioso notare come tale nome sia scaturito dall’esperimento che si attribuisce a James Watt, l’inventore della macchina a vapore! Egli volle confrontare la potenza della sua nuova macchina con quella del cavallo. L’animale che sino ad allora aveva fatto le veci di un motore per muovere i veicoli. Prese dunque un robusto puledro e lo sottopose ad uno sforzo intenso per sollevare dell’acqua. Dividendo il lavoro compiuto per il tempo impiegato, riscontrò una potenza di 75 Kgm al secondo.

Da allora un CV (cavallo vapore) corrisponde al lavoro di quel volenteroso quadrupede, che riuscì a spostare 75 kg per un metro in un secondo! Restiamo un istante nel mondo degli animali, per tentare di dare anche qui un senso alla coppia motrice.

foto Ferrari da 400 cavalli vapore inseguita da "cavalli con la coda"
foto Ferrari da 400 cavalli vapore inseguita da “cavalli con la coda”

La potenza dei “cavalli con la coda” può essere impiegata per compiere grandi sforzi ma tutti a velocità modeste. Mentre invece quella dei cavalli vapore, cioè quella CV dei motori, può produrre un enorme lavoro ma in tempi molto più brevi. Mettendo insieme tanti cavalli con la coda non si riesce comunque a moltiplicare per una grande velocità d’esecuzione il tutto. Un po’ come accade per i motori diesel che hanno una grande coppia motrice, ma non raggiungono elevate velocità di rotazione e non salgono di giri rapidamente.

Disponendo invece di meno vigore (coppia motrice) ma lavorando con grande rapidità, un propulsore meno “forzuto” può comunque esprimere la stessa potenza massima di uno che lo è. Ad esempio, i motori 2 e 4 tempi a benzina possono raggiungere potenze elevate anche con coppie motrici modeste, grazie al rilevante numero di giri che raggiungono.

La prima auto prodotta è la Benz Patent Wagen del 1886 con una potenza di 0,75 cavalli
La prima auto prodotta è la Benz Patent Wagen del 1886 con una potenza di 0,75 cavalli

I motori da competizione enfatizzano questo concetto, perché vengono alleggeriti il più possibile proprio per poter essere più rapidi nel salire di giri. Anche se in questo caso i valori di coppia non sono eccelsi, la capacità di svolgere in fretta un lavoro (moltiplicando il tutto per un numero di giri che sale molto rapidamente) rappresenta comunque l’asso nella manica.

Ricapitoliamo: a parità di cavalli vapore due motori possono avere una vigorosa coppia se girano più lentamente, o una coppia modesta se raggiungono velocità di rotazione più elevate.

Porsche 911 con motore Formula 1 Tag v6 biturbo
Porsche 911 con motore Formula 1 Tag v6 biturbo

Cavallo vapore europeo e britannico

Bisogna fare una importante distinzione tra l’europeo horsepower (hp) e il British horsepower (bhp). I primi infatti sono utilizzati anche in Italia o Francia indicati come Cavalli CV oppure in Germania definiti PS ovvero Pferdestärke (forza del cavallo). Questi due tipi di cavallo vapore differiscono nel valore, 1 CV europeo misura 735,498 Watt mentre il bhp è pari a 745,699 Watt.

Potrebbero interessarti (anzi te lo consiglio):

👉 Coppia motrice e potenza motore

👉 Trazione integrale e trasferimento coppia motrice

💥 Avviso: per restare aggiornato e ricevere le ultime news sulla tua mail iscriviti alla newsletter automatica di Newsauto QUI.
👉 Ti è chiaro il concetto? Cosa ne pensi? Fai un salto sul FORUM

Commenta

Tags

Redazione

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di esperti e profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano.
Back to top button
Close