Come fareGUIDE CONSIGLINotizie auto

Bollo auto notifica cartella Agenzia delle Entrate, come fare ricorso

L’Agenzia delle Entrate ha 3 anni per richiedere il pagamento di un bollo arretrato, trascorsi i quali il diritto decade. Come fare ricorso

La  tassa di proprietà automobilistica, il bollo auto, va pagato dal proprietario con tempistiche e scadenze ben precise. Quando queste non vengono rispettate arrivano avvisi e cartelle esattoriali da parte dell’ Agenzia delle Entrate e Riscossione sui mancati pagamenti che devono rispettare una tempistica precisa sulla data di notifica altrimenti vanno contestati con un ricorso perché notificati oltre i termini.

Notifica cartella mancato pagamento bollo auto, tempi

Ma attenzione alla data di notifica di un avviso per mancato pagamento del bollo auto. Nei casi in cui per un qualunque motivo arrivi un avviso di sollecito pagamento della tassa di possesso notificato tramite cartella esattoriale dellAgenzia delle Entrate e Riscossione ex Equitalia, bisogna fare attenzione a tempi e date perché alcune cartelle potrebbero essere andate in prescrizione nonostante ci vengano recapitate con aggiunta di more ed interessi. Vediamo come.

NOTIFICA CARTELLA Agenzia delle Entrate per bollo auto non pagato, tempistiche

Solitamente lAngezia delle Entrare e Riscossione riceve il mandato di riscossione dall’ente titolare del tributo (solitamente una Regione in questo caso) ed è tenuta notificare al contribuente al cartella esattoriale entro 2 anni da quando ha preso in consegna il tutto.

Tempistica cartella Agenzia delle Entrate, entro quando deve arrivare per il bollo non pagato

Vediamo un esempio pratico della tempistica corretta della notifica di una cartella dellAgenzia delle Entrate per bollo non pagato. Ad esempio se il Comune nel 2012 ha iscritto a ruolo il bollo auto relativo all’anno 2011 ed Equitalia, nel 2016 non ha ancora inviato la cartella esattoriale, essa è caduta in prescrizione e non potrà più essere notificata (e se notificata, la cartella non sarà più valida).

Per verificare l’anno di competenza del bollo auto contestato nella cartella attraverso la quale viene intimato il pagamento basta leggere nella pagina relativa al dettaglio delle “imposte iscritte a ruolo” della cartella di pagamento, dove è indicata con precisione l’annualità per il quale al contribuente, possessore di un veicolo, viene sollecitato al pagamento o per cui risulta moroso.

Quando non è da pagare la cartella dellAgenzia delle Entrate ?

In caso Equitalia notificasse una cartella oltre il termine di decadenza, essa è da considerarsi già scaduta e va in prescrizione: Equitalia ha massimo 3 anni, a decorrere dall’anno successivo a quello in cui il tributo scade, per effettuare la riscossione. Qualunque fermo o pignoramento del mezzo dopo tale termine è da considerarsi nullo.

Cartella Agenzia delle Entrate e Riscossione
Cartella Agenzia delle Entrate e Riscossione

Come fare ricorso ad una cartella esattoriale su bollo auto prescritto

RICORSO – Si può fare ricorso alla Commissione Tributaria Provinciale, entro 60 giorni dalla notifica della cartella, in caso risulti prescritto il pagamento o non sia mai stato inviato alcun sollecito da parte di Equitalia entro i 3 anni successivi.

Istanza in autotutela alla regione (alternativa al ricorso)

In alternativa al ricorso, il contribuente può presentare un’istanza in autotutela all’ente titolare del credito (la Regione). Ma in questo caso se l’istanza non dovesse essere accolta, il contribuente perderebbe la possibilità di impugnare la cartella. Quindi non proprio consigliata questa mossa.

Pagamento bollo – Il bollo auto può essere pagato senza maggiorazioni fino all’ultimo giorno del mese successivo a quello di scadenza. Ad esempio il bollo in scadenza a dicembre 2014 dovrà essere pagato entro il 31 gennaio 2015. Questo in linea generale poiché le regioni hanno discrezionalità sulla proroga; il Piemonte ha già infatti provveduto allo slittamento al 16 febbraio 2015.

PRESCRIZIONE BOLLO AUTO 3 anni – Il bollo auto si prescrive con il decorso del terzo anno successivo a quello dovuto. Il termine di tre anni parte cioè dall’anno successivo a quello in cui si sarebbe dovuto effettuare il pagamento con scadenza al 31 dicembre.
Esempio, per la scadenza del bollo al 10 marzo 2012, il termine di tre anni inizierà a decorrere a partire dal 1 gennaio 2013 (anno successivo) e scadrà il 31 dicembre 2016, cioè allo scadere del terzo anno successivo a quello in cui si doveva effettuare il pagamento.

Avviso bollo auto Resta aggiornato su tutte le novità della tassa automobilistica dalla nostra sezione dedicata tutta al bollo auto.

Avviso: per restare aggiornato sempre su tutto e ricevere le ultime news dal mondo autombilistico periodicamente sulla tua mail iscriviti alla newsletter automatica di Newsauto QUI

Commenta
Back to top button

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto