GUIDE CONSIGLI AUTONotizie auto

Android Automotive (AAOS), come funziona e cosa cambia

Android Automotive cos'è, come funziona il sistema operativo integrato nelle nuove auto, su quali vetture è attualmente disponibile e cosa differisce da Android Auto

Android Automotive non va assolutamente confuso con Android Auto. Sebbene entrambi i sistemi forniscano intrattenimento alla guida, nel primo caso si tratta di un’integrazione del sistema sul veicolo stesso, mentre nel secondo caso il collegamento avviene attraverso cavo usb o Bluetooth del proprio smartphone. Android Auto in realtà è un’applicazione che serve per duplicare lo schermo di uno smartphone Android sul display dell’auto, ma con un’interfaccia semplificata.

Android Automotive cosa cambia da Android Auto

Quando un telefono Android è collegato a un veicolo compatibile, la piattaforma Android Auto viene impostata automaticamente sul display principale dell’automobile. 

Android Automotive, come funziona

Con Android Automotive, tutto viene invece eseguito dal sistema multimediale bordo dell’auto, grazie al quale è anche possibile gestire applicazioni, alcune funzioni dell’auto e dell’intrattenimento controllandole utilizzando l’assistente vocale di Google, senza necessità di avere o collegare un telefono Android.

Per esempio si può abbassare o alzare la temperatura dell’abitacolo, modificare la velocità della ventilazione o chiedere direttamente al sistema informazioni sia dell’auto (autonomia, ecc) oppure più generale come fosse l’assistente personale “Alexa”.

Android Automotive sul Navigatore display centrale abitacolo Renault Mégane E-TECH Electric
Android Automotive a bordo della nuova Renault Mégane E-TECH Electric

Con Android Automotive si può ugualmente collegare il telefono ma questo sarà disponibile solo per le funzioni base come chiamate o messaggi. Questo significa che non è necessario disporre di un dispositivo Android ma si può collegare facilmente anche un iPhone, continuando ad usufruire delle funzioni Android presenti nel display.

Android Automotive sulla nuova Mégane E-Tech

Android Automotive, caratteristiche

La peculiarità di Android Automotive è la capacità di sfogliare altre funzioni sul display principale mentre si utilizzano altre applicazioni, come ad esempio il navigatore.

La scelta è ampia e spazia dal classico Google Maps al Bluetooth e poi Spotify, un’app per la radio e un’app per il telefono, nonché l’immancabile Google Assistant.

Tuttavia non è presente l’intero catalogo di applicazioni disponibili sul Play Store ma solo quelle compatibili con Android Automotive.

Android Automotive a bordo di una vettura
Android Automotive a bordo di una vettura

Nella parte superiore dello schermo c’è un’icona con le caratteristiche della vettura. Una volta premuta, si accede ad una serie di impostazioni del veicolo, dalle modalità di guida e assistenza, all’illuminazione interna e al blocco delle porte.

Per i veicoli elettrici saranno presenti anche informazioni relative alla ricarica della batteria e le sue condizioni. 

Android Automotive, la grafica

La modalità oscura, o più comunemente detta “notte”, domina Android Automotive, presumibilmente per evitare che l’illuminazione dia troppo fastidio al conducente.

Plancia strumenti abitacolo Renault Megane E-TECH Electric con Android Automotive
Plancia strumenti abitacolo Renault Megane E-TECH Electric

La schermata principale offre una griglia suddivisa in quattro parti, ovvero mappe, Assistente Google, telefono e musica. Questo non può essere personalizzato ma è sicuramente più intuitivo una volta alla guida.

Android Automotive e privacy

L’unico vero svantaggio potenziale di Android Automotive è la privacyGoogle raccoglie anche dati sulla posizione e altre informazioni sull’utilizzo del veicolo. Le case automobilistiche raccolgono gli stessi dati per uso interno e chiunque utilizzi Chrome, Android o solo la ricerca di Google è suscettibile allo stesso tipo di tracciamento

Android Automotive OS della Renault Mégane E-TECH Electric
Android Automotive OS della Renault Mégane E-TECH Electric

Android Automotive, su quali vetture è installato?

Al momento gli unici modelli di auto a disporre di Android Automotive sono:

  • 2020 Polestar 2;
  • 2021 Volvo XC40 P8;
  • 2021 Volvo XC40 Recharge;
  • 2022 GMC Hummer EV;
  • 2022 Renault Megane E-Tech Electric;
  • 2022 Volvo XC60;
  • 2022 Volvo S90;
  • 2022 Volvo V90;
  • 2022 Volvo V90 Cross Country;
  • 2023 BMW: vari modelli che ancora non sono stati svelati
  • 2023 Renault Megane elettrica, Renault Austral, ecc

Data la praticità del sistema, in un futuro potremmo vederlo disponibile anche su vetture di altri costruttori come Audi, Stellantis, Ford e Honda

Android Automotive OS quando è nato?

Android Automotive è stato rilasciato per la prima volta nel 2017. Al progetto di questo sistema operativo hanno lavorato Google,  Intel e alcuni costruttori auto come Audi, Volvo, BMW e Renault.

Leggi anche:

→ Cosa ne pensi? Fai un salto sulla discussioni sul FORUM!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

Jacopo Romanelli

Sono Jacopo e da quando sono nato ho un cervello con quattro ruote. Spero di potervi intrattenere tramite la lettura dei miei articoli e cercare di rendervi partecipi di tutto quello che succede nel mondo dei motori
Pulsante per tornare all'inizio

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto