GUIDE CONSIGLI AUTONotizie auto

L’alcol Lock, come funziona il sistema che blocca l’auto se hai bevuto troppo

Come funziona l’Alcol-Lock lo strumento per controllare lo stato di ebbrezza la cui installazione può essere imposta dal giudice

L’alcol lock è un dispositivo che impedisce l’avviamento del veicolo quando il conducente ha superato il limite massimo consentito di alcol nel sangue. In base agli ultimi aggiornamenti del Codice della Strada, le sanzioni ed i provvedimenti intrapresi contro chi recidivamente guida in stato di ebbrezza, si inaspriscono e prevedono anche l’obbligo per i recidivi di installare l’Alcohol Interlock System (AIS), altrimenti detto Alcol-Lock che non permette di avviare il motore dell’auto che resta così bloccata.
Si tratta di una soluzione imposta dalla legge e, per evitare che lo strumento venga alterato o che i risultati non rispecchino la realtà, è sigillato per impedirne la manomissione. 

Alcolock che cos'è e come funziona
Esempio di test Alcol-Lock

Come funziona l’alcol-lock che blocca l’auto

Si tratta di un macchinario simile a quello della spirometria utilizzato in abito della medicina sportiva oppure dell’etilometro impiegato dalle Forze dell’Ordine. Questo strumento è formato da un sensore, una ventola e un beccuccio dentro il quale espirare. Il dispositivo analizza la percentuale di alcol presente nel sangue attraverso l’analisi dell’aria espirata dai polmoni. A differenza dell’etilometro, l’Alcol-Lock è direttamente collegato alla centralina dell’auto e, qualora si superassero i valori consentiti ( 0 g/L per i recidivi), impedisce al motore di avviarsi.

Aggiornamento sulle novità del Codice della Strada

Con l’aggiornamento del 28 marzo del Codice stradale, proposto dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Matteo Salvini, il disegno di legge è stato approvato anche dalla Camera del Senato, acquisendo a pieni diritti, validità. Questi provvedimenti derivano dalle proposte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, in seguito a casi di cronaca legati alla guida in stato di ebbrezza o sotto effetto. C’è chi pensa si tratti di promulgazioni atte a reagire più che a prevenire un problema, vista l’intransigenza dimostrata. D’altronde però queste direttive trovano fondamento nell’articolo 186 e 186 bis del Codice della Strada, il quale prevede il divieto di guida per soggetti con tasso alcolemico superiore allo 0,5 g/L o sotto effetto di stupefacenti.

Legge attuale sulla guida in stato di ebbrezza

Le novità principali riguardano il modo indiscriminato con cui le normative vengono applicate. Mentre in precedenza esistevano diversi gradi di valutazione della prontezza guidatore, adesso l’unico fattore significativo è la positività a sostanze alteranti. A prescindere dalla valutazione dello stato di lucidità del guidatore, basterà la conferma dell’assunzione per incappare in conseguenze penali.

Controllo con l'etilometro di un automobilista
Se non si dispone dell’Alcol-Lock, l’unico modo di essere “beccati”, è dai controlli a campione delle Forze dell’Ordine

Si ricorda che l’Art. 186 già prevedeva sanzioni da 500 a 2.000 euro, oppure la sospensione della patente da 3 a 6 mesi per chi si fosse messo alla guida con un tasso alcolemico fra lo 0,5 e lo 0,8 g/L; mentre per i neo-patentati la soglia è 0g/L. Ammende che aumentano in gravità con l’aumentare del tasso alcolemico, fino ad 1,5 g/L o superiore. In questo caso si rischia un’ammenda da 1.500 a 6.000 euro, arresto da 6 mesi ad un anno, sospensione patente da 1 a 2 anni, sequestro preventivo del veicolo e confisca del veicolo, salvo che appartenga a persona estranea al reato. 

Quanto costa installarlo e quando è obbligatorio

Quindi qualora il conducente dovesse incappare per più di una volta in due anni nella stessa sanzione, sarà obbligatorio installare nel mezzo l’Alcol-Lock. Questo dispositivo montato accanto al sedile guidatore, andrà utilizzato prima dell’accensione del mezzo.

Tasso alcolemico, limiti massimi di alcool nel sangue per guidare






ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

Pulsante per tornare all'inizio

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto