FotogalleryGinevraPNEUMATICI

Pirelli mette i sensori intelligenti ai pneumatici con Cyber Car

Pirelli Cyber Car è un sensore pneumatici evoluto che fa interagire pneumatico e vettura. Questo sensore intelligente arriva sulle nuove auto entro fine anno

PIRELLI GINEVRA 2018 – All’88° Salone di Ginevra 2018, Pirelli ha presentato la tecnologia Cyber Car, applicata ai pneumatici che saranno forniti alle Case automobilistiche per essere montati sul primo equipaggiamento, ovvero sulle vettura nuove che saranno consegnate entro la fine dell’anno.
La piattaforma Cyber Technologies Pirelli era stata avviata nel 2002 con l’obiettivo di trasferire più informazioni possibili dal pneumatico all’automobile rendendole disponibili per il guidatore.
Cyber Car è anche un sistema ben destinato alle flotte e con “Pirelli Connesso” è anche pensato per il ricambio.

FOTO Pirelli Salone di Ginevra 2018

Pirelli sensore pneumatici | Cyber Car

Cyber Car permette al pneumatico di interagire con l’elettronica di bordo dell’auto, in particolare con i sistemi di assistenza alla guida, rilasciando informazioni su alcuni importanti parametri operativi.

Sensore pneumatici intelligente | Cyber Car

Questo sensore intelligente, dal peso di pochi grammi, misura lo stato in tempo reale di ogni pneumatico e trasmette le informazioni alla centralina elettronica.
La trasmissione dei dati può avvenire in 2 modi diversi, con un APP su mobile o direttamente a bordo dell’auto.
Si tratta di un’app sul pneumatico “Pirelli Connesso” o alla centralina di bordo nel caso del pneumatico Cyber Car.
Sono 3 le Cyber Technologies di Pirelli: Pirelli ConnessoCyber Fleet e Cyber Car che si rivolgono rispettivamente all’automobilista (“Pirelli Connesso” a mezzo APP dedicata), ai gestori di flotte (Cyber Fleet) o all’automobilista (Cyber Car direttamente sull’auto).Pirelli Ginevra 2018

Pirelli Cyber Car | Come funziona

La Cyber Car è un nuovo sistema di pneumatico smart, rivolto al mercato di primo equipaggiamento e progettato lavorando a stretto contatto con i costruttori automobilistici. Cyber Car fornisce dati importanti per aumentare sicurezza e prestazioni.
E’ una rivoluzione ed un notevole passo avanti perché fino ad oggi nessuna informazione veniva raccolta dai pneumatici e trasmessa all’auto.
Il sistemi TPMS si limita a fornire solo il valore di pressione e nient’altro.

I dati identificativi del pneumatico, la pressione, la temperatura interna e la profondità del battistrada sono fra i parametri che Cyber Car può fornire alla vettura. Questa ha la possibilità di intervenire e adeguare i sistemi come ABS e il controllo di stabilità.Pirelli Ginevra 2018

Ad esempio, leggendo i dati del pneumatico (il tyre ID) il veicolo può cambiare il proprio assetto in modo da rendere la guida più sicura e confortevole. Fra i valori rilevati, anche il carico verticale, che è un parametro determinante per le auto elettriche. L’autonomia residua del pacco batterie viene attualmente calcolata utilizzando valori standard mentre, grazie al Cyber Car di Pirelli, l’elettronica di bordo restituirà informazioni più precise: conoscendo il peso della configurazione della vettura, il sistema di gestione dell’auto elettrica sarà in grado di calcolare in modo ancora più preciso quanti chilometri si possono percorrere prima di dover ricaricare.

Inoltre, il sistema Cyber Car può mettere a disposizione informazioni all’automobilista, tramite l’interfaccia del costruttore del veicolo, sui parametri operativi della gomma, quali carico verticale, temperatura e pressione, consentendo una tempestiva manutenzione in caso di pressione inadeguata. La manutenzione delle gomme viene facilitata anche con specifiche informazioni sul consumo del battistrada o sulla necessità di rotazione stagionale.

Cyber Car può abilitare anche l’accesso a una serie di servizi personalizzati e ulteriormente personalizzabili secondo le esigenze di ciascuno, quali il car valet, l’assistenza su strada e in officina.

I primi modelli dotati del sistema Cyber Car arriveranno entro l’anno in corso; già alcuni costruttori sono in fase avanzata di sviluppo nell’integrazione della tecnologia Pirelli con i sistemi di bordo.

La gomma del futuro sarà basata su una piattaforma tecnica con la capacità di raccogliere ancora più informazioni, trasmettendole ad ogni giro ruota all’elettronica di bordo. Anche se si tratta di una tecnologia non ancora arrivata sul mercato, una prima applicazione è già operativa sulla Ferrari FXX K, la supersportiva da oltre 1.000 CV utilizzabile solo in pista.Pirelli Ginevra 2018

Pirelli Ginevra 2018 | Pirelli Connesso

Un anno fa a Ginevra la P lunga ha presentato il sistema Pirelli Connesso, una tecnologia capace di trasmettere all’automobilista attraverso un’app alcune informazioni relative a parametri operativi della gomma. Questo sistema è già stato introdotto sul mercato statunitense ed ora è pronto per debuttare in Europa.

Mentre Cyber Car è dedicato al primo equipaggiamento, dovendosi integrare con la tecnologia di bordo, Pirelli Connesso è il sistema pensato per il ricambio. Tramite la specifica app, inoltre, è possibile accedere a diversi servizi utili, come contattare il rivenditore autorizzato Pirelli più vicino ed anche prenotare un cambio gomme.Pirelli Ginevra 2018

Pirelli Ginevra 2018 | P Zero edizione colorata

Al Salone di Ginevra sono protagoniste anche le Pirelli P Zero in edizione colorata, già sul mercato nelle misure dai 19 pollici in su. Personalizzazione anche estetica, dunque, per le coperture Pirelli, disponibili nelle tinte standard rosso, giallo, verde, azzurro, arancione, grigio e bianco.

È disponibile un’ampia gamma di tinte personalizzate. Le tecnologie esclusive di Pirelli hanno consentito di individuare opportune soluzioni per l’applicazione del colore grazie all’utilizzo di materiali che, pur non modificando le caratteristiche prestazionali della gomma, creano una barriera protettiva che permette di mantenere la brillantezza e riduce il rischio di screpolature sul colore, causate dal tempo e dall’usura.Pirelli Ginevra 2018

Pirelli Ginevra 2018 | Primo equipaggiamento

Perfect Fit significa anche omologazioni specifiche dei pneumatici Pirelli in base alle richieste delle Case auto. Molte delle principali novità del Salone di Ginevra calzano pneumatici della P lunga. A partire dalle regine del Salone, come la Ferrari 488 Pista o la Lamborghini Urus, così anche la seconda creazione della Italdesign, l’esclusiva Zerouno Roadster. Montano pneumatici Pirelli anche le ultime generazioni di Audi A6 e Audi A7 Sportback, le nuove Bentley Bentayga V8 e la ibrida, la Bmw X4, l’elettrica Jaguar I-Pace e la McLaren Senna. I pneumatici Pirelli sono protagonisti anche negli stand Aston Martin, Porsche e Mercedes.

FOTO Pirelli Ginevra 2018 primo equipaggiamento

Vai allo Speciale Salone di Ginevra 2018 link QUI

Commenta

Tags

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Back to top button
Close