FotogalleryKaroqPRIMO CONTATTO

Skoda Karoq la prova della versione 4×4

Nuovo Skoda Karoq è un Suv del segmento C che va a sostituire Yeti. Motori turbo benzina e diesel da 115 e 150 cavalli, anche con cambio DSG e trazione 4x4. Prova in fuoristrada, prezzi, allestimenti e foto

MOTORE
2.0 Tdi
CAVALLI
150
Velocità Max.
196 km/h
PESO / POTENZA
10,4 Kg/CV

Skoda Karoq LA PROVA COME VA

Per la nostra prova su strada e sterrato abbiamo scelto l’allestimento top di gamma della Skoda Kaorq denominato “Style” nella versione 4×4 con motore diesel 2.0L TDI da 150 cv abbinato al cambio automatico DSG a 7 rapporti.
La cosa che subito colpisce una volta in marcia è la grande silenziosità a bordo, i fruscii sono praticamente inesistenti, il motore diesel è poco invasivo e anche il rotolamento dei pneumatici quasi non si avverte.
La posizione di guida è rialzata con sedile (quello del conducente anche elettricamente) e volante sono ampiamente regolabili e permettono di assumere una posizione corretta e confortevole anche per lunghi tragitti.
A bordo della Skoda Karoq, buona la visibilità anche posteriore, si avverte un senso di spaziosità a bordo amplificato dal bel tetto apribile panoramico che vi consiglio.

Gli interni sono molto curati, simili a quelli di Kodiaq, con materiali premium e tante attenzioni al dettaglio. Troviamo ad esempio un cassetto porta ombrello sotto il sedile passeggero, un cestino per i rifiuti nella tasca dello sportello, la luce del bagagliaio che è anche un torcia e due prese usb all’anteriore e una al posteriore. Grazie al sistema Varioflex è possibile far scorrere indipendentemente e perfino rimuovere i sedili posteriori a tutto vantaggio dell’abitabilità.
Su strada Skoda Karoq vanta un comportamento sincero, con un accenno di sottosterzo nelle svolte più strette ma che viene recuperato dalla sapiente gestione elettronica di ESP e trazione 4×4.
Le sospensioni a controllo elettronico si sposano benissimo con questa tipologia di veicolo.
Assorbono molto bene le asperità del terreno, nonostante la gommatura generosa 225/45 R19 del nostro esemplare, e in fuoristrada passando alla modalità offroad che consente di ottimizzare la gestione della trazione in base al terreno che si incontra, così si ammorbidiscono gli ammortizzatori assieme allo sforzo sul volante mentre la risposta che motore si fa più dolce per aumentare il feeling tra mezzo e terreno sottostante. Presenti 5 modalità del Driving Mode: Eco, Normal, Sport, Individual e Snow. Ottima la frenata in ogni circostanza, Karoq dispone anche dei sistemi Hill Holder e Hill Descent.
Lo sforzo al volante è contenuto, e la risposta progressiva, il che significa che guidi il Karoq senza dover davvero pensarci…godendoti al massimo il viaggio.
Il motore ha un progressione molto lineare, spinge bene fin da subito e ben si sposa con il cambio DSG a 7 rapporti che vanta una grande fluidità nei passaggi di marcia oltre a risultare molto veloce.
I consumi sono piuttosto contenuti, nell’ordine dei 18 Km/l sul combinato ma andando a forzare la mano si scende a 11. Skoda Karoq 4x4 TDi su sterrato

Skoda Karoq ESTERNI

Gli esterni si distanziano di molto da quelli del precedenti Yeti che aveva una forma più a furgoncino.
Già dal secondo allestimento troviamo fari principali con tecnologia full LED e gruppi ottici posteriori a LED, fendinebbia a LED con luci di svolta
Per la carrozzeria vi è la possibilità di scegliere tra 14 colori, mentre la disponibilità di cerchi in lega va dai 17″ fino a 19 pollici.
Skoda Karoq è dotato di un portellone che, a richiesta, può essere aperto e richiuso elettricamente, sia dall’esterno sia dall’interno. Pratico e comodo è anche il Virtual Pedal, grazie al quale è possibile aprire il portellone con un semplice movimento del piede sotto il paraurti posteriore. Tra le dotazioni a richiesta figura anche il gancio traino estraibile a comando elettrico. 
Il peso rimorchiabile massimo ammesso è di 2 tonnellate, a seconda della motorizzazione e del tipo di trazione.
Chi necessita di impiegare Karoq su percorsi particolarmente accidentati può optare per il pacchetto “rough roads”, che protegge il veicolo da danni meccanici (ad es. in caso di contatto con il fondo stradale particolarmente irregolare o su pietrisco) e impedisce l’accumularsi di sporco (polvere, sabbia, fango) nella zona del motore e sui fasci di cavi. Il pacchetto “rough roads” comprende: protezione sottoscocca sotto il motore, protezione per i cavi, protezione per i tubi dei freni e coperture in materiale sintetico supplementari.
Skoda Karoq 4x4 posteriore

Skoda Karoq INTERNI

Il design della cabina è abbastanza razionale, ma è la qualità che impressiona davvero.
C’è un senso generale di solidità, mentre i materiali si sente che sono premium come ad esempio il cruscotto gommato soft-touch che è particolarmente buono.
Il sistema di infotainment Skoda è completo di radio DAB, connettività Bluetooth, integrazione con lo smartphone Smartlink+ (compatibilità con Apple CarPlay e con Android Auto di serie) e vanta un ampio display ad alta risoluzione da 8″ o 9,2″, ed è forse questo l’elemento più impressionante dell’intera cabina. Sul modello Columbus  con lo schermo più grande è disponibile anche la funzione gesture control, è completamente touch e offre un collegamento alla rete LTE per fare da hot-spot in viaggio.
Il sistema di seduta VarioFlex che si è dimostrato così popolare sullo Yeti (che consente di rimuovere, far scorrere e reclinare i sedili posteriori individualmente), è disponibile in opzione anche su Karoq.
A Skoda piace mettere in risalto vari gadget “semplicemente intelligenti” (Simply Clever) che sono sparsi per l’abitacolo: il piccolo cestino della spazzatura posto nella tasca della portiera, i supporti per tablet posteriori che possono essere montati sui poggiatesta anteriori, le numerose prese di corrente tra cui 3 Usb e una regolare da 220v, il cassetto porta ombrello sotto il sedile passeggero e così via; si rivelano davvero molto utili nell’uso quotidiano.
Il quadro strumenti, a richiesta, può essere completamente digitale: la Karoq è la prima Skoda con il Digital Cockpit, la tecnologia mutuata dalle sorelle Audi e Volkswagen.
Il display da 10,25 pollici che sostituisce completamente il quadro strumenti, può essere programmato a piacere su quattro profili diversi. C’è la Classica visualizzazione, in cui tachimetro e contagiri sono più grandi e lasciano meno spazio al navigatore, poi una visione semplificata Basic con gli strumenti più piccoli e le principali informazioni. E ancora è possibile dare maggiore spazio alla navigazione (Extended), allargando la mappa a tutto schermo, e infine è presente una schermata personalizzata.
Molto completa la dotazione di sistemi di sicurezza di ultima generazione: si parte dalla frenata automatica City Emergency Brake con riconoscimento dei pedoni al parcheggio automatico Park Assist al; il Lane Assist per il mantenimento della corsia, il sistema Traffic Jam Assist, utilizzabile fino a 60 km/h, per la guida nel traffico. Completano il tutto il Cruise control adattivo, il Blind Spot Detect, il Rear Traffic Alert e la chiamata di emergenza Emergency Assist.
In totale, scegliendo il pacchetto opzionale Travel Assistant da 950 Euro, si arriva a disporre di 20 assistenti alla giuda differenti.

Skoda Karoq 4x4 Interni

Skoda Karoq ALLESTIMENTI

Già dall’allestimento entry level denominato Ambition troviamo di serie: la frenata automatica di emergenza con riconoscimento del pedone, il climatizzatore automatico, la radio con connettività SmartLink+ e schermo da 8″, i cerchi in lega da 17″ e i sensori di parcheggio.
Aggiungendo 1.600 euro si sale al secondo livello di equipaggiamento, Executive, che comprende Fari anteriori Full Led e fendinebbia con funzione curvante con lavafari, navigatore Amundsen con display da 8″, Infotainment online per 1 anno, connessione wlan e vernice metallizzata.
Infine il livello Style, salendo di ulteriori 1.300 Euro, offre in più: interni in pelle/tessuto, sistema Varioflex per i sedili posteriori, cerchi in lega da 18″, vetri oscurati posteriori, mancorrenri al tetto in argento, cornice dei vetri cromata, telecamera posteriore, cappelliera avvolgibile e illuminazione ambient light.
Skoda Karoq 4x4 TDi con porta sci

Skoda Karoq MOTORI E CAMBI

La gamma di motori di Skoda Karoq si articola su due unità benzina e due diesel tutti turbo: si parte con il 1.0 TSI da 115 CV abbinabile a un cambio manuale a sei rapporti ooppure l’automatico DSG a sette rapporti e il 1.5 TSI da 150 CV disponibile con il solo DSG.
Per i diesel, troviamo il 1.6 TDI da 115 CV (All’interno del Gruppo VW, Skoda è l’unica ad offrire il DSG su questo motore) e il 2.0 TDI da 150 CV con cambio DSG, e possibilità di avere la trazione integrale.
Nel corso dell’anno arriverà anche il propulsore top di gamma, ovvero il 2.0 TDI da 190 CV per la versione 4×4.
Skoda Karoq 4x4 TDi motore

Skoda Karoq PREZZI

Il listino prezzi parte dai 23.850 euro del 1.0 TSI Ambition e fino ai 34.350 euro per il 2.0 TDI 4×4 con cambio DSG attualmente al top di gamma.
Skoda Karoq Prezzi

Skoda Karoq DIMENSIONI

La Casa ceca dopo aver presentato Kodiaq propone Skoda Karoq, un SUV più piccolo con un’offerta di contenuti davvero interessante e tecnologica sulla base dell’esperienza del Gruppo Volkswagen.
Questo nuovo SUV compatto di Skoda è realizzato sulla piattaforma MQB, misura 4,38 m in lunghezza, 1,84 m in larghezza, 1,60 m in altezza e va ad affiancare, il più grande Kodiaq, simile nel design, andando a posizionarsi nel segmento dei C-SUV che, da solo in Italia, conta l’11% del mercato totale.
Il bagagliaio ha la capienza best in class per la categoria, va da 479 l a 588 l con la panchetta posteriore montata, mentre può arrivare fino a 1810 litri senza i sedili posteriori.
Skoda Karoq 4x4 Dimensioni

 

VIDEO Skoda Karoq con passaggio in twist

POSITIVO

Grande motricità in fuoristrada
Interni curati e tecnologici
Tanta attenzione ai dettagli
Silenziosità elevata

NEGATIVO

Linea simile a Kodiaq e meno originale di Yeti
Tags
Close