FotogalleryRacingVolkswagen

Volkswagen ID R Pikes Peak, com’è il prototipo elettrico

La Volkswagen ID R Pikes Peak è la prima auto elettrica da competizione Volkswagen. È spinta da due motori elettrici e la potenza massima è di 680 CV. Tenterà di battere il record della Pikes Peak

VOLKSWAGEN ID R PIKES PEAK – La I.D. R Pikes Peak che Romain Dumas guiderà il 24 giugno 2018 alla Pikes Peak International Hill Climb ha la propulsione più sofisticata mai sviluppata dalla Volkswagen Motorsport. Per la prima volta la casa tedesca partecipa a una competizione con un’auto totalmente elettrica.

Volkswagen ID R Pikes Peak

La I.D. R Pikes Peak ha a bordo due pacchi di batterie agli ioni di litio interconnessi e integrati, collocati a destra e a sinistra dell’abitacolo. Questi forniscono energia a due motori elettrici ad alte prestazioni, uno all’asse anteriore e uno al posteriore. Insieme, erogano una potenza di sistema di 500 kW (680 CV). Le prestazioni sono controllate elettronicamente a seconda delle condizioni del tracciato.

Ciò significa che il comportamento neutro ideale per un’auto da competizione è raggiunto anche in uscita da una curva stretta, situazione in cui le ruote devono trasmettere la direzione oltre alla trazione. Quando il pilota deve accelerare o frenare, i comandi non sono trasmessi da cavi ma digitalmente con e-gas e brake-by-wire, un sistema frenante con trasmissione elettronica del segnale.Volkswagen I.D. R Pikes Peak

Volkswagen ID R Pikes Peak RECUPERO ENERGIA

La I.D. R Pikes Peak rigenera fino al 20% dell’energia elettrica necessaria per la gara di 19,99 chilometri. I motori, oltre a spingere l’auto, in frenata funzionano da generatori. Questo processo di recupero permette loro di generare energia che torna alle batterie. Questo processo fornisce anche parte della potenza frenante, in combinazione a un sistema di freni tradizionale. Il sistema brake-by-wire della I.D. R Pikes Peak è un fattore essenziale.

“L’interazione tra frenata meccanica e rigenerativa è controllata da sistemi elettronici impercettibili per il guidatore – spiega Marc-Christian Bertram, Responsabile Elettronica e Impianto Elettrico della Volkswagen Motorsport. La Volkswagen Motorsport ha fatto un salto nel buio con la tecnologia di propulsione della I.D. R Pikes Peak. “È stata una sfida enorme per tutta la nostra squadra di progettisti. Non avevamo alcuna esperienza di propulsori elettrici da competizione da cui partire, i tempi erano di appena sette mesi per lo sviluppo e abbiamo avuto la possibilità di provare sul tracciato di gara solo alla fine di maggio”.

Volkswagen ID R Pikes Peak RECORD

Per ottenere il record della categoria elettrica il tempo da battere è di 8:57,118 minuti. Gli ingegneri della Volkswagen Motorsport possono essere certi di aver dato il meglio. Durante lo sviluppo delle batterie per la I.D. R Pikes Peak, hanno anche potuto avvantaggiarsi delle competenze dei dipartimenti tecnici per la e-mobility di Wolfsburg e del Centro di Pre-produzione (VSC) di Brunswick.

“Lo sviluppo tecnico della Volkswagen ha officine e laboratori dove effettuare test di resistenza sulle batterie – spiega François-Xavier Demaisonper prima cosa, abbiamo fatto prove con celle e moduli singoli delle batterie. Con un’auto da competizione, bisogna tenere conto degli speciali requisiti in materia di cablaggio e isolamento. La Volkswagen ha già tanta esperienza nella tecnologia ad alto voltaggio. È stato di grande aiuto poter contare su queste competenze”.

Gli ingegneri hanno fatto più che semplicemente adeguarsi ai severi requisiti di sicurezza della FIA per la Formula E e le auto ibride della categoria LMP1 che gareggiano nella 24 Ore di Le Mans.

Tags

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.

Articoli Simili

Close