4x4 fuoristrada RacingFiatPanda

Panda Raid 2018

Panda Raid 2018, le inarrestabili 4x4 alla conquista del deserto in Marocco. Al via della 10^ edizione ci sono 350 equipaggi provenienti da tutta Europa, di cui circa 45 dall'Italia

PANDA RAID 2018 – Dal 2 al 10 marzo 2018 in Marocco si disputa decima edizione del Panda Raid, la manifestazione nata per celebrare la piccola 4×4 di casa Fiat, simbolo degli anni ’80.
Un raid con scopo benefico: ogni anno sostiene con materiale didattico uno dei paesi situati lungo il percorso che si snoda fra Madrid e Marrakech. Una sfida romantica e avventurosa che coinvolge circa 350 equipaggi provenienti da tutta Europa, tra cui circa 45 italiani.

Panda Raid 2018 | MAROCCO

Panda Raid è il nome composto dalle parole Raid (viaggio di grande distanza) e Panda. Si tratta di un raduno pressoché amatoriale di resistenza sulla lunga distanza. Il Raid parte da Madrid in Spagna e poi prosegue in Marocco sulla distanza di 3000 km in 7 giorni ed è aperto a tutte le Pande storiche prima generazione, ma anche alle Seat Marbella. In questa competizione non sono importanti i tempi o le prestazioni ma il raggiungimento dell’obiettivo finale che è quello di arrivare in fondo.Panda Raid

Panda Raid 2018 | NIENTE TECNOLOGIA

Il Panda Raid è un tuffo nel passato, anche tecnologico perché in un mondo dominato dalla tecnologia e dall’essere sempre connessi, gli equipaggi partecipanti per orientarsi hanno a disposizione solo la “vecchia” bussola, il road book fornito dall’organizzazione ed una cartina geografica. Dunque parliamo di un evento unico nel suo genere, fortemente romantico.
Le auto dei team però dispongono anche di un dispositivo satellitare di sicurezza che, attraverso una mappa di monitoraggio in tempo reale, consente all’organizzazione di avere una panoramica completata dei team partecipanti. In più il satellitare consente di vedere i propri progressi o la gara delle altre Panda.
L’obiettivo principale di Panda Raid dunque è l’avventura senza troppa tecnologia, che implica sfidare i deserti del sud del Marocco a bordo di un Panda.Panda Raid

Panda Raid 2018 | PERCORSO

Il percorso si concentra maggiormente nei territori del Sud del Marocco, dove le Panda 4×4 sono chiamate ad oltrepassare zone di deserto e sabbia. Più che un test di velocità le tappe segnano il ritmo dei partecipanti. Il sistema di punteggio tiene conto infatti della navigazione degli equipaggi, che devono rispettare tutti i punti di controllo. Si può partecipare anche “fuori classifica” avendo il proprio ritmo. Le difficoltà del Raid sono ponderate in modo da consentire di partecipare anche ai team meno esperti.Panda Raid

Panda Raid 2018 | COSTI

Si può partecipare con qualsiasi Panda 4×4, di solito le auto in gara presentano delle preparazioni minime come ad esempio: modifiche al motore, ammortizzatori, aggiunta di una seconda pompa di benzina, radiatore maggiorato, aggiunta dello snorkel e l’eliminazione dell’iniezione sostituita dai carburatori (nel caso delle Panda più recenti degli anni ’90).
L’iscrizione per partecipare al Panda Raid ha un costo di circa 1.990 euro ad equipaggio, più l’auto. C’è anche uno sconto di 150 euro per le squadre di studenti sotto i 29 anni e le squadre femminili. Il resto dei costi dipende da ciò che ogni team è disposto a spendere.Panda Raid

Panda Raid | ITALIA

Panda Raid Italia è ideata dal veneto Roberto Bianchin, il quale organizza un raid a scopo umanitario in compagnia di Eros De Conto con l’obbiettivo di donare materiale scolastico e beni di prima necessità ai bambini del sud del Marocco.

VIDEO Panda Raid 2018

Tags

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Close