Off RoadRacing

Europe Xtreme Challenge 4×4 Attimis

Mud show. Ancora una volta l’ex polveriera di Racchiuso, borgo del Comune friulano di Attimis, in provincia di Udine, è stata il perfetto scenario per una tappa di fuoristrada estremo sui cui tracciati si sono sfidati equipaggi provenienti da tutt’Italia e Spagna. Prima manche italiana dell’ambizioso Europe Xtreme Challenge, che sui percorsi italici tornerà a metà Luglio con la sfida di Colle San Bartolomeo nell’entroterra ligure di Imperia, questa due giorni off road si è svolta nel week end del 16 e 17 Aprile su quattro differenti percorsi “disegnati” ad hoc dallo staff del Friuli Fuoristrada, guidato dal presidente Luca Commessatti, e dall’organizzazione dell’XTC, challenge nazionale di 4×4 la cui prova è stata valida per il trofeo europeo. La conformazione morfologica del terreno di questo angolo di Friuli, dove il fango è da sempre protagonista assoluto, ha messo a dura prova team e fuoristrada che si sono sfidati su tratti veloci e altri più tecnici e guidati affrontando le peculiarità del territorio. Per i 13 equipaggi allo start della prova valevole per l’EXC – 7 nella categoria preparati e 6 fra i prototipi -, la manche di Attimis, agguerrita più che mai, ha rivelato sin dai primi chilometri velleità e ambizioni di vittoria.Europe-Xtreme-Challenge-Attimis-9

Cinque i giri effettuati il sabato mattina, e altrettanti in senso inverso il pomeriggio, nel sottobosco di Racchiuso dove passaggi in pendenza laterale, twist e salite impraticabili (se non con l’utilizzo del verricello) hanno accompagnato le esibizioni a trazione integrale degli equipaggi in gara. Fra i “Preparati” la miglior prestazione è stata quella dei fratelli Arrigucci, Riccardo e Michele, che con il loro Suzuki – telaio Samurai SJ413 motorizzato 1.6 16V Vitara con assetto quadrilink sia all’anteriore che al posteriore – hanno portato i colori del Team Evolution 4×4 di Siena a tagliare il traguardo in 1h51’52” davanti agli agguerriti Morandini/Morganti, anch’essi del sodalizio fuoristradistico toscano, su Suzuki SJ413 equipaggiato con iniezione originale, sospensioni tradizionali e winch MB bimotore con Turbo Booster 24v, giunti secondi di tappa con un tempo di 2h15’05”. Il terzo piazzamento è andato a Massimo Rubechini, navigato da Mirko Vagnoni, su Wrangler TJ, a +14’ dai secondi. Autori di una buona manche alla guida del loro 4×4 con motore 5.2 V8 Gran Cherokee che eroga 280 CV, sono poi stati costretti a ritirarsi anticipatamente dalla competizione per via della rottura del cambio. A completare la top five Berno/Pegorin (Team Cinghiali del Santerno) su Land Rover Defender 90 con un tempo di 3h17’30” e Pieraccioli/Rindi (Team M&M Xtreme) su Suzuki home made al finish in poco più di 4h30’.Europe-Xtreme-Challenge-Attimis-12

Bagarre anche fra gli equipaggi della categoria “Prototipi” con Luciano Collarini e Neril Koci che, alla guida del performante 5.7 Corvette con Dana 60 all’anteriore, costruito da Jimmy’s Outback 4×4 in Colorado, hanno strappato un crono di 2h02’47” aggiudicandosi il podio di giornata. Da applausi la manche degli spagnoli Inaki Lanzagorta & Jabier Otaegui che con il loro Suzuki Monster Evo 7 sono riusciti a concludere il percorso in poco più di 3 ore portando così i colori della scuderia basca del Buda Xtrem al secondo piazzamento della provvisoria. Terzi classificati, Simone Cognini e Andrea Aguzzi, su proto Discovery con assetto originale, in campo sempre per il Team Evolution 4×4: l’esperienza e l’affiatamento di pilota e co driver hanno permesso di raggiungere ancora una volta un risultato sorprendente tanto da tallonare da vicino, per l’intera durata della gara, i due prototipi di Collarini e Lanzagorta. Il quarto piazzamento è andato invece a Massimo Cognini & Leonardo Latini su proto motorizzato 5.2 Jeep, telaio Range Rover e ponti Patrol GR, a + 2h dai compagni di scuderia, davanti al team piemontese Ciuenda Garage, con Stefano e Ettore Scaglione, padre e figlio, che su proto Jeep 2.8 TD si sono ben comportati sui tracciati di Attimis sino a quando sono stati attardati al finish da uno spettacolare ribaltamento in discesa, fortunatamente senza conseguenze per pilota e co driver, e dal distacco dello pneumatico posteriore destro. Out, purtroppo sin dall’inizio, l’equipaggio del Team Deep Blue con Lorenzo Tadini e Paolocarlo Donati costretti ad abbandonare anzitempo la manche friulana per problemi meccanici al loro tubolare Jimmy’s 6.0 LS1.Europe-Xtreme-Challenge-Attimis-4

Le prove speciali della domenica hanno impegnato gli equipaggi con tre giri la mattina e uno il pomeriggio: un percorso a circuito con passaggi tecnici che hanno richiesto l’utilizzo del winch e il piede a fondo sull’acceleratore per superare alcune fangaie impegnative. Imprendibili ancora una volta i fratelli Arrigucci che hanno fatto staccare il crono a 59’16” con un best lap a 14’41” nel settore singolo di fine giornata. Altrettanto performante la prestazione off road di Gianluca Nardi, navigato da Thomas Adami: il team portacolori della Traction 4×4 ha tagliato il traguardo in 1h25’38” nonostante qualche difficoltà dovuta all’eccessivo surriscaldamento del mezzo su base Nissan e a problemi al verricello riscontrati negli ultimi tre metri del tracciato piazzandosi così al secondo posto. A + 13 minuti da loro Morandini/Morganti seguiti da Stefano Tinelli e Lorenzo Sommi che al finish (quest’ultimi) ci sono arrivati con il tempo di 1h57’43”. Quarto piazzamento di giornata per Stefano Berno e Allan Pegorin rientrati in gioco dopo la rottura del giunto anteriore destro prontamente sostituito a fine mattinata. Dominio assoluto anche in questa seconda giornata dell’Europeo per l’equipaggio Collarini/Koci che nella sua categoria ha conquistato meritatamente il podio destreggiandosi alla perfezione alla guida del prototipo americano con un tempo di 1h19’25”. Con un distacco di una trentina di minuti dal Team Collarini si sono piazzati secondi Cognini/Aguzzi (Evolution 4×4), protagonisti di una prova eccellentemente navigata dall’inizio alla fine. Per gli spagnoli del Buda Xtrem il tempo si è fermato invece a 2h37’42” permettendo così loro di conquistare il terzo gradino del podio nella prova di domenica.Europe-Xtreme-Challenge-Attimis-3

Grazie ai piazzamenti ottenuti, le vittorie di questa tappa dell’Europeo ospitata a Attimis sono andate all’equipaggio Arrigucci/Arrigucci ora al comando della categoria “Preparati” con 20 punti e a Collarini/Koci al vertice dei “Prototipi” anch’essi con un punteggio di 20 scores. A premiarli con due telecamere sportive offerte da Midland, il presidente di Equipe France Classique, Santi Sturniolo, e Fulvio Malaspina, consigliere del sodalizio, che hanno ringraziato tutti gli equipaggi iscritti allo Europe Xtreme Challenge, il Friuli Fuoristrada per l’eccellente realizzazione del tracciato valevole anche come manche dell’EXC e il partner XTC per il supporto fornito sui circuiti di Attimis.

“Il percorso ci è piaciuto molto – spiegano entusiasti Riccardo e Michele ArrigucciVeloce, tutto guidato e con sorpassi da adrenalina! Senza dimenticare poi il fango che non è mancato. Abbiamo deciso di partecipare al campionato europeo con il nostro Suzuki per poterci confrontare con piloti e navigatori stranieri: sarà un’esperienza sicuramente interessante per testare performance e potenzialità del mezzo e per migliorare ancora di più l’affiatamento dell’equipaggio”. Europe-Xtreme-Challenge-Attimis-10

Classifica Attimis (UD)

Categoria Preparati: Arrigucci/Arrigucci 20 pt; Morandini/Morganti 16 pt; Nardi/Adami 14 pt; Tinelli/Sommi 10 pt; Berno/Pegorin 8 pt; Pieraccioli/Rindi 6 pt; Rubechini/Vagnoni 5 pt.

Categoria Prototipi: Collarini/Koci 20 pt; Cognini/Aguzzi 16 pt; Lanzagorta/Otaegui 14 pt; Cognini/Latini 10 pt; Scaglione/Scaglione 8 pt; Tadini/Donati 0 pt.

Classifica generale EUROPE XTREME CHALLENGE

Categoria Preparati: Arrigucci/Arrigucci 20 pt; Morandini/Morganti 16 pt; Nardi/Adami 14 pt; Tinelli/Sommi 10 pt; Berno/Pegorin 8 pt; Pieraccioli/Rindi 6 pt; Rubechini/Vagnoni 5 pt.

Categoria Prototipi: Collarini/Koci 20 pt; Cognini/Aguzzi 16 pt; Lanzagorta/Otaegui 14 pt; Cognini/Latini 10 pt; Scaglione/Scaglione 8 pt; Tadini/Donati 0 pt; Syre/Syre 0 pt.

Testo e foto Sonja Vietto Ramus

Tags

redazione

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, di tecnica motoristica e del mercato italiano.
Le prove delle auto sono realizzate dal Test Team di cui fanno parte tester/piloti che vantano una elevata sensibilità grazie ad una lunga esperienza di guida maturata su strada ed in pista dopo anni di prove realizzate anche per magazine Elaborare GT Tuning Sport Racing ed Elaborare 4×4. Dello staff fanno parte fotografi ed operati video professionali. Lo staff si avvale di strumenti di misura dedicati per i rilevamenti delle prestazioni e dei consumi.

Articoli Simili

Close