MercatoNotizie auto

Vendite auto in Europa 2019, è crisi?

Il mercato auto in Europa nel 2019 si chiude con un modestissimo incremento (+1,2%), nonostante il +21% registrato a dicembre. I costruttori d'auto hanno anticipato le immatricolazioni a dicembre dei veicoli più inquinanti per bypassare il problema multe CO2?

Tornano a salire le vendite auto in Europa nel 2019. I dati aggiornati mettoni in evidenza un mercato auto che ha chiuso l’anno con un lieve rialzo dell’1,2%, contando in totale 15.805.752 autovetture immatricolate, rispetto alle 15.624.948 del 2018.

Il balzo è determinato soprattutto dalle vendite registrate a dicembre, dove si è registrato un +21% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente (2018) che tuttavia aveva fatto registrare un crollo del 9% su dicembre 2017.

Mercato auto in Europa anno 2019, andamento reale o paura di multe CO2?

La crescita a doppia cifra del mercato auto in europa a dicembre però nasconde una precisa strategia, dettata dalle case costruttrici e dalle reti distributive: probabilmente si fatto ricorso a immatricolazioni “tattiche”, in vista dell’introduzione nel 2020 dei nuovi, restrittivi target sulle emissioni di CO2 e relative multe.
Le multe per la CO2 colpiscono i costruttori d’auto sui modelli più inquinanti quando i valori sforano i limiti dei 95 gr/km di CO2, con multa di 95 euro per grammo di CO2 oltre il limite.

Per questi è probabile che siano state anticipate le vetture più inquinanti a dicembre e spostate a gennio 2020 tutte quelle meno inquinanti, molte anche vendute a novembre dicembre 2019 e consegnate con 2 mesi di ritardo ai clienti finali.

Secondo i dati diffusi dall’ACEA, l’Associazione dei Costruttori Europei, a dicembre le immatricolazioni di autovetture nuove nell’Europa dei 28+EFTA sono state pari a 1.261.742 unità.

Dall’analisi dei risultati del mese per paese, si vede una generalizzata crescita delle vendite, con quasi tutti i mercati a doppia cifra e la sola Norvegia in controtendenza.

Vendite auto mercato europa 2019
Il mercato auto in Europa ha chiuso il 2019 con un sorprendente +21% di vendite registrato a dicembre

Dati vendite auto in Europa nel 2019: Germania, Regno Unito, Francia, Italia e Spagna

Analizzando i dati delle vendite dei 5 maggiori mercati a dicembre 2019 in territorio positivo c’è la Germania che fa registrare il +19,5%, sospinta da società e noleggio. Bene anche la Francia, spinta dalle auto-immatricolazioni, che registra +27,7%.

Positive le vendite auto anche in Italia (+12,5%, grazie ai forti aumenti di noleggio a lungo termine e auto-immatricolazioni) ed in Spagna (+6,6% sorretta da società e noleggio). Infine tornano a crescere le vendite anche nel Regno Unito, dove le immatricolazioni di vetture nuove hanno registrato una crescita del +3,4%.

I privati con comprano più le auto in Europa

Il fattore che accomuna tutti e 5 i principali mercati europei è la scarsa domanda di auto nuove da parte dei privati, con le società ed i noleggi che in qualche modo tengono in piedi l’industria dell’auto in Europa.

noleggio auto
Le aziende ed i noleggi tengono in piedi il mercato auto in Europa

“I dati di dicembre confermano la fondamentale debolezza del mercato auto Europeo – commenta Andrea Cardinali, Direttore Generale dell’UNRAE, l’Associazione delle Case automobilistiche estere – che avrebbe chiuso l’anno in calo in assenza dell’ingente ricorso a vendite poco remunerative per il comparto automotive, già gravato dagli ingenti investimenti richiesti dalle pressanti sfide tecnologiche.

La perdita di 50.000 posti di lavoro nel 2019 nell’industria automobilistica Tedesca e il recente studio della Piattaforma Nazionale sulla Mobilità Futura istituita dal governo Tedesco, che paventa la perdita di ulteriori 400.000 posti nel prossimo decennio a causa della rapida transizione ai motori a basse emissioni – continua Cardinali – confermano l’urgenza di una politica industriale Europea a supporto del settore automobilistico continentale, che occupa quasi 14 milioni di persone.

In questo contesto – conclude Cardinali – UNRAE auspica che l’ambizioso Piano di Investimenti da 1.000 miliardi di Euro per il “Green Deal”, annunciato due giorni fa dalla nuova Commissione Europea, possa fungere da catalizzatore per delle politiche integrate di sostegno all’industria auto Europea, sia sul lato della domanda sia dell’offerta, a partire dalle infrastrutture di ricarica e connettività, necessarie al raggiungimento degli sfidanti obiettivi di abbattimento delle emissioni”.

Andrea Cardinali, Direttore Generale dell’UNRAE, l’Associazione delle Case automobilistiche estere
Andrea Cardinali, Direttore Generale dell’UNRAE, l’Associazione delle Case automobilistiche estere

DATI VENDITE AUTO IN EUROPA
dicembre 2019 e gen/dic 2019
(File PDF scaricabile da link diretto)

Listino prezzi auto NUOVE

Annunci auto USATE

FONTE DATI UNRAE

💥 Avviso: per restare aggiornato e ricevere le ultime news sulla tua mail iscriviti alla newsletter automatica di Newsauto QUI

👉 Lascia un commento sul nostro FORUM!

Commenta

Tags

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Back to top button
Close