Notizie autoSuzuki

Suzuki Bike Day 2024, data, programma e percorso

A giugno è in programma la quarta edizione del Suzuki Bike Day, aperta a tutti gli appassionati e a qualsiasi tipo di bicicletta, che possono pedalare tra i cordoli di Imola e su un percorso che è anche tappa del Tour de France.

Il 4° Suzuki Bike Day, organizzato dalla Casa di Hamamatsu, è in programma ad Imola l’8 giugno 2024. Si tratta di un importante evento promosso da Suzuki per la condivisione sicura delle strade, la passione per la bicicletta e lo sport. Il circuito imolese è il punto di partenza e ospita il Village del Suzuki Bike Day. Imola, ricca di storia nel motorsport e nel ciclismo, ha ospitato due Campionati del Mondo su Strada, nel 1968 e nel 2020, che hanno visto trionfare campioni come Vittorio Adorni e Julian Alaphilippe.

Suzuki Bike Day 2024 programma e percorso

Il percorso del Suzuki Bike Day 2024, fissato per l’8 giugno, segue una parte della seconda tappa italiana del prossimo Tour de France. I partecipanti pedalano per 53,5 km, affrontando un dislivello di 930 metri.

Locandina Suzuki Bike Day 2024
Locandina Suzuki Bike Day 2024

Dopo aver attraversato l’Autodromo di Imola, riservato solitamente a piloti e ciclisti professionisti, percorrono le strade che hanno visto trionfare Adorni nel 1968 e Alaphilippe nel 2020, nei comuni di Riorlo, Villavezzano, Brisighella e Imola.

I punti più selettivi sono le ripide salite del Gallisterna e del Mazzolano, con pendenze fino al 16%. La manifestazione è aperta a qualsiasi tipo di bicicletta (incluse, ad esempio mountain-bike, bici a pedalata assistita, con carrellino per bimbi o pets) e ha un carattere non competitivo.

Iscrizioni Suzuki Bike Day 2024, come partecipare

Le iscrizioni al Suzuki Bike Day 2024 sono possibili online sul sito web di Suzuki entro il 5 giugno, oppure in loco presso l’Autodromo di Imola il giorno precedente all’evento (7 giugno) dalle 17:00 alle 19:00 e la mattina del Suzuki Bike Day #04 (8 giugno) dalle 7:30 alle 8:30.

Le tariffe indicate sono valide per coloro che sono tesserati presso ACSI, FCI o un altro ente di promozione sportiva con accordi con la Federazione Ciclista Italiana. Per coloro che non sono tesserati, la quota di iscrizione viene aumentata di 2 euro per l’attivazione di una polizza assicurativa.

Le opzioni di iscrizione comprendono:

  • Quota standard di 5 euro, interamente devoluta in beneficenza a Dynamo Camp, con la possibilità di aumentare liberamente la donazione.
  • Quota premium di 20 euro, che include la maglia tecnica esclusiva Alè Cycling, oltre alla quota di iscrizione devoluta in beneficenza a Dynamo Camp.

Maglia Suzuki Bike Day 2024

Durante la conferenza stampa di presentazione dell’evento a Imola, è stata presentata la maglia celebrativa del Suzuki Bike Day 2024, realizzata da Alè Cycling in collaborazione con il Centro Stile di Suzuki.

Marco Ruschetti (Advance Motorcycle Designer), Massimo Nalli (Presidente Suzuki Italia), Davide Cassani (ex CT della Nazionale di ciclismo)
Massimo Nalli (Presidente Suzuki Italia) presenta la maglia celebrativa del Suzuki Bike Day 2024

La maglia rappresenta le tre anime dell’evento: il design del kimono e il kangi WA (“comunità della bicicletta”), che testimoniano l’identità giapponese di Suzuki; il tracciato dell’Autodromo di Imola; il colore giallo, simbolo del Tour de France.

Donazioni a favore di Dynamo Camp

Alla conferenza stampa, è intervenuta anche Federica Galassi, in rappresentanza di Dynamo Camp, il primo camp di Terapia Ricreativa nato in Italia per i bambini affetti da patologie gravi o croniche. Suzuki ha deciso di devolvere tutte le quote di iscrizione standard, pari a 5 euro per partecipante, a Dynamo Camp, offrendo ai partecipanti la libertà di fare donazioni aggiuntive.

Suzuki, che negli anni Cinquanta debuttò nel mondo dei trasporti proprio come costruttore di biciclette a motore, crede che la bicicletta debba essere sempre più protagonista della mobilità moderna integrata – ha commentato Massimo Nalli, Presidente di Suzuki Italia.

Massimo Nalli, Presidente di Suzuki Italia
Massimo Nalli, Presidente di Suzuki Italia

E’ naturale che Suzuki pur non essendo direttamente coinvolta nella produzione di biciclette, si faccia promotrice di una mobilità dolce, oltre che della convivenza rispettosa tra tutti gli utenti della strada. In fondo ciclisti, automobilisti, motociclisti, altro non sono che le stesse persone che vivono le proprie passioni e utilizzano di volta in volta mezzi di trasporto diversi in funzione dei desideri e delle esigenze di uno specifico momento.”

Leggi anche:

Tutte le novità, prove auto su SUZUKI
Video auto Suzuki provate
Listino prezzi Suzuki

→ Cosa ne pensi? Fai un salto sulla discussioni sul FORUM!






ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

Pulsante per tornare all'inizio
error: © Contenuti coperti da Copyright

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto