Notizie auto

Abolizione superbollo, aggiornamenti dall’ On Marchetti

Abbiamo intervistato l'On. Riccardo Augusto Marchetti promotore dell'abolizione del superbollo. Conferma che gli iter governativi e parlamentari per la cancellazione del superbollo vanno avanti con il pieno sostegno della maggioranza e c'è un nuovo emendamento per la sua definitiva soppressione

Torniamo sull’argomento abolizione superbollo. Con la votazione agli emendamenti del 28 giugno da parte della VI Commissione Finanze è stato compiuto un ulteriore passo avanti per la spallata finale che dovrà rottamare la tassa addizionale sul bollo auto, il superbollo. Non è arrivata la notizia attesa della definitiva abolizione del superbollo ma, come prevedibile, è stato dato il via libera all’emendamento che consentirà di avviare tutte le attività necessarie per arrivare alla sua definitiva abolizione.

In molti attendono la cancellazione del superbollo, sia quelli che stanno pagando una tassa esageratamente alta su un’automobile (in Germania e molti altri stati europei non esiste), sia dai proprietari di auto sportive e suv potenti immatricolati fuori Italia (e che girano tranquillamente su territorio italiano con targa estera) che vorrebbero tornare a pagare in Italia un bollo equo, sia da quelli che stanno facendo un pensiero ad acquistare un’auto con oltre 185 kW. Insomma, un’abolizione che porterebbe sicuramente maggiori entrate per lo Stato italiano grazie anche ad un mercato che si rivitalizzerebbe.

Abolizione del superbollo, a che punto siamo?

Il Superbollo verrà cancellato? Sì o no? Dopo il Consiglio dei Ministri del 27 giugno, lo abbiamo chiesto direttamente all’Onorevole Riccardo Augusto Marchetti, il promotore della sua abolizione.
NA – Onorevole, girano messaggi di sconforto e delusione per una notizia che non è arrivata. Qualcuno ha scritto di Superbollo sul diesel.
ON – “La questione del diesel non si sa veramente come sia uscita perché nessun emendamento ne parla. Sul nostro, che è stato approvato, la parola diesel non c’era da nessuna parte perché riguarda tutti i motori termici, a prescindere dalla tipologia di carburante con cui sono alimentati. È probabile che chi ha dato per primo la notizia abbia frainteso: il superbollo riguarda tutte le auto con motori termici, con la sola esclusione delle elettriche che a prescindere non pagano il bollo e quindi neppure il superbollo”.

NA – Quale è la situazione reale sull’abolizione del superbollo per il 2023?

ON – “La VI Commissione Finanze della Camera dei Deputati ha approvato il testo modificando l’aspetto che riguarda proprio la copertura finanziaria. Ricordo che con una “delega fiscale” non si può eliminare alcuna tassa perché è fondamentalmente un atto con cui il Parlamento fornisce indicazioni al Governo di intervenire per modificarle o cancellarle. Pertanto sapevamo benissimo che con quella delega fiscale non era possibile arrivare alla soppressione del superbollo, ma che potevamo definire altri step per andare avanti, e così è stato. Coi leader politici del mio partito sin dall’inizio ne abbiamo chiesto con forza la soppressione coinvolgendo tutti i ministeri competenti. E stiamo andando avanti”.

l'on Riccardo Augusto Marchetti promotore dell'abolizione del superbollo
Sulla pista di Magione (PG) l’on Riccardo Augusto Marchetti promotore dell’abolizione del superbollo

NA – Perché questa riformulazione?

ON – “ La riformulazione è stata voluta in quanto la Ragioneria dello Stato aveva messo il vincolo che tutti gli emendamenti approvabili non avrebbero comportato ulteriori aggravi per le casse dello Stato. Non è una questione politica, perché la volontà della Lega è chiara: vogliamo abolire il superbollo. Si tratta quindi esclusivamente di tecnicismi a livello di bilancio e procedure necessarie per centrare l’obiettivo.

Però siamo tutti soddisfatti: è una vera vittoria perché, per la prima volta, finalmente, viene recepita con chiarezza un’indicazione politica che è quella della soppressione del superbollo. Come ha indicato il Parlamento attraverso questi decreti delega si va a modificare o eliminare le varie tasse e micro tasse con un riordino delle politiche fiscali.

NA – Ci sono speranze concrete per la soppressione del superbollo?

ON – “Sarà mia premura continuare a lavorare affinché già nella Legge Finanziaria di fine anno si vadano a individuare le coperture che consentiranno l’eliminazione del Superbollo, anche grazie alle costanti interlocuzioni con i ministeri competenti.

Si tratta di una tassa anacronistica che colpisce anche gli appassionati di auto sportive. Vi sembra giusto che un ragazzotto per la sua sudata Seat Leon con 110.000 chilometri usata da ventimila euro debba aggiungere altri settecento euro per il superbollo oltre il bollo mentre in stati come la Germania pagano una fesseria? E che un possessore di un’auto elettrica da 600/1.000 cavalli da oltre 100.000 euro, non paghi né bollo né super bollo?

L’obiettivo è quello di riuscire nell’impresa, faremo di tutto per eliminare definitivamente questa tassa inutile, folle e dannosa entro il prossimo anno.
Faremo tutto il possibile affinché l’eliminazione del superbollo sia definitiva entro il 2024, tempistica che ci siamo prefissati dall’inizio
“.

Un importante aggiornamento sull’abolizione del superbollo direttamente da fonti governative che rassicura sull’attività in corso.

L’On. Riccardo Augusto Marchetti è il promotore della legge per l’abolizione del superbollo, deputato della Lega per Salvini Premier.

Leggi anche:

→  Notizie ed aggiornamenti sul Superbollo
Intervista onorevole Marchetti
→  Partecipa alla discussione sull’abolizione del superbollo sul FORUM
→  Superbollo, come calcolare l’importo da pagare QUI
→ Cosa ne pensi? Fai un salto sul FORUM e le notizie di Newsauto da Google News

→ Cosa ne pensi? Fai un salto sulla discussioni sul FORUM!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

Pulsante per tornare all'inizio

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto